Maggio 12, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Le e-mail di Steve Jobs e dei dirigenti di Apple rivelano che la frattura su Facebook dura da un decennio.

Andrew Harrier | Bloomberg | Getty Images

Una catena di email rivelata da Epic Games come parte della causa legale contro di essa una mela Fornisce un contesto precedente sulla battaglia di Facebook con Apple tramite il suo app store.

Ultimo agosto, Il sito di social networking Facebook Ha detto che le regole dell’app store di Apple impediscono di avviare l’app di gioco di Facebook per iPhone nel modo desiderato.

Il direttore delle operazioni di Facebook Sherrill Sandberg ha affermato che la società ha dovuto rimuovere la parte dell’app che stava giocando – il punto dell’app – per ottenere l’approvazione per l’Apple App Store per i dispositivi iPhone.

Ora, le e-mail tra tre ex dirigenti Apple, tra cui Steve Jobs, del 2011 mostrano che un conflitto simile tra Apple e Facebook era probabilmente parte della ragione del ritardo nel rilascio dell’app Facebook per iPad più di dieci anni fa.

L’iPad di Apple è stato introdotto nel 2010, ma Facebook non ha rilasciato un’app fino all’ottobre 2011. Tra queste due date, anche un ingegnere di Facebook. Termina con un post sul blog pubblico, Citando il ritardo nel rilascio dell’app in parte dovuto a “un rapporto teso con Apple”.

Nel luglio 2011, Scott Forstel, allora capo del software di Apple, ha inviato un’e-mail all’ex chief marketing officer di Apple Phil Schiller e Jobs. Nel messaggio, ha detto di aver parlato con Mark – molto probabilmente il CEO di Facebook Mark Zuckerberg – dell’app Facebook per iPad.

Ha scritto di aver detto a Mark che Facebook non dovrebbe includere “app incorporate” nella sua app Facebook per iPad.

READ  Google Pixel Buds A-Series è stato accidentalmente rivelato in un tweet ufficiale

Forstall ha scritto: “Non sorprende che non fosse contento di questo dato che considera queste app parte dell ‘” esperienza completa di Facebook “e non è sicuro che dovrebbero eseguire l’app per iPad senza di essa.”

A quel tempo, Facebook stava trasformando il suo social network in una piattaforma per giochi e app. Il più famoso di questi è Farmville, un gioco in cui gli utenti tendono a fare giardinaggio all’interno dei propri account Facebook.

Facebook voleva che Apple scendesse a compromessi. Mark ha suggerito, secondo Forrestal:

  • Facebook può eliminare la directory delle app nell’app Facebook, nemmeno i collegamenti.
  • Facebook può impedire l’esecuzione di app di terze parti in una “visualizzazione Web incorporata” o essenzialmente un browser all’interno dell’app Facebook.
  • Facebook voleva che Apple consentisse i post degli utenti nel loro feed di notizie relative all’app. Forstall ha scritto che quei post erano stati filtrati in quel momento, perché toccarli non avrebbe fatto nulla.
  • Facebook ha suggerito che facendo clic su uno di questi collegamenti all’app nel feed si convertirà l’utente in un’app nativa o lo porterà all’app store, se esistente, o lo collegherà a Safari, il browser web dell’iPhone.

Jobs, all’epoca CEO di Apple, rispose dal suo iPad: “Sono d’accordo – se cancelliamo la terza proposta di Fecebooks sembra ragionevole.

Tre giorni dopo, Forstall ha continuato, dicendo di aver avuto una lunga chiacchierata con Mark e che Facebook non aveva gradito la controproposta di Apple di bloccare il collegamento delle app di Facebook a Safari.

Ma secondo Mark, non esiste un modo chiaro per distinguere tra poker e The New York Times. Entrambi sono sviluppatori di Facebook e forniscono l’integrazione con Facebook “.

READ  Age of Empires 4 è tornato con un nuovo gameplay e una nuova grafica

Schiller, che è stato a capo del marketing di Apple fino allo scorso anno e gestisce l’Executive Review Board di Apple che ha chiamato per vedere se le app approveranno Apple, ha riassunto la posizione di Apple.

“Non capisco perché volessimo farlo”, ha scritto Schiller. “Tutte queste applicazioni non saranno originali, né avranno una relazione o una licenza con noi, né le esamineremo, né useranno le nostre API o strumenti, né useranno i nostri negozi, ecc.”

Quando l’app Facebook su iPad è stata finalmente lanciata, Egli ha detto Non sosterrà la propria valuta di credito su iOS per app come Farmville, un compromesso simile a quello che hanno discusso i dirigenti di Apple.

Negli ultimi anni, la rivalità tra i due vicini e la Silicon Valley Può surriscaldarsi. L’attuale CEO di Apple, Tim Cook, ha preso scatti leggermente sporgenti della gestione della privacy degli utenti da parte di Facebook e ha utilizzato Facebook come esempio di una funzione recente per chiedere alle app di “non essere tracciate”.

Facebook ha lanciato una campagna pubblicitaria per dire che le funzionalità per la privacy del produttore di iPhone danneggiano le piccole imprese. Ha inoltre continuato a modificare le politiche dell’Apple App Store. Critica Apple App Store addebita il 30% per gli eventi online e in più Reclami sull’app di gioco.

Facebook non fa parte dell’argomento di Epic Games nella sua battaglia legale contro Apple e le sue politiche dell’App Store. Il processo è iniziato lunedì e dovrebbe durare tre settimane.