Settembre 26, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Legalult pronto a prendere una “decisione politica” sul tunnel Quebec-Levis

François Legault ha affermato lunedì che un governo di coalizione del Quebec (CAQ) prenderebbe la “decisione politica” di costruire un tunnel a quattro corsie tra Quebec e Levis se gli studi attuali raccomandano diversamente.

Il Sig. Legault ha sottolineato che può ignorare le conclusioni che non erano coerenti con il progetto CAQ.

“Ci sarà prima uno studio tecnico e poi ci sarà una decisione politica”, ha detto in una conferenza stampa a Longueuil. Vogliamo che un ponte sia un’autostrada nell’Ile d’Orleans? Potrebbe essere possibile, ma non lo vogliamo. »

Il Sig. Legault ha già ribadito che l’attuale studio, le cui raccomandazioni sono attese all’inizio del prossimo anno, indica che il terzo collegamento ha quattro o sei percorsi.

Il capo del CAQ ha detto lunedì che sperava che la raccomandazione non scendesse in sei binari, una premessa che il suo governo ha già abbandonato. “Non la pensiamo così”, ha detto. Pensiamo che Four Passes sia il nostro progetto. »

Il Sig. Legault ritiene che lo studio determinerà come la sua versione del terzo collegamento tra le due metà è tecnicamente realizzata.

“Non capisco come tu non possa essere in grado di scavare tunnel”, ha detto. Saremo l’unico posto al mondo che non può tunnel? »

Il signor Legault ritiene che il budget di 6,5 miliardi di dollari del progetto dovrebbe essere confermato dagli studi.

“È un apprezzamento, saremo in grado di perfezionare quell’apprezzamento”, ha detto.

Sospetti di ingerenza politica

In Quebec, il leader del partito conservatore Eric Duhemy era furioso per il fatto che il signor Legault avesse già mostrato il suo desiderio di preservare la sua versione del progetto anche prima di ricevere le analisi richieste.

READ  Mostra: A Enghien-les-Bains, una mostra retrospettiva che mette in luce la storia degli effetti speciali

“Ci dice che è una decisione politica ancor prima che lo studio sia terminato e che conosce già le raccomandazioni prima che qualcuno ne parli e che non vuole rendere pubblici altri studi perché potrebbero andare contro quello che pensa, che è dove sta il problema.

Il Sig. Dahamy lunedì ha presentato due richieste di accesso alle informazioni al Ministero dei Trasporti del Quebec (MTQ) esortandolo a rendere pubblici, entro sette giorni, tutti gli studi che sono stati prodotti sul terzo progetto di collegamento e sullo stato del Pierre Ponte Laporte.

“Il ministero deve smettere di essere politico, per essere sfruttato dal CAQ”, ha affermato Dohemy durante una conferenza stampa davanti agli uffici della Fondazione in Quebec.

Il signor Dehim vuole sapere perché il governo CAQ ha abbandonato l’opzione bridge, un suggerimento sostenuto dal governatore. Per quanto riguarda il ponte Pierre Laporte, il Partito conservatore del Quebec è preoccupato per le sue condizioni sulla scia della rivelazione di Radio Canada in primavera che le sue linee si erano deteriorate.

Il Sig. Legalult ha respinto le accuse fatte dal Sig. Dehim di ingerenza politica in MTQ. “Il signor Dehim dice di nuovo sciocchezze”, ha detto.

Il sig. Legault ha affermato che tutti gli studi sul ponte Pierre Laporte saranno annunciati non appena saranno disponibili. Lo stesso per il terzo collegamento.

“Ci sono studi in corso e quando saranno completati saranno pubblicati”, ha detto.

approccio non scientifico

Il leader liberale Dominique Engled ha affermato che il suo avversario del CAQ stava “prendendo in giro i Quebecer” mantenendo il potere di prendere una decisione politica sull’episodio tre senza tenere conto dei consigli degli esperti.

READ  Aurelie Jean - L'algoritmologia non è manicheista

“Non gli importa della scienza, non gli importa dei fatti”, ha detto lunedì a Montreal. Ridendo costantemente di noi nel terzo episodio. Studi, non studi […] Un tunnel, due tunnel e un ponte. Voglio dire, sta ridendo di noi. »

Nella capitale, il sindaco del Quebec, Bruno Marchand, ha dichiarato che rifiuterà qualsiasi progetto non supportato da dati scientifici.

“Mi opporrei se mi venisse imposto senza potermi far conoscere i fatti e la scienza dietro, questo è certo”, ha detto.

Il Sig. Marchand ha sottolineato che il Sig. Legault dovrebbe assumere la dimensione politica della sua decisione se non affrontarla in modo più razionale.

“Possono prendere la loro decisione e, se lo fanno, la popolazione giudicherà i rischi se non ci sono fatti, dati, scienza che li aiutino a budget”, ha affermato.

Con Florence Maureen Martel e Sebastian Tangway

Vediamo nel video