Dicembre 7, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Le relazioni bilaterali tra Italia ed Emirati Arabi Uniti faranno un salto di qualità

SE Nicola Lehner, Ambasciatore d’Italia negli Emirati Arabi Uniti
Credito immagine: fornito

Come primo evento globale dopo lo scoppio della pandemia, Expo 2020 Dubai dovrebbe essere una piattaforma di eccezionale valore per riflettere sul ruolo della cooperazione come fattore chiave per migliorare la resilienza delle nostre società e la nostra capacità di affrontare le sfide globali, attraverso innovazione e connettività.

La mostra globale sottolineerà anche il forte ruolo degli Emirati Arabi Uniti come hub commerciale, finanziario e logistico per la più ampia regione del Medio Oriente, Nord Africa e Asia meridionale (MENASA) (Medio Oriente, Nord Africa e Asia meridionale) e il successo della sua modello di sviluppo basato sulla diversificazione, l’attrattiva e l’anticipazione verso il futuro, in un anno che segna il giubileo d’oro per l’unione.

Per l’Italia, la partecipazione a Expo 2020 Dubai sarà il principale progetto promozionale degli ultimi sei anni, non solo per l’ente di investimento fatto dal governo per costruire e gestire un padiglione spettacolare (in linea con il suo ruolo di “occupante” dopo la successo di Expo Milano 2015), ma anche per il profondo impegno di tutti i principali enti pubblici e privati ​​per portare a Dubai le migliori capacità italiane di creazione, innovazione e comunicazione per contribuire a rafforzare la ripresa e la resilienza delle nostre società.

“La bellezza connette le persone” è il motto del tema italiano di Expo 2020 Dubai. Sebbene la bellezza, come concetto classico, includa non solo ciò che è esteticamente gradevole, ma anche ciò che è corretto e utile per l’umanità, che oggi significa anche olistico e sostenibile. Questa è la bellezza che permea il paesaggio e l’architettura italiani unici, ma anche manifattura italiana e innovazione nei settori più avanzati (dalle energie rinnovabili alla gestione dei rifiuti, trattamento delle acque, spazio, mobilità sostenibile, scienze della vita, intelligenza artificiale e tecnologia agricola). Mostrando la bellezza della tecnologia italiana, infatti, il Padiglione Italia evidenzierà il contributo che l’Italia dà agli sforzi globali per migliorare la vita della nostra gente, proteggere il nostro pianeta e aumentare la nostra prosperità in modo completo e sostenibile, in linea con le priorità dell’Italia. come attuale presidente del G20.

In tal modo, l’Italia si baserà anche sulle sue profonde e ampie relazioni con gli Emirati Arabi Uniti in tutti i settori, dalla sicurezza al commercio, dalla scienza alla cultura. L’Italia e gli Emirati Arabi Uniti mantengono, infatti, un dialogo strategico sui principali fascicoli internazionali e regionali a livello di ministri degli Esteri. caratterizzato da uno scambio commerciale dinamico (nel 2020, gli Emirati Arabi Uniti sono stati il ​​primo mercato di esportazione italiano nella regione MENA, mentre l’Italia è stata il secondo fornitore degli Emirati Arabi Uniti nell’UE e tra i primi 10 al mondo); ricerca e tecnologia sempre più collaborative (oggi circa 70 scienziati italiani lavorano in università e centri di ricerca negli Emirati Arabi Uniti); Condivide un forte impegno per lo sviluppo del dialogo culturale (come sottolineato dalla costituzione del primo istituto di cultura italiano ad Abu Dhabi nei paesi del CCG).

Sono fiducioso che Expo 2020 Dubai rappresenterà una grande opportunità per fare un altro balzo in avanti nelle nostre relazioni bilaterali, attraverso una serie di iniziative, progetti, incontri ed esperienze che coinvolgeranno le nostre aziende, istituzioni, centri di ricerca e comunità, e questo terrà anche più dell’Esposizione Universale.

L’Ambasciata, insieme al Consolato Generale a Dubai, all’Istituto per il Commercio Estero, alla SACE, all’Istituto Italiano di Cultura, e in stretta collaborazione con l’Ufficio Italiano del Commissario Generale della Fiera, sono desiderose di facilitare e sostenere tutte queste attività e follow-up.

READ  Ola porterà lo scooter elettrico sul mercato internazionale quest'anno fiscale