Settembre 26, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’alleanza di destra italiana promette solidarietà all’Unione Europea e alla Nato

La coalizione di centrodestra italiana ha promesso di mantenere il suo sostegno alla lotta dell’Ucraina contro la Russia e di approfondire l’integrazione con l’Unione Europea, se salirà al potere nelle prossime elezioni, secondo una piattaforma rivelata giovedì sera.

Tuttavia, il nuovo governo cercherà anche di rivedere il piano da 200 miliardi di euro dell’Italia nei fondi per la ripresa del Covid dell’UE “secondo le mutevoli esigenze, circostanze e priorità”, il che potrebbe portare a potenziali attriti con Bruxelles.

I tre partiti di destra italiani – Fratelli d’Italia guidati da Giorgia Meloni, Lega di Matteo Salvini e Forza Italia di Silvio Berlusconi – dovrebbero ottenere una facile vittoria in elezioni anticipate il 25 settembre.

Il tentativo del blocco di destra di assicurarsi il potere è stato aiutato da un’aspra faida tra i loro oppositori di sinistra e centristi, che non sono stati in grado di stringere un’alleanza elettorale che avrebbe aumentato le loro possibilità contro la destra.

Tuttavia, il crollo del governo di Mario Draghi – e lo spettro di un’alleanza guidata dai Fratelli d’Italia, che ha radici nella politica post-fascista del secondo dopoguerra – ha suscitato preoccupazione a Bruxelles e nei mercati finanziari.

In passato Meloni e Salvini hanno entrambi criticato aspramente l’Ue – sottolineando le dimensioni della burocrazia di Bruxelles – mentre Salvini ha pubblicamente fatto campagna contro l’euro, suggerendo che l’adesione dell’Italia alla moneta unica sia stata un errore.

Ma con l’Italia che ora riceve miliardi di dollari in aiuti dall’Unione Europea – in un momento di crescenti sfide economiche, Meloni desidera assicurare a Bruxelles, agli altri alleati occidentali e ai mercati finanziari internazionali che il paese sarà in buone mani sotto una destra governo.

READ  I casi globali di Covid-19 hanno raggiunto 413,3 milioni, i decessi hanno raggiunto 5,82 milioni

In particolare, Meloni – che ora rischia di emergere come la prima donna presidente del Consiglio d’Italia – ha cercato di prendere le distanze dagli ideali di estrema destra su cui ha costruito la sua carriera.

Meloni ha capito che doveva giocare a questo gioco”, ha detto Roberto Delemonte, professore di scienze politiche all’Università Luis di Roma. “È davvero convinta? Staremo a vedere, ma è importante che dica quello che dice”.

“Queste sono parole, ma devi guardare alle azioni – ai fatti”, ha aggiunto. “Ma anche le parole sono importanti. Sono importanti perché sono diverse dalle parole usate in passato”.

Il blocco di destra ha promesso nella sua piattaforma “di impegnarsi pienamente nel processo di integrazione europea”, anche se ha anche affermato che aspirerebbe a “un’Unione europea più politica e meno burocratica”.

Ha anche affermato che “rispetterà gli impegni della NATO, anche per quanto riguarda l’adeguamento dei crediti alla difesa; il sostegno all’Ucraina di fronte a un’invasione della Federazione Russa; e il sostegno a qualsiasi iniziativa diplomatica volta a risolvere il conflitto”.

Il lancio della piattaforma arriva dopo che Meloni ha pubblicato un video in lingua inglese in cui respinge categoricamente le affermazioni secondo cui “rappresenta un pericolo per la democrazia e un pericolo per la stabilità italiana, europea e internazionale”.

“L’Italia ha bisogno di un governo unito e chiaro che non solo eviti di sprecare i soldi dell’Europa, ma promuova anche la crescita e gli investimenti nel nostro Paese”, ha affermato nel video, pur ripudiando il primato del fascismo e le leggi antiebraiche dell’Italia, in World Seconda guerra.

“Siamo pronti a lanciare una nuova stagione di stabilità, libertà e prosperità per l’Italia, che piaccia o no alla sinistra”, ha concluso.

READ  Accordo fiscale globale sostenuto da 130 paesi