Ottobre 21, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La squadra canadese di pallanuoto lucida Tokyo prima della finale della World League League

La star canadese della pallanuoto Monica Iggins ha aspettato 500 giorni per questo: un’opportunità per giocare di nuovo una competizione ufficiale.

Con le Olimpiadi di Tokyo a poco più di un mese di distanza, l’imminente finale della World Super League ad Atene, in Grecia, non poteva arrivare in un momento migliore.

Il 30enne di Pete Meadows, BC, ha detto dell’esclusivo torneo a otto squadre, che inizia lunedì.

“Durante il Covid, ci sono state molte volte in cui ho pensato ‘Voglio solo fare una partita’. È pazzesco che sarà la prossima settimana”.

Il Canada è nel Gruppo A con la medaglia di bronzo olimpica Russia, Giappone ospite olimpico e Ungheria, che è arrivata quarta alle ultime Olimpiadi e campionati del mondo. L’altro gruppo è seguito dal numero 1 del mondo e dai campioni olimpici degli Stati Uniti e dalle medaglie d’argento mondiali Spagna, Kazakistan e Grecia ospitante. Ogni squadra giocherà tre partite del girone, seguite dal crossover dei quarti di finale, della semifinale e della finale.

“Il nostro obiettivo è la costanza in tutte le nostre partite”, ha detto l’allenatore canadese David Paradello in un’intervista dalla nuova base di allenamento della squadra a Ostia, in Italia.

L’allenatore di pallanuoto femminile canadese David Paradillo, al centro, guida i giocatori durante una sessione di allenamento. (@waterpolocanada/twitter)

“Sappiamo di poter competere con qualsiasi squadra là fuori… Dobbiamo preparare la scena per le Olimpiadi e mostrare la nostra posizione. Siamo impostati come perdenti nella competizione, quindi è importante creare quel dubbio in tutte le menti di tutti le squadre e la giuria in cui siamo con tutte le squadre”.

La squadra ha subito alcuni cambiamenti di personale nell’ultimo anno con il ritiro del leggendario centro Krystina Alogbo. Altri giocatori sono intervenuti per giocare in questa posizione, a volte chiamata “the pit”, tra cui il capocannoniere Emma Wright ed Elise LeMay Lavoie. La squadra sarà senza Wright nella partita di apertura contro la Russia in quanto interromperà una partita dei Giochi Pan Am 2019 a Lima, in Perù

Con le restrizioni di viaggio e di quarantena in continua evoluzione, il team canadese ha preso la decisione alla fine di gennaio di fare un viaggio di tre mesi per il resto dei preparativi a Tokyo. È stata una decisione difficile, ma necessaria per sapere dove sono prima delle Olimpiadi.

Stava debuttando in California a maggio con una serie di tre partite contro gli americani in campo ed esibizione. Poi si è trasferito in Italia per fare tappa a Rico, Roma e Ostia per allenamenti congiunti e partite contro la nazionale italiana. Dopo Atene, rimarranno e si alleneranno con la Grecia per una settimana prima di andare in Ungheria per un periodo di allenamento, e poi andranno in Giappone per acclimatarsi alle Olimpiadi.

“Si è lentamente integrato in questa enorme corsa, ma in realtà è stato davvero fantastico. Penso che molti di noi fossero un po’ preoccupati di rimanere sulla strada per così tanto tempo, ma finora è stato abbastanza buono”.

Fare i bagagli per strada per tre mesi è stato difficile. A tutti durante il World Tour sono state concesse due borse, una borsetta e una borsa grande. Eggens ha scherzato sul fatto che tutto il loro bagaglio era troppo, quindi hanno dovuto acquistare borse extra in California per distribuire le cose prima di dirigersi verso l’Europa.

Oltre a vedere alcuni punti belli (guarda le foto della squadra dalla famosa piscina Punta Sant’Anna di Recco), il viaggio ha permesso ai canadesi di lavorare in diverse aree del loro gioco e contro diversi stili di gioco.

Più di recente contro l’Italia, hanno ottenuto due vittorie per cinque gol e sei gol, e poiché l’Italia non sarà alle Olimpiadi, ha dato ai canadesi il tempo di esercitarsi su giochi speciali e posizioni di sospensione che potrebbero utilizzare a Tokyo.

“La cosa bella è che abbiamo controllato il ritmo della partita dall’inizio alla fine, dato che l’Italia di solito cerca di rallentare il gioco”, ha detto Paradello, il candidato finale come Personalità sportiva del decennio al Gala Sports Quebec. “D’altra parte, gli italiani sono molto pessimisti e aggressivi, cosa che affronteremo alle Olimpiadi contro squadre come la Russia o l’Ungheria”.

scalare la concorrenza

L’atmosfera per il primo torneo dall’Holiday Cup di dicembre 2019 non sarà una passeggiata nel parco.

“Le tre squadre sono molto diverse”, ha detto Eggens dei loro avversari del gruppo nella finale della World League. “La Russia è molto concentrata sul contropiede, l’Ungheria è molto forte e a loro piace pressare molto e poi il Giappone è molto veloce e a loro piace pressare ma anche spingere in contropiede, quindi è una combinazione. Abbiamo preparato ognuno mentre si preparava lentamente per il gioco di squadra a Tokyo”.

La squadra conta attualmente 16 atleti, che saranno ridotti a 12 atleti più un sostituto per le Olimpiadi di Tokyo. Paradillo prevede di prendere questa decisione dopo il ritiro di una settimana con la nazionale greca il 25 giugno.

Il Canada ha aperto le sue Olimpiadi contro l’Australia il 24 luglio al Tatsumi Water Polo Center, seguito dalle partite del Gruppo A contro Spagna, Sud Africa e Paesi Bassi. Le prime quattro squadre di ciascuno dei gironi A e B si qualificano per i quarti di finale.

READ  Queste supercar italiane hanno ruggito in modo sorprendente