Settembre 18, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’accordo tra Amazon e F1 trasformerà i dati grezzi in intrattenimento da corsa

La Formula Uno è molte cose. È uno sport. È motivo di orgoglio nazionale per molti. È un’enorme industria globale multimiliardaria. Ciò che è principalmente, in questi giorni, è una fonte di dati. Enormi quantità di dati, terabyte su terabyte, tutti creati da sensori e ricetrasmettitori che monitorano attentamente ogni parte di ogni macchina da corsa, quando raggiunge i 300 km / h.

La comprensione di questi dati è stata, fino ad ora, appannaggio di queste persone all’interno dei team di F1. Coloro che sedevano dietro file di schermi sul muro della piattaforma, o nel retro del garage, vestiti con uniformi della squadra dai colori vivaci, ma apparentemente avevano fissato per sempre le letture di Matrix dei numeri che dicevano loro la pressione in ogni fotogramma, il pompato nel motore, fai scorrere il flusso d’aria su ciascuna ala e molto altro ancora.

Che può essere piuttosto distante dai luoghi comuni di una domenica pomeriggio. Dopotutto, la Formula 1 ha dato il via in modo efficace alla competizione a benzina di wrestling, mano-a-manu, sfida alla morte e lotta a ruota. Questi giorni? È più di un semplice esercizio di ingegneria, una meticolosa affilatura di ogni componente e strumento prima che alcuni audaci giovani si siedano al volante per guidare verso la gloria. Molti vantaggi sono ottenuti dall’ingegnere e dal progettista del veicolo.

Ora, Amazon Web Services (AWS) è stato introdotto dalla Formula Uno (la stessa società, la società che – come sussidiaria di Liberty Media – possiede già i diritti sportivi) per aiutare a prendere tutti quei dati, tutti quei terabyte, e fare ha senso per le masse. Coloro che guardano la F1 regolarmente in TV noteranno nelle ultime due stagioni l’emergere di una piccola grafica a marchio AWS, che fornisce informazioni utili sul modo in cui sta andando la gara. In effetti, è un modo per dare ai fan della poltrona un posto sulla parete della piattaforma. A partire da quest’anno, le informazioni fornite da questa sede saranno molto più ricche.

READ  Kim Kardashian ha contrabbandato una statua? Il governo dice di sì

Rob Smedley è il portiere trasformato in cacciatore qui. Dopo aver iniziato la sua carriera in Formula 1 con il team irlandese Jordan, Smedley alla fine è passato alla Ferrari ed è diventato una mezza doppietta incredibilmente efficace – il partner ingegneristico del pilota brasiliano Felipe Massa. La coppia è stata sconfitta – ed è stata una vera partnership, non solo un ruolo di supporto per Smedley – per il titolo 2008 F1 Driver di un solo punto.

Un attacco di panico

Ora, il compito di Smedley era convincere i leader del team di F1 a consegnare i dati precedentemente protetti ad Amazon. Suggerisco a Smedley che questa richiesta potrebbe avere, nel suo precedente ruolo nella squadra, gli ha causato un attacco di panico.

“È un punto filosofico, credo”, ha detto Smedley all’Irish Times. “Quello che abbiamo cercato di comunicare alle squadre è che non stiamo usando i dati per i dati, ma stiamo cercando di raccontare la storia matematica che sta accadendo e di dare quella visione ai fan. Le squadre sono abbastanza intelligenti, abbastanza giocabili, che anche se stanno presentando qualcosa, possono. Credono che l’impatto sulla Formula 1 nel suo complesso sia molto maggiore “.

AWS non prende completamente il feed di dati da ogni veicolo – se lo fa, i team rivali saranno in grado di sfruttare i dati per un vantaggio competitivo, e questo è qualcosa che Smedley dice che F1 e Amazon hanno lavorato duramente per evitare – ma ottiene molto , mescolandolo con informazioni provenienti da altre fonti, come le misurazioni GPS della velocità e della posizione di un veicolo sulla pista e, naturalmente, l’effettivo cronometro che indica la velocità di una determinata auto in qualsiasi momento.

Questi dati vengono trasmessi, entro un millisecondo, attraverso più livelli di cloud computing e il software di machine learning SageMaker di Amazon. Quindi, trasmette efficacemente le previsioni. Previsioni di dove un’auto potrebbe trovarsi sulla strada giusta in un dato numero di giri e come questo si rapporta alle auto con cui compete.

