Settembre 23, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La siccità turistica a Bali ha portato scimmie affamate a fare irruzione nelle case

Le scimmie affamate nella località turistica dell’isola di Bali sono state private della loro fonte di cibo preferita – banane, noccioline e altre cose che i turisti ora portano via a causa del coronavirus – per razziare le case degli abitanti del villaggio in cerca di qualcosa di gustoso.

Gli abitanti del villaggio di Sangeh dicono che i macachi grigi dalla coda lunga si avventurano fuori da un santuario a circa 500 metri di distanza per rilassarsi sui tetti e aspettare il momento giusto per balzare e fare uno spuntino.

Temendo che gli sporadici raid aerei si sarebbero trasformati in un attacco totale di scimmie al villaggio, i residenti hanno portato frutta, noccioline e altri alimenti nella foresta delle scimmie di Sangye per cercare di calmare i primati.

“Abbiamo paura che le scimmie affamate diventino selvagge e malvagie”, ha detto l’abitante del villaggio Sascara Gusto Alet.

Un uomo che indossa un mantello e una maschera lancia noccioline a dozzine di scimmie
Mead Mohun dice che nutrire le scimmie è diventato un problema.(

Afp: Ferdia Lisnawati

)

Circa 600 macachi vivono nella riserva forestale, dondolano da alti alberi di noce moscata e saltano intorno al famoso tempio di Pura Bukit Sari, considerato sacro.

In tempi normali, l’area protetta della giungla nel sud-est dell’isola indonesiana è popolare tra i locali per le foto di matrimonio, così come tra i visitatori internazionali.

Le scimmie relativamente addomesticate possono essere facilmente persuase a sedersi su una spalla o in grembo per una o due noccioline.

Di solito, il turismo è la principale fonte di reddito per i 4 milioni di residenti di Bali, che hanno ricevuto più di 5 milioni di visitatori stranieri all’anno prima della pandemia.

La Sang Monkey Forest riceve normalmente circa 6.000 visitatori al mese, ma con l’epidemia dell’anno scorso e il drastico calo dei viaggi internazionali, il numero è sceso a circa 500.

Da luglio, quando l’Indonesia ha vietato a tutti i viaggiatori stranieri l’isola e ha chiuso il santuario anche alla gente del posto, nessuno è stato lì.

Questo non significa solo che non c’è cibo extra per le scimmie, ha detto il direttore delle operazioni Mead Mohun, senza il biglietto d’ingresso, stanno finendo i soldi per comprare cibo per loro.

Ha detto che le donazioni degli abitanti del villaggio hanno aiutato, ma sentono anche le difficoltà economiche e stanno diminuendo a poco a poco.

Operaio che prepara le banane per nutrire i macachi
Ai macachi mancano banane, noccioline e altre prelibatezze dei turisti.(

Afp: Ferdia Lisnawati

)

“Questa pandemia protratta va oltre le nostre aspettative”, ha affermato Maid Mohon. “Il cibo delle scimmie è diventato un problema”.

La cameriera Mohun ha detto che il cibo costa circa 850.000 rupie (80 dollari) al giorno per 200 kg di manioca, l’alimento base per le scimmie, e 10 kg di banane.

I macachi sono carnivori e possono mangiare una varietà di animali e piante che si trovano nella foresta, ma quelli della foresta delle scimmie di Sanghe hanno avuto abbastanza contatti con gli umani nel corso degli anni che sembrano preferire altre cose.

Gusto Allitt ha detto che non avevano paura di prendere in mano la situazione.

Spesso le scimmie vagano per il villaggio e si siedono sui tetti, a volte rimuovendo le tegole e facendole cadere a terra.

Quando gli abitanti del villaggio mettono offerte religiose quotidiane di cibo sui loro balconi, le scimmie saltano giù e scappano con loro.

“Qualche giorno fa ho partecipato a una cerimonia tradizionale in un tempio vicino alla foresta di Sangei”, ha detto Justo Allet.

Un uomo e suo figlio nutrono i macachi da un sacco
Le scimmie affamate si mossero per razziare le case degli abitanti del villaggio.(

Afp: Ferdia Lisnawati

)

“Quando ho parcheggiato la mia auto e ho tirato fuori due sacchetti di plastica contenenti cibo e fiori come offerte, improvvisamente sono apparse due scimmie che hanno afferrato tutto e sono corse nella foresta molto velocemente.”

In genere, le scimmie trascorrono tutto il giorno a interagire con i visitatori – rubando occhiali da sole e bottiglie d’acqua, indossando vestiti, saltando sulle spalle – e Gusto Alit afferma che più che avere fame, sono annoiate.

“Ecco perché ho esortato gli abitanti del villaggio qui a venire nella foresta per giocare con le scimmie e dare loro da mangiare”, ha detto.

“Penso che abbiano bisogno di interagire il più possibile con gli umani in modo da non impazzire”.

Scarica

AP

READ  Il virus ha iniziato Anthony Fauci "non convinto" naturalmente