Agosto 15, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’ex premier malese perde l’appello in tribunale per lo scandalo dei finanziamenti

Di tanto in tanto prendeva appunti assorbendo un duro verdetto della durata di un’ora che respingeva le sue difese, inclusa la sua affermazione secondo cui credeva che il denaro ricevuto fosse un dono della famiglia reale saudita per aiutare a finanziare la sua rielezione. Tuttavia, per la maggior parte del tempo, fissava dolcemente lo schermo di fronte a lui, conoscendo il suo destino.

Il giudice capo ha detto che Najib “ha deliberatamente chiuso gli occhi” e non ha tentato di determinare la fonte del denaro nel suo conto.

Najib, che è stato primo ministro dal 2009 al 2018, è stato incarcerato per 12 anni e multato di 210 milioni di ringgit quando è stato condannato nel luglio dello scorso anno, ma è stato tenuto fuori di prigione su cauzione di 2 milioni di ringgit durante il suo appello.

Nel frattempo, è rimasto una figura molto influente nella United Malays National Organization (UMNO), che ha ripreso la politica in Malesia, dopo che gli elettori lo hanno messo sotto accusa per l’affare 1MDB nel 2018 dopo sei decenni in carica.

Najib, che sostiene che le accuse contro di lui sono politicamente motivate, il mese scorso ha fatto campagna per un’elezione statale chiave a Malacca in cui la coalizione guidata dall’UMNO ha vinto il 75% dei seggi e ha schiacciato il blocco dell’opposizione guidato da Anwar Ibrahim.

Il risultato della frana ha alimentato ulteriori speculazioni secondo cui Najib potrebbe cercare di tornare come primo ministro se vince il suo appello e supera altre 35 accuse che dovrà affrontare nei processi futuri.

READ  Auckland, che Covid ha spento il mondo, è in cima alla lista delle migliori città da visitare di Lonely Planet | Auckland

La sentenza di mercoledì è un duro colpo per queste ambizioni, anche se il suo team legale ha immediatamente detto alla corte che avrebbe fatto appello alla corte federale e chiesto l’arresto della sua sentenza. Poco dopo, gli è stata concessa una moratoria con le stesse condizioni di cauzione.

Anche sua moglie, Rosma Mansur, è sotto processo dopo che la polizia malese ha sequestrato centinaia di borse, gioielli e altri oggetti di lusso in un raid nella loro casa dopo la sconfitta elettorale di Najib.

Rosma Mansur arriva in tribunale a Kuala Lumpur a febbraio.a lui attribuito:Agenzia per la protezione ambientale

La presunta mente dello scandalo, il finanziere malese Goh Lo, avrebbe vissuto a Macao per evitare di essere accusato in Malesia e negli Stati Uniti, sebbene non si sappia dove si trovasse.

Presumibilmente ha guidato una follia di spese di denaro 1MDB rubato in proprietà di fascia alta a New York, Los Angeles a Londra, su uno yacht di lusso di 91 metri e un jet privato, e per finanziare uno stile di vita ostentato a contatto con celebrità di Hollywood e film finanziati come The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese, prodotto dal figliastro di Najib Reza Aziz.

Scarica

Quando la frode di massa è emersa, Leonardo DiCaprio, l’attore protagonista di questo film, ha restituito alle autorità statunitensi i doni che aveva ricevuto da Joh Law, tra cui un dipinto di Picasso del valore di 3,2 milioni di dollari.

Nel 2017, la modella australiana Miranda Kerr ha restituito $ 8,1 milioni in gioielli che le sono stati regalati dall’uomo d’affari ora in funzione.

READ  L'incredibile immagine mostra la gravità dell'orribile problema di spedizione mondiale

Ricevi una nota diretta dal nostro straniero corrispondenti Su ciò che sta facendo notizia in tutto il mondo. Iscriviti alla newsletter settimanale What in the World qui.