READ  La città italiana fissa i prezzi per le case economiche fino a 2€

Nel recente Gran Premio del Bahrain, AWS Insights si è dimostrato spaventosamente perspicace e ha predetto solo quando Max Verstappen della Red Bull sarebbe stato abbastanza vicino a Lewis Hamilton dalla Mercedes per iniziare la lotta per il comando della gara. La grafica sullo schermo aggiungeva un emozionante conto alla rovescia, facendo rivivere altrimenti un’arida battaglia tattica.

Equilibrio

“C’è un equilibrio da trovare, un equilibrio tra ciò di cui possiamo dire alla gente sullo schermo e ciò che vogliono davvero vedere – ovvero che i piloti stanno combattendo Spur sulla strada giusta”, dice Smedley.

Indubbiamente, c’è anche la sensazione che dando ai fan l’accesso diretto sullo schermo allo stesso tipo di dati che vedono gli ingegneri del team, si possa ottenere un certo livello di carta sulle crepe di una gara a volte noiosa.

Smedley è anche consapevole del fatto che troppi dati e un eccessivo affidamento sui dati possono essere controproducenti. I fan della Formula 1 erano tra le mie braccia l’anno scorso quando il pilota di Amazon dei più grandi piloti di Formula 1 mai utilizzato i dati dal 1983 in poi (eliminando così artisti del calibro di Jim Clark, Juan Manuel Fangio e Stirling Moss) e inclusi artisti del calibro di Hickey Kovalinen e Jarno Trulli – due piloti potenti ma di scarso talento supera il mondo – Da allora, nella top ten, sembra esserci la consapevolezza su Amazon che la forte attenzione alle statistiche si sta allontanando dal lato umano di questo sport.

“Dobbiamo ascoltare costantemente i fan”, dice Smedley. “Perché se mettiamo molte informazioni sullo schermo, diventa solo rumore bianco, e spegne le persone, e sicuramente non lo vogliamo”.

Per la stagione 2021, AWS e F1 porteranno sullo schermo alcune nuove intuizioni. A partire dal Gran Premio dell’Emilia Romagna a Imola, in Italia, AWS sarà in grado di dire ai fan quanto sia duro e in ritardo il pilota nel frenare con una particolare angolazione, nonché quanto sia difficile spingere la propria auto rispetto alle sue potenziali prestazioni generali .

READ  Confassociazioni è pronta a mettere in contatto gli stakeholder nordamericani con 1.200.000 piccole imprese e professionisti italiani

Enormi risorse di elaborazione

Tuttavia, la partnership di Amazon con F1 va oltre la semplice grafica sullo schermo. Il gigante della vendita al dettaglio ha trasformato le sue enormi risorse informatiche in Formula Uno per aiutarlo a risolvere il problema più grande dell’era: far correre le auto insieme.

Poiché le auto di F1 utilizzano ali larghe, che generano deportanza che spinge l’auto lungo la pista, facendola andare più veloce in curva, provoca anche turbolenza. Quest’aria turbolenta è, in sostanza, un veleno per qualsiasi auto da competizione che cerchi di salire, rendendo i sorpassi – la linfa vitale dello sport da competizione – quasi impossibili su alcune piste. F1 e AWS stanno lavorando insieme per costruire una galleria del vento virtuale nel cloud computing di Amazon e connettere una sfilza di processori per imitare le azioni di un supercomputer da milioni di euro. Grazie a questa potenza di calcolo, AWS è stata in grado di aiutare la F1 a definire i suoi regolamenti e la carrozzeria fisica dei veicoli per i veicoli del 2022, per cercare di ridurre le turbolenze e avvicinare la gara.

“Questa è tutta la bellezza della partnership diversificata che abbiamo tra F1 e AWS”, afferma Smedley. “Sai, porti persone come me – con una storia di esperienza con le prestazioni e le dinamiche dei veicoli – e lo combini con l’apprendimento automatico e la potenza di calcolo di AWS e crei un super set. Una serie di vere competenze di base Poi si valutano i dati: “Ci vogliono molti ingredienti diversi e si arriva a una conclusione specifica”.

Questo output specifico, lo descrive Smedley, è una nuova generazione di auto da corsa che, si spera, possono dimostrare di essere più competitive l’una con l’altra, consentendo ai piloti di guidare davvero l’uno con l’altro. Se funziona, potrebbe essere la migliore consegna Amazon per tutti loro.