Febbraio 3, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’esercitazione internazionale Obangame Express 2023 dovrebbe iniziare > US Navy > Storie di cronaca

Condotto dalle forze navali degli Stati Uniti in Africa (NAVAF) e sponsorizzato dal Comando Africa degli Stati Uniti (AFRICOM), l’OE23 è progettato per migliorare la cooperazione regionale, le pratiche di condivisione delle informazioni e le competenze di interdizione tattica per migliorare le capacità collettive delle nazioni partecipanti per combattere illegali e operazioni non dichiarate, pesca illegale e altre attività marine illegali.

AFRICOM assiste i partner africani nella protezione della loro economia marittima al fine di garantire il continuo uso sostenibile delle risorse marine e consentire la sicurezza e la stabilità del commercio marittimo globale.

OE23, una delle tre esercitazioni regionali agevolate da NAVAF, offre opportunità di collaborazione per le forze africane e statunitensi e per i partner internazionali per affrontare problemi marittimi transnazionali congiunti. La collaborazione in corso sulla sicurezza marittima della NAVAF con i partner africani si concentra sulla sicurezza marittima aumentando la consapevolezza marittima, le capacità di risposta e le infrastrutture.

“L’esercizio Obangame Express 23 offre un’eccellente opportunità per migliorare la cooperazione regionale e condividere tattiche, tecnologie e procedure per scoraggiare le sfide alla sicurezza marittima transnazionale”, ha affermato l’ammiraglio Chase Patrick, direttore del quartier generale navale, NAVAF. Un ambiente marittimo sicuro, protetto ed economicamente prospero per gli stati africani costieri e la comunità globale”.

La Nigeria ospiterà gli esercizi quest’anno nella sua capitale, Lagos. L’esercitazione includerà anche numerosi eventi di addestramento in mare ea terra in tutto il Golfo di Guinea e nell’Atlantico meridionale, compresi scambi su tecniche di imbarco, operazioni di ricerca e soccorso, risposta a incidenti medici, comunicazioni radio e tecniche di gestione delle informazioni.

I 29 paesi in programma per partecipare a OE23 includono Angola, Benin, Brasile, Capo Verde, Camerun, Canada, Costa d’Avorio, Repubblica Democratica del Congo, Danimarca, Gabon, Gambia, Ghana, Guinea-Bissau, Italia, Liberia, Marocco , Namibia, Paesi Bassi, Nigeria, Polonia e Portogallo, Repubblica del Congo, Sao Tome e Principe, Senegal, Sierra Leone, Togo e Stati Uniti. Parteciperanno anche la Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (ECOWAS) e la Comunità economica degli Stati dell’Africa centrale (ECOWAS).

READ  La Germania è in testa mentre l'Europa scivola in recessione a causa della carenza di forniture

Per più di 80 anni, le forze navali europee-americane delle forze navali statunitensi in Africa (NAVEUR-NAVAF) hanno costruito relazioni strategiche con alleati e partner, costruendo su una base di valori condivisi per mantenere la sicurezza e la stabilità.

Con sede a Napoli, in Italia, NAVEUR-NAVAF gestisce le forze della US Navy nelle aree di responsabilità del Comando europeo degli Stati Uniti (USEUCOM) e del Comando africano degli Stati Uniti (USAFRICOM). La sesta flotta statunitense è assegnata in modo permanente a NAVEUR-NAVAF e utilizza la Marina per l’intera gamma di operazioni congiunte e navali.