Agosto 15, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’agenzia spaziale russa minaccia di compiere azioni di sabotaggio contro l’astronauta della NASA

L’agenzia spaziale russa Roscosmos ha minacciato di agire contro un cosmonauta per un misterioso foro di 2 mm praticato in un veicolo spaziale.

L’agenzia spaziale russa Roscosmos ha minacciato un’azione contro un astronauta della NASA per un foro di 2 mm praticato sul lato di una delle sue navicelle nel 2018.

L’agenzia sembra convinta che il buco sia stato scavato dal membro dell’equipaggio della ISS Serena Onion-Chancellor mentre la nave russa Soyuz MS-09 era all’ancora.

L’agenzia di stampa russa TASS ha affermato che il foro è stato “perforato in uno stato di assenza di gravità da una persona che non ha familiarità con il design dell’astronave”.

Il 30 agosto 2018 è stata rilevata una perdita di pressione atmosferica a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Le indagini hanno rivelato che l’aria stava perdendo attraverso un foro nel compartimento dell’alloggiamento della navicella spaziale russa. Gli esperti in orbita hanno concluso che il foro era stato praticato nello scafo della navicella dall’interno.

Dmitry Rogozin, direttore generale di Roscosmos, ha annunciato a settembre 2019 che l’agenzia era a conoscenza dell’origine del cratere, ma all’epoca si era rifiutata di rilasciare le informazioni.

“Tutti i risultati delle indagini sul buco nel modulo di insediamento della navicella spaziale Soyuz MS-09 sono stati inviati alle forze dell’ordine”, ha detto Roscosmos durante il fine settimana.

I membri dell’equipaggio russo hanno risposto subito dopo aver trovato il foro, sigillandolo con diversi strati di resina epossidica per stabilizzare la pressione in cabina. Inizialmente si pensava che fosse stato causato da un piccolo meteorite che aveva colpito la capsula, il che ha spinto gli astronauti a usare del nastro adesivo per sigillare il foro dopo aver causato una perdita di pressione.

READ  capitolo di Auckland dello "School Strike 4" della Nuova Zelanda riconosce e decostruisce il razzismo | Nuova Zelanda

“Se ci sono dei buchi, la pressione in questa nave diminuirà immediatamente e non supererà i test appropriati. Pertanto, Roscosmos ha immediatamente escluso di aver danneggiato la Soyuz MS-09 a terra”, ha riferito TASS.

giornale russo Izvestia Fonti informate hanno detto che ha detto loro che un membro dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale, Aunon-Cancelliere, aveva adottato misure per “accelerare il suo ritorno sulla Terra” dopo aver sofferto di problemi di salute mentale segnalati nello spazio. L’agenzia di stampa russa ha anche affermato che le fonti hanno riferito loro che uno dei membri dell’equipaggio “ha avuto un litigio con il suo ragazzo a bordo della Stazione spaziale internazionale”.

La TASS ha intensificato la questione ad aprile quando ha pubblicato le accuse secondo cui Onion-Cancelliere stava vivendo una “crisi psicologica acuta” mentre si trovava nello spazio.

Nonostante le accuse, Aunon-Chancellor è ancora sposata con suo marito Jeff Chancellor, il che si aggiunge alle turbolenze idriche per la NASA poiché si occupa delle accuse della stampa russa e dell’industria spaziale.

L’amministratore della NASA Bill Nelson si è intromesso nella controversia, difendendo l’astronauta americano dai “falsi attacchi”.

“Questi attacchi sono falsi e mancano di credibilità”, ha detto. Ars Tecnica. “Supporto pienamente Serena e sostengo tutti i nostri astronauti”.

Anche Kathy Luders, capo del volo spaziale umano della NASA, si è fatta avanti contro la stampa russa per il suo attacco pubblico.

“Gli astronauti della NASA, inclusa la cancelliera Serena Onion, sono estremamente rispettati e servono il loro paese e danno un contributo inestimabile all’agenzia”, ​​ha detto ad agosto. “Sosteniamo Serena e il suo comportamento professionale. Non crediamo che queste accuse abbiano alcuna credibilità”.

READ  Volo di salvataggio in Afghanistan che trasporta australiani atterra negli Emirati Arabi Uniti, con ulteriori missioni di evacuazione pianificate a Kabul

Il controverso sviluppo è arrivato appena una settimana dopo che l’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale è stato costretto a mettersi al riparo dopo che un razzo russo ha distrutto un satellite dell’era sovietica. I detriti risultanti hanno creato un campo di detriti composto da migliaia di pezzi.

In una dichiarazione, l’amministratore della NASA Bill Nelson ha dichiarato: “A causa dei detriti del devastante test anti-satellite russo (ASAT), astronauti e cosmonauti sulla Stazione Spaziale Internazionale hanno adottato misure di sicurezza di emergenza”.

Secondo i rapporti, questo è stato il primo test di questo tipo condotto da Mosca. Questa clip audio, registrata da un feed della NASA, cattura le comunicazioni iniziali di controllo della missione con l’equipaggio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale mentre iniziano a coordinare i protocolli di sicurezza alla luce della distruzione del satellite.

Attualmente ci sono un totale di sette persone a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, inclusi due cosmonauti russi. Secondo la NASA, dopo aver preso le prime misure precauzionali, l’equipaggio ha fatto ricorso a un veicolo spaziale ancorato alla stazione spaziale: un veicolo russo Soyuz e una capsula SpaceX Dragon.

“I membri dell’equipaggio si sono diretti verso la loro navicella poco prima delle 2:00 EDT e sono rimasti lì fino alle 4:00 circa…”

“La stazione spaziale passa attraverso o vicino alla nuvola ogni 90 minuti, ma la necessità di protezione solo per la seconda e la terza pista dall’evento si basava su una valutazione del rischio condotta dall’Office of Debris and Ballistics Specialists presso il Johnson Space Center della NASA a Houston.”

Il capo dell’aerospaziale russo Dmitry Rogozin si incontrerà di persona con il capo della NASA Nelson il prossimo anno in Russia.

READ  Come il Covid diffonde la paura della globalizzazione e minaccia il nuovo ordine mondiale nell'economia globale