Maggio 21, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Australia meridionale registra due morti per COVID-19, poiché il Labour accusa il Premier di “dirottare” gli aggiornamenti dei casi

L’Australia Meridionale ha registrato altri due decessi legati al COVID nell’ultimo periodo di riferimento: entrambe donne di 80 anni.

Il numero di nuovi casi è di 1.289, una cifra leggermente inferiore rispetto a ieri.

Ci sono 218 persone in ospedale con il virus, di cui 16 in terapia intensiva e quattro persone che necessitano di un ventilatore.

Il numero totale di casi attivi è di 16.041, un’altra leggera riduzione.

Gli ultimi casi mortali portano a 127 il numero di decessi legati al COVID in SA dall’inizio della pandemia.

All’inizio di oggi, l’opposizione delle SA ha accusato il Premier di “politicizzare palesemente” la pandemia di COVID-19 accoppiando annunci di progetti pre-elettorali con aggiornamenti quotidiani dei casi.

In una conferenza stampa questa mattina, il premier Steven Marshall ha delineato per la prima volta i dettagli di un aumento dei finanziamenti per l’ammodernamento di una strada suburbana prima di fornire dati preliminari sui nuovi casi.

“Abbiamo ulteriormente ridotto i casi positivi nell’Australia meridionale, questa è un’ottima notizia”.

Nelle conferenze stampa delle ultime quindici giorni, la consegna di informazioni COVID è stata preceduta da annunci su progetti di trasporto, politica educativa e un’unità di breve durata al Modbury Hospital.

I laburisti hanno accusato il Premier di “dirottare gli aggiornamenti quotidiani di COVID-19” in vista delle elezioni di marzo, dicendo che il governo era “decisamente deciso a continuare a utilizzare la pandemia per scopi politici”.

“Il Premier ha politicizzato in modo palese la gestione della pandemia qui nell’Australia meridionale”, ha affermato il tesoriere ombra Stephen Mullighan.

“L’abbiamo visto negli ultimi due mesi.

Il governo SA ha rifiutato di commentare in risposta a tale accusa.

Mullighan ha anche fatto riferimento ai commenti del deputato liberale Nick McBride sulla riapertura del confine di novembre, nonché a un’e-mail trapelata dalla lobby degli hotel di SA in cui era implicito che, in una riunione, il Premier aveva affermato che avrebbe cercato di persuadere il commissario di polizia per revocare le restrizioni sui luoghi di ospitalità.

Il Premier della SA Steven Marshall nel corso di una conferenza stampa.
Il premier della SA Steven Marshall ha annunciato il finanziamento della strada prima dei numeri COVID.(Notizie ABC)

Il direttore generale dell’Australian Hotels Association (AHA) Ian Horne ha successivamente chiarito che le parole nell’e-mail erano sue, non del Premier, e oggi il signor Marshall ha respinto con enfasi i suggerimenti che fosse stato raggiunto un accordo.

Il Premier ha affermato che il governo si era già impegnato in un pacchetto di sostegno “il più generoso del Paese” per le imprese, compresa l’ospitalità.

Ha detto che il lavoro per allentare ulteriormente le restrizioni sarà condotto nei prossimi giorni.

“Prenderemo in considerazione un’ulteriore modellazione all’inizio di questa settimana prima delle decisioni che saranno annunciate alla fine della settimana”, ha affermato.

Il sindacato delle ambulanze inizia l’azione sindacale

Nel frattempo, il sindacato di stato ha avviato un’azione sindacale dopo l’interruzione dei negoziati con il governo.

La scritta sul lato di un'ambulanza dice
La vertenza sindacale è in corso dal 2019.(In dotazione: Associazione Impiegati Ambulanze)

Le tensioni tra le due parti sono aumentate nelle ultime settimane, con la SA Ambulance Employees Association (AEA) che ha espresso preoccupazione per l’impatto del COVID-19 sui livelli delle risorse e sui tempi di risposta.

I paramedici smetteranno di compilare le schede dei casi per i pazienti portati in ospedale, il che significa che il servizio di ambulanza SA (SAAS) non sarà in grado di addebitarli.

“Chiunque riceva il trasporto in ambulanza in ospedale… non riceverà una fattura per quei servizi”, ha detto il segretario dell’AEA Leah Watkins.

La mossa arriva dopo che il governo ha deferito la lunga controversia sindacale al tribunale del lavoro dello stato.

“Ambos sono passati quattro anni senza un aumento di stipendio e vorrebbe semplicemente che un’offerta fosse sul tavolo e non è il caso”, ha detto la signora Watkins.

“Questo governo ha perseguito un’agenda piuttosto ostile in termini di voler togliere sanzioni, indennità e condizioni ai membri”.

La segretaria della SA Ambulance Employees Association Leah Watkins.
Leah Watkins ha detto che i pazienti trasferiti in ospedale non sarebbero stati fatturati.(Notizie ABC)

Ma il Premier ha detto che il SAAS era il “servizio di ambulanza più finanziato nell’Australia continentale” e l’arbitrato che ora era l’unica opzione.

“Avremmo dovuto raggiungere un accordo ormai. Non sono stati soddisfatti di ciò che abbiamo proposto”, ha detto.

“Il sindacato non è ancora soddisfatto, quindi penso che l’unica linea d’azione ora sia affidarla all’arbitro indipendente”.

Spazio per riprodurre o mettere in pausa, M per disattivare l’audio, frecce sinistra e destra per cercare, frecce su e giù per il volume.

Riproduci video.  Durata: 2 minuti 3 secondi

I dati mostrano che molti australiani più anziani non hanno avuto il loro richiamo

Caricamento modulo…

READ  Perché non puoi indossare il verde sul London Eye?