Novembre 28, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Le esportazioni cinesi rimangono forti, l’eccedenza commerciale supera i 110 miliardi di dollari

CinaLe esportazioni egiziane sono rimaste forti in ottobre, un segnale positivo per un’economia che cerca di superare le carenze energetiche e COVID-19 focolaio della malattia.

L’agenzia doganale del paese ha dichiarato che le esportazioni sono state pari a 406 miliardi di dollari australiani, in aumento del 27,1% rispetto allo scorso anno.

Questo è sceso da un aumento del 28,1% a settembre, ma è ancora in buona salute. Le importazioni sono arrivate a 291,7 miliardi di dollari australiani, con un aumento del 20,6%.

Gli agenti di ispezione dell’immigrazione in Cina in abiti protettivi camminano vicino a una nave portacontainer in un porto di Qingdao, nella provincia di Shandong, nella Cina orientale. (AFP)

Le esportazioni e le importazioni sono molto più elevate rispetto a un anno fa, quando la maggior parte del mondo era nel bel mezzo della pandemia di COVID-19, ma c’è una diffusa preoccupazione che i venti contrari economici stiano rallentando la crescita.

La seconda economia mondiale è cresciuta del 4,9% nei tre mesi fino a settembre, in calo dal 7,9% del trimestre precedente.

L’eccedenza commerciale della Cina a ottobre è stata di 114,3 miliardi di dollari australiani, ha affermato l’agenzia doganale, rispetto ai 90,3 miliardi di dollari australiani del mese precedente. L’avanzo con gli Stati Uniti è leggermente diminuito a 55 miliardi di A$, rispetto ai 56,8 miliardi di A$ di settembre. Con l’Unione Europea, era di 35 miliardi di A$.

Cina e Stati Uniti sono impantanati in una guerra commerciale che risale all’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump.

Un lavoratore di una società di consegne privata, che indossa una maschera facciale, smista i pacchi nel suo centro di distribuzione a Pechino.
Un lavoratore di una società di consegne privata, che indossa una maschera facciale, smista i pacchi nel suo centro di distribuzione a Pechino. (AFP)

Gli Stati Uniti hanno imposto dazi sui prodotti cinesi e la Cina ha reagito con dazi sui prodotti americani. La rappresentante per il commercio degli Stati Uniti, Catherine Tay, ha dichiarato il mese scorso che prevede di avere conversazioni franche con le sue controparti cinesi sulle loro differenze.

L’economia cinese è stata colpita da rigide restrizioni governative legate al COVID-19, che hanno ridotto i viaggi interni e la domanda dei consumatori, e la carenza di energia che ha ridotto la produzione in fabbrica. I regolatori stanno anche reprimendo gli sviluppatori immobiliari carichi di debiti, rallentando il mercato immobiliare.

READ  Cinque morti quando una mongolfiera colpisce una linea elettrica e si schianta in una strada nel New Mexico