Agosto 7, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La settimana economica più movimentata dell’estate è finita: ecco tutto quello che abbiamo imparato

Una versione di questa storia è apparsa per la prima volta nella newsletter di CNN Business “Before the Bell”. Non sei abbonato? Puoi registrarti qui. Puoi ascoltare una versione audio della newsletter cliccando sullo stesso link.


New York
Affari CNN

Se stai leggendo questo, significa che sei sopravvissuto a una delle settimane più trafficate dell’estate. la nostra fine.

L’ultima settimana di luglio è arrivata con una massiccia raccolta di dati economici, rapporti sugli utili, annunci della Federal Reserve e accordi di spesa del Congresso.

L’impatto degli ultimi sette giorni si riverbererà nelle prossime settimane Intorno ai corridoi deserti di Wall Street e Washington, DC mentre politici e investitori si ritirano negli Hamptons o a Martha’s Vineyard o ovunque si trovino l’estate.

Siamo in recessione? È difficile da dire, ma si spera che entro settembre le conoscenze acquisite durante questa settimana insidiosa saranno completamente assorbite e la nostra comprensione dell’economia statunitense sarà più chiara.

Allora cosa ci facciamo qui? Riassumiamo.

  • La Federal Reserve ha alzato i tassi di interesse di altri 75 punti base. Il mercato si aspettava questa mossa, ma è stato un rialzo storicamente elevato. Le azioni della Fed hanno aumentato il tasso che le banche si addebitano a vicenda per prendere in prestito durante la notte a un intervallo del 2,25% per 2,50%, il livello più alto da dicembre 2018.
  • Le misure chiave dell’inflazione hanno dimostrato che i prezzi rimangono elevati. L’indice dei prezzi PCE è aumentato del 6,8% a giugno, il più grande movimento in 12 mesi dal gennaio 1982.
  • L’economia si contrae per il secondo trimestre consecutivo. Il PIL si è contratto a un tasso annuo dello 0,9%. Questo declino rappresenta un importante limite simbolico alla definizione più popolare, anche se non ufficiale, di recessione come due trimestri consecutivi di crescita economica negativa.
  • Gli americani stanno diventando più pessimisti sull’economia. L’indice di fiducia dei consumatori del Conference Board è sceso a luglio per il terzo mese consecutivo. Circa il 43% delle 3.000 persone che hanno risposto al sondaggio ha affermato di ritenere che ci fosse una probabilità superiore al 50% che gli Stati Uniti cadessero in recessione nei prossimi 12 mesi, mentre solo il 13% lo ha affermato ad aprile.
  • La crescita dei prezzi delle case è rallentata per il secondo mese consecutivo. I prezzi di maggio erano ancora forti, in aumento del 19,7% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, secondo l’indice S&P CoreLogic Case-Shiller National Home Price Index. Ma il mercato sta rallentando a causa degli alti tassi ipotecari e delle preoccupazioni sull’inflazione. Ad aprile è cresciuto del 20,6%.
  • Il Congresso ha approvato un pacchetto da 280 miliardi di dollari per sostenere l’industria nazionale dei chip. Il disegno di legge aumenterebbe la produzione di chip per computer di base negli Stati Uniti per prevenire futuri problemi della catena di approvvigionamento e aumentare la concorrenza con la Cina.
  • 170 aziende hanno riportato i risultati del secondo trimestre tra cui Microsoft, Alphabet, Meta Platforms, Apple e Amazon. I risultati sono stati contrastantiE il Con molte aziende che avvertono di inflazione e crescita più lenta in futuro. Tuttavia, i mercati sono riusciti a concludere la settimana e il mese al rialzo.

È molto da digerire. specialmente in Ondata di calore altamente stabile.

Sfortunatamente, abbiamo un’altra settimana piena di dati prima di fare una pausa.

I profitti continuano la prossima settimana con Starbucks

(SBUX)
Uber

(Uber)
e i rapporti di Airbnb.

Prevediamo inoltre la pubblicazione di alcuni importanti dati economici: JOLTs (jobs) e PMI, un indicatore anticipatore dell’attività economica statunitense, sono tutti in arrivo.

Quindi evita di indossare costumi da bagno e SPF per il momento. Oppure no, e porta la spiaggia alla tua scrivania. La vacanza è uno stato d’animo, vero?

I miei colleghi della CNN Jonathan Hawkins hanno recentemente avuto l’opportunità di incontrare il CEO di Ducati Claudio Domenicali a Misano, in Italia, mentre la Ducati World Week ha attirato quasi 80.000 fan e proprietari entusiasti nel corso di tre giorni.

La società di proprietà della Volkswagen ha annunciato venerdì di aver generato un fatturato record di 542 milioni di euro (552 milioni di dollari) nella prima metà del 2022 e di aver aumentato l’utile operativo di circa il 15%.

Ma il boss della Ducati ha descritto un difficile mix di condizioni di lavoro che ha reso difficile soddisfare la crescente domanda di moto.

Domenicali ha affermato che i problemi della catena di approvvigionamento dopo la pandemia sono stati un “incubo completo”.

“È stato un mix molto complicato di tutto”, ha detto, osservando che il tempo necessario per spostare un container dall’Asia all’Europa è raddoppiato, mentre i blocchi in Cina hanno reso difficile mettere al sicuro le parti necessarie.

READ  Che fine ha fatto Little Italy? Pizza Bliss ha chiuso una settimana dopo l'apertura

Tuttavia, ha ripiegato sull’idea che le catene di approvvigionamento dovrebbero diventare più locali, citando i difetti dell’inversione di decenni di globalizzazione.

“Quando fai affari per il mondo intero, rimani in contatto di più”, ha detto Domenicali.

In mezzo all’incertezza, l’azienda ha un vantaggio. L’euro a buon mercato, che a luglio è sceso alla parità con il dollaro USA a luglio per la prima volta in due decenni, avvantaggia gli esportatori come Ducati, poiché rende le loro merci più economiche per i clienti stranieri.

“E’ un aiuto”, ha detto Domenicali, “non è un problema”.

Ha detto che l’azienda, uno dei marchi italiani più famosi, non ha risentito del crollo del governo del presidente del Consiglio Mario Draghi. La Ducati era solita portare a termine i suoi piani a lungo termine senza fare affidamento sul governo, secondo Domenicali.

Lunedi: PMI manifatturiera ISM (luglio).

Martedì: JOLT (giugno); Report sugli utili di Starbucks, Airbnb e Uber.

Mercoledì: PMI non manifatturiera ISM (luglio).

Giovedì: Richieste iniziali di sussidi di disoccupazione settimanali.

Venerdì: tasso di disoccupazione (giugno); Rapporto sugli utili del Berkshire Hathaway.