Agosto 9, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Le immagini satellitari avanti e indietro mostrano come il fiume Bo in Italia si sia contratto tra il 2020 e il 2022

Le immagini satellitari condivise dall’Agenzia Spaziale Europea d’Italia sul fiume Bo mostrano l’impatto della siccità sulla regione. Il fiume Po, il fiume più lungo d’Italia, raggiunge livelli d’acqua bassi dopo diversi mesi senza troppe piogge.

È il più grande serbatoio d’acqua dolce ed è utilizzato principalmente dagli agricoltori. Secondo l’Osservatorio del fiume Bo, alcune aree non hanno ricevuto pioggia per più di 110 giorni.

Il fiume sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni. Nella situazione attuale molte parti dell’ampio acquedotto settentrionale si sono completamente prosciugate.

Leggi di più | Palle di fuoco sul fiume Mekong in Thailandia: eventi indescrivibili

Il fiume Bo è lungo 652 km e scorre da ovest a est attraverso la valle di Bo. Con una superficie di circa 71.000 kmq detiene il record di bacino idrografico più grande d’Italia.

Queste inquietanti immagini satellitari mostrano parte della Valle del Bo vicino a Piacenza. Le immagini rivelano come il fiume si sia contratto in modo significativo tra giugno 2020 e giugno 2022.

Gli altri fiumi che attraversano l’Italia centrale in questo periodo dell’anno sono molto più bassi del normale, secondo l’Autorità dipartimentale (ANBI). L’autorità ha aggiunto che l’attuale crisi mette in evidenza gli “effetti del cambiamento climatico sulla penisola”.

Molte parti dell’Europa occidentale hanno sperimentato crescenti timori per i cambiamenti climatici nell’ultima settimana, che sono scesi a temperature insolitamente calde.

Leggi di più | Lo studio mostra che i virus possono sopravvivere fino a tre giorni in acqua pulita combinando microplastiche

Due giorni fa, il sindaco di Milano ha annunciato che le fontane della città del nord Italia sarebbero state chiuse a causa delle restrizioni idriche imposte a causa della siccità.

READ  Nel XIV secolo in Italia un monaco scrisse dell'America

Il giorno dopo che la vasta area lombarda ha dichiarato lo stato di emergenza fino al 30 settembre, Pepe Salah ha annunciato le misure, consigliando ai sindaci di ridurre il consumo di acqua non essenziale.

In un comunicato, il sindaco di Milano ha affermato che l’ordinanza di emergenza includeva “la chiusura di tutte le fontane ad eccezione di animali e piante e canali di irrigazione nei laghi e nei parchi cittadini”.

Dai un’occhiata a WION Live qui

puoi Scrivi subito a wionews.com Ed entra a far parte della comunità. Condividi le tue storie e idee con noi Qui.