Maggio 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’ex capo dell’ICC sollecita un mandato d’arresto globale per Putin

L’ex procuratore della Corte penale internazionale ha chiesto un mandato d’arresto internazionale russo Presidente Il presidente russo Vladimir Putin.

Carla del Ponte ha detto al quotidiano svizzero che Putin è un criminale di guerra Tempi bassi In un’intervista pubblicata durante la notte.

Nelle sue interviste ai media svizzeri in occasione della pubblicazione del suo ultimo libro, l’avvocato svizzera che ha supervisionato le indagini sui crimini di guerra presso la Corte penale internazionale in Ruanda, Siria ed ex Jugoslavia ha affermato che ci sono chiari crimini di guerra commessi in Ucraina.
Carla del Ponte, allora membro della Commissione Indipendente d’Inchiesta sulla Repubblica Araba Siriana, partecipa a una conferenza stampa presso la sede europea delle Nazioni Unite a Ginevra. (AFP)

Ha detto di essere stata particolarmente scioccata dall’uso delle fosse comuni nella guerra della Russia contro l’Ucraina, che ricorda le peggiori guerre nell’ex Jugoslavia.

“Vorrei non vedere mai più fosse comuni”, ha detto al giornale. Blake.

“Questi morti hanno persone care che non sanno nemmeno cosa è successo loro. Questo è inaccettabile”.

Altri crimini di guerra che ha identificato in Ucraina includono attacchi a civili, la distruzione di edifici civili e persino la demolizione di intere città.

Ha detto che l’indagine in Ucraina sarebbe stata più facile dell’indagine in Jugoslavia perché il paese stesso aveva richiesto un’indagine internazionale. L’attuale procuratore della Corte penale internazionale, Karim Khan, ha visitato l’Ucraina il mese scorso.

Se la CPI trova prove di crimini di guerra, ha detto, “dovresti risalire la catena di comando finché non arrivi a coloro che hanno preso le decisioni”.

Il presidente russo Vladimir Putin presiede una riunione del Consiglio di sicurezza tramite collegamento video presso la residenza di Novo Ogaryovo fuori Mosca. (AFP)

Ha detto che anche Putin sarebbe stato ritenuto responsabile.

Ha detto: “Non devi andartene, continua l’indagine. Quando l’indagine è iniziata con Slobodan Milosevic, era ancora il presidente della Serbia. Chi avrebbe mai pensato che un giorno sarebbe stato processato? Nessuno”. Blake.

Del Ponte ha aggiunto che dovrebbero essere condotte indagini su possibili crimini di guerra commessi da entrambe le parti, citando rapporti di accuse di tortura di alcuni prigionieri di guerra russi per mano delle forze ucraine.

READ  52 morti nell'esplosione di una miniera di carbone, decine di feriti in Russia