Settembre 27, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

“La scienza è divertente ed emozionante. Il pubblico deve riscoprirla.” Jan de Kervasduy (intervista)

Nell’ambito della promozione “Le persone verdi ci stanno mentendo!” (1) Il suo recente libro firmato con Henri Voron, Jan de Kervasduy è stato così gentile da rispondere alle nostre domande: Managing Covid by Brussels, Floods, Anxiety, Political Environment, EU Science Policy, Nutriscore, Scientific and Technical InformationL’ex direttore degli Ospedali di Parigi è un ingegnere Laureato in Agraria, Acqua e Forestale Espone ancora una volta agli studiosi europei la sua diversità trattando tutti questi argomenti in modo sistematico e razionale.

studioso europeo: Come economista sanitario ed ex direttore di ospedali nel nostro Paese, come vede come l’Unione Europea sta affrontando la pandemia?

Jan de Kervasduy: Due anni fa, in senso stretto, la Federazione non aveva giurisdizione “sanitaria” e l’organizzazione e il finanziamento delle cure erano di competenza degli Stati. Tuttavia, il ruolo dell’Europa nella regolamentazione del mercato ha avuto ripercussioni anche sulle industrie biomediche. A questo proposito, inoltre, e poi, le questioni di tossicologia e di rapporto costo/efficacia dei farmaci e di alcuni altri prodotti utilizzati in medicina preesistevano all’epidemia di Covid. Quindi l’Unione Europea ha dovuto fare di tutto quando si è impegnata a fornire test e vaccini. Lo ha fatto nel complesso quadro delle sue regole generali di funzionamento, che sono senza dubbio più lunghe e difficili di quelle in vigore negli Stati Uniti o in Cina. Tuttavia, possiamo dire che il suo ruolo per la Francia è stato positivo. Basti immaginare per un attimo quale sarebbe stata una competizione tra paesi europei quando la domanda di vaccini era molto più alta dell’offerta mondiale e la Francia non ne produceva sul suo suolo.

è tuo. Ho co-pubblicato con Henri Fauron il libro Environmental Scientists Lie to Us. Cos’è la ricezione del lavoro?

JDK. : A giudicare dalle vendite, l’accoglienza generale è molto buona nonostante il boicottaggio attivo di gran parte dei media; Questo è stato in particolare il caso di tutte le emittenti radiofoniche e televisive del cosiddetto servizio “pubblico” e di tutti i quotidiani e periodici precedentemente classificati a sinistra… È chiaro che nel giro di pochi decenni la mentalità è cambiata dalle sue posizioni . . La sinistra che difendeva la ragione è diventata credente e insensibile a qualsiasi presunta critica ai principi di Doxa degli ambientalisti politici.

è tuo. : Tra i tanti argomenti che affronta c’è quello dell’acqua, in particolare attraverso “Scarsità d’acqua” e “Acqua rubata dai ricchi”. Di recente, violente inondazioni hanno spazzato l’Europa. Come spieghiamo questo disastro?

READ  Intimidire i ricercatori | dovere

JDK. : Non è niente di eccezionale. Rimaniamo entro gli standard stabiliti per secoli. La differenza, tuttavia, è che molto è stato costruito nell’ultimo secolo in aree soggette a inondazioni durante l’alluvione di 100 anni. E quelli che erano solo fenomeni naturali, che sono rari, sono diventati disastri naturali, perché le persone sono colpite dalle inondazioni dei corsi d’acqua.

è tuo. : Che si tratti di incendi, biodiversità, api o foresta, stai dicendo che la situazione non è catastrofica e non ha senso essere preoccupante. Come giustifichi il tuo punto di vista?

JDK. : È difficile dare una risposta univoca perché qualsiasi domanda ecologica riguarda un ecosistema e, per parlare di incendi, la boscaglia australiana è diversa dalle foreste della California meridionale. Tuttavia, in entrambi i casi, è stato l’uomo che ha costruito abitazioni nei boschi e ha trascurato la fabbricazione di firewall. Lo stesso vale per la biodiversità, che, ad eccezione degli insetti, si può dire in aumento in Europa ma minacciata in Siberia o in alcuni paesi africani. Può essere minacciato in mare, in particolare a causa della pesca eccessiva nel Mediterraneo ma anche nei mari del sud. Per quanto riguarda le api, la produzione mondiale di miele è raddoppiata da cinquant’anni. Se si risolve con l’aumento della domanda, allora ci sono ancora molteplici e specifiche ragioni: attacchi parassitari, modifica delle pratiche culturali … Per quanto riguarda i pesticidi, sono l’unica ossessione degli ecologisti, non è certamente così in Francia. La ragione della scomparsa degli sciami. Ci sono anche apicoltori buoni e cattivi.

Possiamo aggiungere che se gli ecologisti politici sono al nord del pianeta, le questioni ambientali sollevate dalla forte crescita della popolazione mondiale sono soprattutto al sud e che, in questa particolare materia, occorre prestare attenzione ad ogni forma di neocolonialismo.

è tuo. : Non neghi che ci siano problemi ambientali reali, come il bracconaggio per esempio. Su quale principio ti affidi per rilevare problemi ambientali veri e falsi?

JDK. : Insisto sul fatto che ogni volta dovremmo guardare all’equilibrio dinamico degli ecosistemi e vedere come gli umani lo modificano, spesso in modo reversibile, ma a volte in modo permanente. Pertanto, è chiaro che nelle ricche pianure del Kenya, dove oggi si coltivano rose e fagiolini, non c’è posto per animali selvatici, bufali, zebre e predatori. Ancora più allarmante è il fatto che, a causa della mancanza di trattamento dei rifiuti, gli uomini stiano scaricando milioni di tonnellate di plastica in mare, sconvolgendo ecosistemi marini di cui si sa poco.

