Novembre 27, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Le forniture di mazze da cricket sono minacciate in India quando gli agricoltori del Kashmir passano all’industria del compensato di salice

File di negozi espongono eleganti pile di legno di salice lungo un’anonima autostrada nel villaggio di Sangam, nel Kashmir, controllato dagli indiani.

Dietro i negozi ci sono piccole unità di produzione, dove il salice viene trasformato a mano in mazze da cricket che trovano la loro strada in India e nelle nazioni che giocano a cricket in tutto il mondo.

Tuttavia, in futuro, questi pipistrelli diventeranno probabilmente difficili da ottenere.

Le piantagioni di salici in diminuzione nel Kashmir stanno colpendo la famosa industria delle mazze da cricket della regione e rischiano di fornire mazze da cricket in India, dove lo sport è molto seguito.

L’industria impiega più di 10.000 persone e produce circa un milione di pipistrelli ogni anno.

La maggior parte viene venduta ai turisti indiani, mentre il resto viene esportato nelle città indiane e in altri paesi.

Un giovane in maglietta e jeans che indossa una palla da cricket su una mazza davanti a un vecchio in uno showroom di mazze da cricket.
Azhar Bhatt mostra la qualità dei pipistrelli al cliente nel suo showroom a Sangam.(Foto Associated Press: Dar Yassin)

“Non ci sarà produzione di mazze in Kashmir nei prossimi anni se la carenza continua”, ha affermato Fouz Kabir, proprietario di una società che esporta mazze da cricket.

Kabir ha affermato che la domanda di pipistrelli salice dal Kashmir è aumentata dopo il loro debutto internazionale durante la Coppa del Mondo T20 a Dubai lo scorso anno.

Un giovane porta una pila di semplici mazze da cricket in legno su una fila di mazze allineate in una fabbrica di pipistrelli.
Imran Malik detiene mazze da cricket incompiute in una fabbrica ad Awantipura.(Foto Associated Press: Dar Yassin)

Gli inglesi introdussero decine di migliaia di imponenti salici nella pittoresca regione himalayana all’inizio del XIX secolo per mantenere una scorta di legna da ardere durante i rigidi inverni del Kashmir.

Decenni dopo, gli abitanti del villaggio della zona iniziarono a piantare l’albero in abbondanza e ad usare il suo legno per produrre mazze da cricket.

Tre uomini si trovano in una postazione di lavoro individuale in mezzo a pile di semplici mazze da cricket in legno in un'officina.
L’industria della mazza da cricket in Kashmir impiega oltre 10.000 persone.(Foto Associated Press: Dar Yassin)

Tuttavia, nel corso degli anni, gli agricoltori della zona hanno coltivato pioppi anziché salici.

Il pioppo in rapida crescita è favorito dalla fiorente industria del compensato.

“Gli alberi vengono abbattuti in gran numero e nessuno li pianta di nuovo”, ha detto Kabir.

Un piccolo gruppo di uomini sta lavorando su un albero marrone alto e snello in una foresta sparsa.
I salici furono introdotti per la prima volta nel Kashmir dai coloni britannici all’inizio del XIX secolo.(Foto Associated Press: Dar Yassin)

Il problema non dovrebbe interessare la maggior parte dei giocatori internazionali, che tendono a utilizzare mazze realizzate con salice inglese importato.

Tuttavia, colpirà i giocatori regionali e gli amanti del cricket che usano le mazze del Kashmir a prezzi accessibili.

AP

READ  Continua a salutare Olivia Newton-John. Continua lo sciopero industriale sul treno di Sydney; Matt Keane diventa vice capitano del NSW; L'FBI ha preso d'assalto la casa di Trump a Mar-a-Lago; Svelato il piano economico di ACTU