Ottobre 1, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Le esportazioni di petrolio russo fluiscono silenziosamente verso gli acquirenti europei con l’avvicinarsi delle sanzioni

  • I dati di Bloomberg hanno mostrato che le spedizioni di petrolio russo nel Mediterraneo sono recentemente aumentate.
  • I porti in Italia e Turchia hanno visto un leggero aumento delle importazioni di greggio russo, raggiungendo i massimi plurisettimanali a partire da agosto.
  • Un divieto parziale dell’UE sul greggio russo entrerà in vigore alla fine dell’anno.

Il petrolio greggio russo è fluito silenziosamente nel Mediterraneo nelle ultime settimane mentre gli acquirenti acquistano barili prima di un divieto parziale dell’UE.

Secondo i dati tracciati da BloombergI flussi di greggio russo verso l’Italia hanno raggiunto il massimo di sette settimane e le spedizioni in Turchia hanno raggiunto il massimo di sei settimane nei sette giorni precedenti al 5 agosto.

La Spagna ha accettato la sua prima consegna di greggio Ural in quattro mesi e la stessa miscela si è trasferita dal Mar Baltico alla Grecia per la prima volta da febbraio. Allo stesso tempo, sono diminuite le spedizioni ai clienti del nord Europa.

Mentre l’Unione Europea prevede di tagliare le importazioni marittime di petrolio russo entro la fine di quest’anno, l’aumento dei flussi in agosto indica la sfida che gli europei dovranno affrontare per trovare risorse alternative.

Le spedizioni agli acquirenti europei hanno raggiunto il massimo in cinque settimane di 1,38 milioni di barili al giorno, anche se questo è ancora in calo da 1,85 milioni di barili al giorno prima che la Russia invadesse l’Ucraina.

Nel frattempo, la Russia continua a inviare circa 1,75 milioni di barili al giorno in Asia, anche se i flussi sono diminuiti da quando ha esportato 2,1 milioni di barili al giorno in aprile e maggio.

READ  Borse europee aperte alla chiusura, utili, dati e il World Economic Forum di Davos

Le navi mercantili nascondono anche la fonte del minerale per consentire alle merci sanzionate di continuare a fluire.

Un rapporto separato di Bloomberg ha indicato che la Russia ha trovato un modo per coprire le sue tracce tra le restrizioni occidentali attraverso un porto egiziano, mescolando barili da luoghi diversi.