Maggio 22, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Australia ha chiuso l’ambasciata di Kiev sull’intelligence statunitense di una probabile invasione russa

Elizabeth Buchanan, docente di studi strategici presso la Deakin University e membro del Modern War Institute di West Point, ha affermato che la strategia dell’Occidente di parlare della prospettiva di un’invasione russa e della raffica di colloqui con il Cremlino ha portato a più stallo e nessun importante cambiamento nella politica russa.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il presidente russo Vladimir hanno tenuto colloqui di crisi nel fine settimana.Credito:AP

“L’aria di confusione, l’incertezza su ciò che accadrà e l’incapacità dell’Occidente di convincere la Russia a fare marcia indietro non si dissiperanno questa settimana”, ha affermato.

“Se ci ritagliamo gli interessi strategici dal teatro politico in mostra, non vedo una base logica per l’invasione di Putin da parte di Putin. Ma non c’è nemmeno una base logica per cui Putin faccia marcia indietro.

“Non credo che ci sarà una soluzione chiara qui: la Russia continuerà a posizionarsi sul confine territoriale, facendo tintinnare la sciabola per tutto il tempo necessario”.

Il dottor Buchanan ha affermato che ad aumentare la preoccupazione c’era il fatto che gli Stati Uniti avevano riorientato la loro politica estera verso l’Indo-Pacifico e che la Russia era ora un problema dell’Europa nonostante non fosse né pronta né unita.

“Quindi ora, questa settimana, mi preoccupo per l’errore umano, per i giovani uomini e donne in prima linea in Ucraina che sparano armi e per la cattiva comunicazione degli umani su entrambi i lati che stanno precipitando questa crisi in una guerra totale”, ha detto. “Non sono ancora convinto che questo sia l’obiettivo centrale di Putin. Forzare una discussione e un riarrangiamento lo è”.

READ  Taiwan schiera aerei da combattimento per contrastare la più grande aggressione militare mai realizzata dalla Cina

Caricamento in corso

Il signor Morrison ha detto che i restanti tre membri del personale dell’ambasciata australiana erano stati invitati ad andarsene quando la situazione diventava pericolosa, con un’ambasciata improvvisata a Leopoli.

“Voglio inviare un messaggio molto chiaro a nome dell’Australia – una democrazia liberale che crede nella libertà e nella sovranità degli stati, non solo in Europa ma anche nella nostra stessa regione – che le azioni autocratiche e unilaterali della Russia siano minacciose e il bullismo in Ucraina è qualcosa di completamente e assolutamente inaccettabile”, ha affermato.

Il primo ministro ha affermato che il governo ha già trasferito altro personale australiano e le loro famiglie dalla missione a Kiev.

“Sono già partiti qualche tempo fa”, ha detto Morrison. “Abbiamo tre membri del personale rimanenti e ora è stato ordinato loro di trasferirsi, come fanno altri paesi Five Eye, a Leopoli.

“Ma la situazione, come tutti voi state sentendo, si sta deteriorando e sta raggiungendo uno stadio molto pericoloso”.

Biden e Putin hanno parlato solo poche ore dopo che gli Stati Uniti e l’Australia hanno preso la decisione di chiudere le loro ambasciate nella capitale.

Un funzionario della sicurezza nazionale americana, che ha informato i giornalisti poco dopo la chiamata, ha affermato che “non c’è stato alcun cambiamento fondamentale nella dinamica che si è svolta ora per diverse settimane”, suggerendo che la Russia stava continuando la sua formazione di oltre 100.000 soldati vicino al confine anche come è avvenuta la telefonata.

Un aiutante di Putin, Yuri Ushakov, ha descritto l’appello come “professionale”, ma ha affermato che era avvenuto in un contesto di “isteria” in Occidente e che l’idea di un’invasione russa era assurda.

READ  Un sospetto cacciatore di rinoceronti viene ucciso in una fuga precipitosa di elefanti in Sud Africa

Ha detto che Putin avrebbe preso in considerazione le proposte presentate da Biden nel loro appello, ma hanno ignorato le principali richieste della Russia di “garanzie di sicurezza” nell’Europa orientale, compreso uno stop legalmente vincolante all’espansione della NATO.

Caricamento in corso

“Biden ha prevedibilmente menzionato possibili dure sanzioni anti-russe nel contesto della situazione tesa intorno all’Ucraina, ma non era questo il fulcro della sua conversazione piuttosto lunga con il leader russo”, ha affermato Ushakov.

“Abbiamo ripetutamente sottolineato che non capiamo perché i media dovrebbero ricevere informazioni chiaramente false sui piani russi”, ha detto.

con Lisa Visentin e Shane Wright

Il nostro avviso di ultime notizie volere avvisarti di notizie significative quando accade. Prendilo qui.