Giugno 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Le migliori università di Sydney regrediscono nel QS World Rankings 2023

L’Australian National University, nell’ACT, è rimasta la numero uno nel paese, ma è scesa da 27 a 30.

Caricamento in corso

Il rapporto afferma che la La Trobe University di Victoria ha visto un “enorme aumento” nelle classifiche, aumentando di 46 posizioni a 316, e ha attribuito il miglioramento a un aumento significativo delle citazioni di ricerca. È stata anche l’unica università australiana a non subire un calo della sua reputazione, sulla base delle opinioni di 151.000 accademici.

Le università del paese sono rimaste indietro negli indicatori QS che misurano la percentuale di studenti e docenti internazionali, che è attribuita alla gestione da parte dell’Australia della pandemia di COVID-19 e della chiusura delle frontiere.

Anche l’Australia ha sottoperformato nella misurazione delle sue risorse didattiche e del rapporto tra studenti e personale, con questa metrica in calo dell’84% delle università. Solo tre università locali sono tra le prime 500 università del mondo.

Caricamento in corso

Ma il professor Andrew Norton, esperto di istruzione superiore presso l’Australian National University, ha affermato che le classifiche QS non erano rappresentazioni accurate delle prestazioni dell’università.

“Ci sono molte opinioni su di loro e non fatti concreti su quello che è successo”, ha detto. “Forse è solo a questo punto che la percezione dell’Australia è diventata negativa a causa della nota dipendenza dalle entrate internazionali”.

Per l’undicesimo anno consecutivo, il MIT è in testa alla classifica QS, che comprende 1.418 istituzioni in tutto il mondo. L’Università di Cambridge è salita al secondo posto mentre la Stanford University è rimasta al terzo posto. L’Università di Oxford è scivolata di due posizioni per essere classificata al 4 ° posto a livello globale, mentre l’Università di Harvard è stata nuovamente classificata al 5 ° posto.

READ  Boris Johnson terrà colloqui con gli alleati per riportare la Russia sull'orlo del baratro | Ucraina

Il vice-cancelliere dell’Università di Sydney, Mark Scott, ha affermato che l’istituto ha ottenuto ottimi risultati per mantenere il suo terzo posto in Australia.

“Mi congratulo con la facoltà e i professionisti dell’università per questo forte risultato e per il fatto che è stato ottenuto durante la grave interruzione dell’epidemia”, ha affermato. “È una testimonianza della loro dedizione e del loro duro lavoro ei beneficiari immediati sono i nostri studenti e la comunità più ampia”.

Il vice-cancelliere dell’Università del New South Wales, il professor Attila Prongs, che si è classificato quarto nel paese, ha dichiarato: “Questo risultato è un riconoscimento da parte dei nostri colleghi accademici e della più ampia comunità dello standard del nostro lavoro e degli sforzi del nostro personale per migliorare la qualità attraverso una ricerca innovativa e rivoluzionaria con impatto globale”.

La newsletter Morning Edition è la nostra guida alle notizie, analisi e approfondimenti quotidiani più interessanti. Registrati qui.