Maggio 15, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’avvocato ha chiesto un nuovo processo dopo che è apparsa la foto del giurato

L’ex agente di polizia Derek Chauvin ha chiesto un nuovo processo dopo la sua condanna per l’omicidio di George Floyd il mese scorso, accusando la giuria di “cattiva condotta”.

La richiesta arriva dopo che una foto di un giurato, Brandon Mitchell, è apparsa in una maglietta nera durante una protesta a Washington, DC, lo scorso agosto.

La dimostrazione includeva discorsi di membri della famiglia del signor Floyd.

Ad aprile, la giuria di 12 persone Fu dichiarato all’unanimità colpevole di Chauvin Omicidio intenzionale di secondo e terzo grado e omicidio colposo di secondo grado.

L’ex ufficiale è stato fotografato inginocchiato sul collo del signor Floyd, un uomo afroamericano disarmato, per nove minuti e 29 secondi, posizione che ha mantenuto nonostante le suppliche del signor Floyd di non poter respirare.

In una nuova causa oggi, l’avvocato difensore Eric Nelson ha detto che il giudice Peter Cahill ha “abusato” della sua discrezione rifiutandosi di spostare il processo in una sede diversa. Si è anche presentato per un nuovo processo per cattiva condotta da parte della giuria.

Relazionato: Derek Chauvin viene ritenuto colpevole di aver ucciso George Floyd

Il signor Mitchell, 31 anni, ha partecipato a una manifestazione nella capitale degli Stati Uniti il ​​28 agosto per commemorare il 57 ° anniversario di marzo a Washington, dove il dottor Martin Luther King Jr. ha tenuto il suo famoso discorso “I Have a Dream”.

La sua foto, apparsa questa settimana, lo mostra con due dei suoi cugini, che indossano una maglietta sul viso del dottor King e le parole: “Solleva il ginocchio dal nostro collo”.

READ  Gli alpinisti sull'Everest muoiono per la prima volta durante la stagione dell'arrampicata

La difesa sosterrà che la foto è la prova che Mister Mitchell non era un giurato neutrale.

Durante la fase di selezione della giuria per il processo di Chauvin, ai potenziali giurati è stato chiesto di rispondere a un sondaggio di 14 pagine che misurava le loro opinioni su diversi argomenti, tra cui il movimento Black Lives Matter.

Comprendeva domande sulla loro partecipazione alle proteste contro la brutalità della polizia.

“Lei o qualcuno vicino a lei ha partecipato a qualche manifestazione o manifestazione contro la brutalità della polizia che ha avuto luogo a Minneapolis dopo la morte di George Floyd?” Ha posto una delle domande.

“A parte quello che ho descritto sopra, lei o qualcun altro vicino a lei ha partecipato alle proteste sull’uso della forza da parte della polizia o sulla brutalità della polizia?” Un altro ha chiesto.

Il signor Mitchell ha risposto “no” a entrambe le domande. Durante la selezione della giuria, ha anche detto all’avvocato difensore Eric Nelson che aveva un’opinione “molto positiva” sulla questione della vita dei neri e che conosceva alcuni “grandi uomini” che erano agenti di polizia.

Ha detto che era in grado di rimanere imparziale come giurato.

Parlando con Star TributeSignor Mitchell Ha insistito sul fatto di essere sincero Durante tutto il processo, ha detto che la passeggiata è stata un “100 percento no” per il signor Floyd in particolare.

Ha detto: “Non sono mai stato nella capitale”.

“La possibilità di andare nella capitale, la possibilità di essere intorno a migliaia di neri. Ho pensato che fosse una buona occasione per far parte di qualcosa.

READ  Ai pazienti COVID in India è stato chiesto di andare negli ospedali dell'esercito poiché il paese ha più carenze e registrazioni di casi

“Era direttamente correlato alla carriera di Martin Luther King a Washington sin dagli anni ’60”.

Raccontare WCCO Era al raduno a sostegno dell’aumento dell’affluenza alle urne nelle elezioni presidenziali del 2020 tra Donald Trump e Joe Biden.

Ad ogni modo, ha detto, “stavo andando a Washington, DC per partecipare a questo evento, anche se George Floyd era ancora vivo”.

Ha detto l’avvocato per i diritti civili Brian Dunn Washington Post Era una foto di Mister Mitchell “.Indubbiamente, suggerisce un possibile pregiudizio In questa giuria. “

Il giudice Cahill dovrà ora determinare se il signor Mitchell “ha mentito o non ha fornito risposte complete sul fatto che avesse partecipato all’attività, o se avesse affiliazioni con la Black Lives Matter oltre al semplice indossare la maglietta”, ha detto Mr. Dan ha aggiunto.

“Se si stabilisce che il giurato non ha fornito una completa divulgazione alla difesa, la questione diventa quindi se questa mancanza di franchezza viola il diritto del signor Chauvin a un processo equo”.

Le accuse per Chauvin hanno una pena massima rispettivamente di 40, 25 e 10 anni.

Ma Chauvin, che non aveva precedenti penali, non sarebbe stato imprigionato così a lungo. Secondo le Linee guida per la condanna del Minnesota, la pena predefinita per ciascuno degli accusati di omicidio è di 12,5 anni e quattro anni per omicidio colposo.

Al giudice è data una certa discrezionalità per deviare da queste linee guida, nel qual caso il pubblico ministero ha indicato che difenderà “circostanze aggravanti”, che potrebbero giustificare una sentenza più dura.

Tali circostanze potrebbero includere il trattamento da parte di Chauvin del signor Floyd con particolare crudeltà e abuso del suo potere di agente di polizia.

READ  Donald Trump fa saltare in aria il presidente sudcoreano per aver detto di essere stato un `` fallimento '' nei colloqui di Kim Jong Un