è tuo. : Secondo lei, gli OGM sono “un progresso innegabile” e “nucleare” rappresentare il futuro”… Tuttavia, Bruxelles non sembra considerare queste innovazioni come priorità in questi piani futuri.

READ  Controllare un verme di abete usando il suo stesso DNA

JDK. : Sì, condivido questa nota e non smette mai di sorprendermi. Va detto che oltre alla loro influenza elettorale, i “Verdi” tedeschi che criticavano in particolare i loro vicini francesi, belgi e olandesi, hanno scelto l’industria nucleare come loro obiettivo per mezzo secolo e per un quarto di secolo. Gli OGM e la loro campagna mediatica di grande successo. L’opinione li segue, e oggi è chiaro, come diceva Marcel Proust, che ” I fatti non entrano nel mondo in cui vivono le nostre convinzioni Possiamo dimostrare che secondo tutti gli standard, l’energia nucleare ha meno inconvenienti rispetto ai suoi concorrenti, inoltre, è in grado di rispondere solo a “tutta l’elettricità”, e nulla aiuta. Quanto agli organismi geneticamente modificati, l’esperienza mondiale mostra ogni giorno i benefici continueranno a crescere, perché sono anche l’unica alternativa seria ai prodotti fitosanitari; ma non succede nulla e gli europei puniscono gli agricoltori pretendendo di tutelare i consumatori, cosa che ovviamente non avviene perché gli europei importano OGM, ma nessuno è preoccupato: perché sperimentalmente dimostrato di essere dannoso.

è tuo. : All’inizio dell’anno scolastico, Bruxelles deve prendere una decisione sulla selezione delle etichette alimentari, tra i candidati troviamo Nutriscore. Lo dici concentrandoti su un prodotto, non su un lavoro”, Nutriscore ha sbagliato obiettivo». Puoi spiegarci?

JDK. : Nutriscore offre pochissime informazioni sul cibo e può essere spiegato quando hai già una solida base nella nutrizione. E così, tra quattro pizze, questo punteggio dirà quale è meno grassa, ma la domanda centrale è come questa potenziale pizza contribuirà alla ciotola di cibo del giorno, della settimana o del mese perché l’importante non è – non è il cibo ma cibo. Inoltre, questo risultato indicherà sempre che il grasso è grasso, e quindi è mal valutato da Nutriscore, tuttavia è nutrizionalmente necessario mangiarlo. Quindi la domanda, ancora una volta, è mangiare, non cibo. In questo settore però la scuola non fa la sua parte ei medici sono pochi o poco preparati.

è tuo. : Cosa si dovrebbe fare affinché l’opinione pubblica abbia accesso a una migliore informazione scientifica e tecnica?

JDK. : Essere presenti quotidianamente in tutti i media e non annegare nella formulazione degli specialisti. La scienza è divertente e meravigliosa. Per dimostrare questa straordinaria ricchezza, i francesi devono scoprire l’affascinante storia della scienza mentre studiano, proprio come la storia dell’arte o la storia stessa. Raccontaci, quindi, come Pascal ha combattuto contro i domenicani per l’idea del vuoto, come Lavoisier ha spiegato che la teoria adesiva della combustione era infondata e come Pasteur ha messo in dubbio la teoria della generazione spontanea… In particolare, spiegherà il modo in cui gli studiosi risolvono le loro differenze. I francesi mancano delle basi e, ad esempio, hanno difficoltà a capire che l’elettricità è corrente, e scorre, e quindi è scarsamente e male immagazzinata. Inoltre, chi è il pubblico che comprende la differenza tra un’immagine fornita da uno scanner e un’immagine fornita da una risonanza magnetica, che è un’informazione utile quando si sta effettuando uno dei loro test? Uno dipende dalla densità del tessuto e l’altro dalla sua composizione chimica, quindi questi dispositivi danno immagini diverse e non hanno le stesse applicazioni mediche. Privi di una conoscenza semplice e di una prospettiva storica, i francesi hanno un’immagine proibita della scienza pur essendo ricca, interessante e soprattutto è e continuerà ad essere il campo di sviluppo dell’avventura umana; La pandemia di COVID ne fornisce un esempio, anche se vogliamo farne a meno.

è tuo. : Quale futuro prevedi per il nostro antico continente se non torni a una visione razionale?

READ  10.500 spettatori al Bell Center: la sanità pubblica boccia il canadese

JDK. : L’Europa ha ancora grandi università e grandi ricercatori, ma sono tagliati fuori dalla vita politica, soprattutto perché la classe politica in Francia in particolare non ha alcuna formazione in materia. Ma dobbiamo smettere di mischiare tutto e fingere che le decisioni politiche saranno in grado di modificare le basi della chimica e della fisica. Quindi limitiamoci a questo singolo esempio, l’idrogeno non sarà mai una fonte di energia, e nel migliore dei casi un vettore perché molta energia deve essere spesa per isolare, trasportare e immagazzinare questo gas prima che possa essere immagazzinato. Bruciare. Quindi ci prepariamo a grandi e costose delusioni prima, speriamo di imparare da loro?

(i) Jean de Kervasduy in collaborazione con Henri Voron, I verdi ci mentono! Albin Michel, 2021

Da leggere anche

L’Europa di fronte al Covid-19 (serie) I De Kervasdoué: “La Francia fa quello che può”

Sopravvivi e diffondi idee sbagliate