Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’afflusso di COVID richiede nuove strutture ospedaliere

Il numero di persone infette da COVID-19 negli ospedali del Victoria è aumentato di quasi il 30%, provocando una risposta sanitaria che potrebbe portare all’annullamento del congedo per gli operatori sanitari.

Lo stato ha registrato più di 26.900 nuove infezioni nell’ultima settimana, mentre la media di sette giorni per i pazienti ricoverati in ospedale con COVID è aumentata del 27,9% a 550, secondo lo stato. I numeri dell’Assessorato alla Salute.

Lunghe file per un test COVID-19 a Bourke Street a gennaio, quando ha colpito la variante omicron.a lui attribuito:Chris Hopkins

Attualmente ci sono 625 persone negli ospedali del Victoria con COVID, il numero più alto dalla metà del 14 agosto durante l’ultima ondata, quando il numero ha raggiunto il picco di 906 il 20 luglio.

Funzionari sanitari hanno affermato che l’aumento del numero di casi è guidato da nuove varianti sub-Omicron che sono più sfuggenti all’immunità e indeboliscono l’immunità nella comunità.

In risposta all’aumento della domanda di servizi, i funzionari sanitari stanno alzando la finestra di risposta del sistema alla Fase 3 da mezzanotte.

Ciò può portare alla rimozione del congedo per il personale ospedaliero, all’aumento degli appuntamenti di telemedicina e a riunioni aggiuntive per discutere la gestione dei casi.

Le maschere, che un tempo erano onnipresenti a Melbourne, si vedono raramente.

Le maschere, che un tempo erano onnipresenti a Melbourne, si vedono raramente.a lui attribuito:Immagini Getty

“Questo è un riflesso sia del gran numero di persone con COVID in ospedale, in particolare nei nostri servizi sanitari DC, sia delle sfide in corso per il congedo in tutte le località che precedono il periodo di congedo”, ha affermato venerdì il dipartimento.

READ  Vladimir Putin offre la cittadinanza veloce a tutti gli ucraini

Un portavoce del Dipartimento della Salute ha affermato che la terza fase non porta automaticamente a cambiamenti nella chirurgia elettiva.