Settembre 29, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La Serie A sfiderà la Premier League per il valore dell’intrattenimento in questa stagione (no, davvero)

In meno di 24 ore, la Serie A torna per quello che dovrebbe essere un altro thriller con tante azioni soddisfacenti e battaglie competitive da combattere.

Nelle ultime stagioni, la Serie A è volata silenziosamente sotto il radar offrendo uno spettacolo che più persone dovrebbero apprezzare e notare.

Sì, i giorni del dominio in Serie A sono finiti, come avveniva negli anni ’80, ’90 e all’inizio del 20° secolo quando l’Italia riuscì ad attrarre i migliori talenti del mondo, facendone il campionato più seguito a livello globale.

Dal famigerato scandalo Calciopoli nel 2006 che scosse l’Italia nel profondo relegando il potere della Juventus, il calcio inglese ha beneficiato e preso pieno possesso di gran parte del potere commerciale, dei diritti televisivi, delle sponsorizzazioni e della proprietà miliardaria che ha catalizzato la Premier League. in una potenza economica.

Ovviamente, attirando i migliori giocatori del mondo, si traduce in più occhi e un pubblico globale più ampio perché la Premier League è divertente con il suo stile frenetico e l’elevata capacità di segnare gol, su questo non c’è dubbio.

Tuttavia, questo non significa che altri campionati possano essere così facilmente trascurati. Dopotutto, il calcio non è il gioco del mondo? Non siamo disposti a dare ad altri tornei la possibilità di mettere in evidenza le loro qualità?

Per quanto riguarda il caso dell’Italia al giorno d’oggi, c’è un malinteso comune avanzato ingiustamente da persone che vivono nel passato e presumendo che la Serie A riguardi la difesa, la progressione e “fermare l’autobus” portando a un ritmo più lento. Questo non potrebbe essere più lontano dalla verità.

Le statistiche non mentono. Nelle ultime tre stagioni, i confronti della media dei gol segnati in ogni partita sono descritti di seguito:

Serie A italiana
2019/20 – 3,04 gol a partita
2020/21 – 3,06 gol a partita
2021/22 – 2,87 gol a partita

READ  Film Archive celebra il cinema italiano

EPL
2019/20 – 2,72 gol a partita
2020/21 – 2,69 gol a partita
2021/22 – 2,82 gol a partita

Gli obiettivi non sono tutto e la fine di tutto. Questo non rende il campionato italiano migliore della Premier League inglese. Tuttavia, questa è un’indicazione importante di quanto il calcio italiano sia lontano dal fare affidamento sulla spina dorsale della difesa e invece cerca di andare avanti per creare più occasioni che erano e rimarranno eccitanti per essere neutrali.

Nel periodo 2012-2020, quando la Juventus ha vinto ben nove scudetti consecutivi, un argomento comune tra i tifosi del campionato non italiano era il fatto che non ci fosse una competizione per il titolo che la rendesse ‘noiosa’ e simile alla Bundesliga. Lega francese 1.

Questa argomentazione è ormai superata, poiché l’Italia ha visto tre diversi campioni nelle ultime tre stagioni.

First Division League – differenza punti tra 1 – 2 e 1 – 4
2019/20 – 1° – 2° – 1
1-4-8
2020/21 – Primo – Secondo – 12
1-4-13
2021/22 – 1° – 2° – 2
1-4-16

EPL – differenza di punti tra 1 – 2 e 1 – 4
2019/20 – 1 – 2 – 18
1 a 4 – 33
2020/21 – Primo – Secondo – 12
Da 1 a 4 – 19
2021/22 – 1° – 2° – 1
1-4-22

Dal pallone di Sarri al Napoli al brillante stile offensivo di Gian Piero Gasperini all’Atalanta, il campionato si è evoluto costantemente negli ultimi anni e ha imparato a giocare il vero stile europeo moderno che è stato una boccata d’aria fresca.

Maurizio Sarri (Foto AP / Rui Vieira)

Il campione d’Italia AC Milan ha implementato uno stile impressionante di possesso palla e attacco insieme all’Inter che ha alcuni giovani talenti entusiasmanti come rispettivamente Rafael Leao, Sandro Tonali (AC Milan), Lautaro Martinez e Nicole Parilla (Inter).

Questo approccio ha aiutato entrambi i giganti del Milan a portare la partita al Liverpool nelle partite di Champions League nonostante le loro carenze nel reparto qualità.

