Dicembre 7, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Australia ha lasciato un giro di vuoti mentre gli Stati Uniti e la Cina cercano di migliorare le relazioni

“Ciò avrà un impatto positivo oltre il solo rapporto bilaterale tra Australia e Stati Uniti, ma anche sull’intero fronte della contrattazione collettiva globale in Cina”.

Il principio di guidare la politica cinese nella regione, non importa quanto nobile, è chiedere a molte aziende australiane che resistono a scioperi da 20 miliardi di dollari, da studenti cinesi sotto attacchi razzisti e australiani bloccati nelle carceri cinesi.

Ci sono danni collaterali alle pedine geopolitiche ora in corso e l’Australia è improvvisamente esposta.

Martedì il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha quasi incontrato il presidente cinese Xi Jinping. a lui attribuito:AP

Kurt Campbell, coordinatore indo-pacifico di Biden Sydney Morning Herald e età Editore Internazionale Peter Harcher Lo scorso marzo, gli Stati Uniti non erano disposti a migliorare le loro relazioni con la Cina mentre uno “stretto e caro alleato” era sotto qualche forma di coercizione economica.

Entro luglio questa sensazione Con una dose di realpolitik. “Non sono così sicuro [China] Chiamando l’Australia “a stabilirsi per molto tempo”, Campbell ha detto di avere il pensiero strategico di tornare a un diverso tipo di diplomazia verso l’Australia per il momento.

L’incontro tra Biden e Xi ha coperto un terreno vitale. Ancora più importante, le grandi potenze hanno ora avviato un dialogo sul controllo degli armamenti, un percorso che potrebbe portare entrambe le parti ad accettare di evitare la distruzione reciproca. Hanno anche discusso di questioni relative ai diritti umani nello Xinjiang, in Tibet ea Hong Kong e hanno concordato di mantenere lo status quo a Taiwan. Solo due giorni prima, il ministro della Difesa australiano Peter Dutton aveva inviato le forze di difesa australiane nell’isola democratica.

READ  Sette gatti spagnoli hanno mangiato metà del loro corpo dopo la loro morte per il virus Corona e si sono decomposti nel loro appartamento per diversi mesi

Nessun altro paese, ad eccezione del Giappone, la cui isola più meridionale è a soli 150 chilometri da Taipei, ha fatto un simile impegno. Gli Stati Uniti ora hanno il sostegno militare australiano per una guerra che non vogliono.

Gli Stati Uniti si aspettano il sostegno di Canberra dopo l’accordo sul sottomarino nucleare AUKUS, ma Biden ha offerto poco in cambio nell’incontro di martedì con Xi. Non c’è stata alcuna pressione pubblica per allentare le sanzioni commerciali sulle merci australiane.

Come Dutton, Biden si è concentrato sull’ottica a casa.

“E’ stato chiaro sulla necessità di proteggere i lavoratori e le industrie americane dal commercio sleale e dalle pratiche economiche della Repubblica popolare cinese”, si legge nella dichiarazione della Casa Bianca.

Fare affidamento solo sugli Stati Uniti “non è intelligente”, ha affermato Wang Yue, professore di relazioni internazionali alla Renmin University e membro del Partito Comunista.

“L’Australia ha bisogno di pensare al suo vantaggio comparativo nella nuova era della globalizzazione”, ha detto in un’intervista da Pechino.

La sua economia è strettamente legata all’Asia, quindi collocare sottomarini nucleari nel Mar Cinese Meridionale per contenere la Cina è molto pericoloso. Le relazioni tra Cina e ASEAN beneficiano della fiducia reciproca. L’Australia può imparare da questo”.

Scarica

Affinché Pechino possa rispondere al telefono, ha detto Wang, Canberra ha bisogno di inviare un messaggio positivo “per assicurarsi che la Cina creda che l’Australia sia ora seriamente intenzionata a migliorare le nostre relazioni”.

Nessun ministro australiano ha avuto contatti con le controparti cinesi per più di 18 mesi.

Cosa ci vorrà?

“L’Australia ha davvero bisogno di accettare l’ingresso della Cina nel TPP”, ha detto Wang.

READ  La Marina indonesiana trova oggetti da un sottomarino perduto, senza alcuna speranza di trovare sopravvissuti

Anche la Cina deve fare qualcosa per migliorare le nostre relazioni con l’Australia. Entrambe le parti devono avvicinarsi, non solo bruciarsi a vicenda. L’Australia ha problemi di sicurezza nazionale per la Cina. Hanno bisogno di un dialogo sulla sicurezza bilaterale o trilaterale con gli Stati Uniti e la Cina”.

Pechino segue da vicino le elezioni australiane. Il voto, che dovrebbe svolgersi entro maggio del prossimo anno, offre la possibilità di ripristinare i rapporti tra Australia e Cina in caso di elezione di un governo laburista.

“Se Morrison deve essere rieletto, dovrebbe pensare al lungo termine”, ha detto Wang.

Ricevi una nota diretta dal nostro alieno corrispondenti Su ciò che sta facendo notizia in tutto il mondo. Iscriviti alla newsletter settimanale What in the World qui.