READ  I viaggi del marchio "Jumanji" in arrivo nei parchi a tema europei

Il Napoli è sempre stato un efficace terzo attaccante, ma nonostante abbia perso Lorenzo Insigne e Dries Mertens, ha ancora l’entusiasmante bestia del 23enne Victor Osimhen insieme all’imminente rivale dell’attaccante Giovanni Simeone, che ha segnato 17 gol la scorsa stagione.

Nella capitale italiana, Maurizio Sarri avrà una seconda stagione alla Lazio per rafforzare la sua ideologia offensiva e imprimere la sua autorità che è un calcio emozionante da guardare. Nonostante la Roma stia giustamente rubando i titoli dei giornali, Jose Mourinho si fregherà le mani con i nuovi acquisti di Paulo Dybala e Georginio Wijnaldum.

La prima linea di Paulo Dybala, Tammy Abraham, Niccolò Zaniolo e Pellegrini sarà un vero successo al botteghino. “In primo piano” ha ragione per dimostrare che non è ancora finita.

Gasperini, 64 anni, allenatore dell’Atalanta sarà per sempre conosciuto come la mente dietro una squadra incredibilmente ben allenata che continua a mostrare un calcio offensivo prolifico. Nel 2019 Pep Guardiola, allenatore del Manchester City, ha elogiato la tattica italiana.

“E’ un piacere vedere giocare la squadra di Gasperini, sono coraggiosi e rispettano i loro tifosi ed è così che giocano”. Il club bergamasco ha una delle migliori accademie giovanili del mondo che fornisce anche quell’elemento di eccitazione quando le si esibiscono. Nonostante il mercato, aspetta che Gasperini faccia ancora la sua magia.

Tra tutti i top club si può dire che l’unica squadra che non ha avviato un marchio offensivo è la Juventus per via della mentalità difensiva del tecnico Massimiliano Allegri. Nonostante questo, hanno molta qualità da offrire come Dušan Vlahović, Paul Pogba, Federico Chiesa, Angel Di María e Manuel Locatelli.

Romelu Lukaku è tornato in Italia. (Photo by Darren Walsh/Chelsea via Getty Images)

Anche piccoli club come i pesciolini Salernitana offrono intrattenimento. Le loro storie di sopravvivenza immaginarie erano a dir poco incredibili evidenziando che nessuna squadra dovrebbe essere sottovalutata. Anche il neopromosso Monza, guidato di proprietà da Silvio Berlusconi e Adriano Galliani (ex titolare e amministratore delegato del Milan), darà una scossa al campionato e metterà a dura prova i top club.

READ  Il soprano americano che insultava la faccia nera si ritira dall'opera italiana | intrattenimento

Come dimenticare l’incredibile passione dei tifosi e degli ultras italiani? L’Inter ha stabilito un nuovo record di Serie A per la maggior parte dei membri venduti, con un numero totale di membri venduti a 41.000 con il rivale Crosstown Milan dietro i 40.000. Questo mostra la quantità di clamore e anticipazione in tutto il campionato.

I veri segnali del ritorno in Serie A significano azione. L’incredibile atmosfera e la straordinaria coreografia aggiungono anche un altro elemento di intrattenimento che più persone dovrebbero apprezzare.

Non è un segreto che l’Italia non possa mantenere alcuni dei suoi giocatori di livello mondiale. Soldi e investimenti non c’è nulla di cui aver pietà. Nonostante la mancanza di fondi disponibili rispetto all’Inghilterra, i club della massima serie hanno fatto molto bene a individuare il potenziale giovanile con esempi come Pierre Calolo, Ficayo Tomori, Raffaele Liao, Gianluca Scamca e Manuel Locatelli solo per citarne alcuni.

Il Milan è riuscito a vincere il titolo di Serie A con la terza squadra più giovane a livello nazionale con un’età media di 24 anni. Questo vigore e vigore giovanile ha notevolmente contribuito alla filosofia e al ritmo offensivi del gioco italiano, con più allenatori che tornano al moderno 4-3 stile. 3 formazione.

La English Football League dominerà la scena calcistica per molti anni a venire con un prodotto altamente divertente e dinamico. È anche vero che la Serie A sta attirando sempre più interesse dall’esterno e facendo riflettere sul livello del campionato.

Se non sei un fan della massima serie, fatti un favore guardando un’altra campagna competitiva ricca di azione.

La percezione sta lentamente cambiando e ne vale la pena.