Febbraio 3, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La scena gastronomica di Staple of Grand Junction si sta chiudendo bruscamente dopo quasi 25 anni di attività

GRANDE GIUNZIONE, Colorado. – Dopo quasi un quarto di secolo di attività, un punto fermo di Grand Junction ha improvvisamente chiuso i battenti.

Brunella Gualerzi e suo marito, Ron Hall, hanno annunciato la chiusura del loro ristorante, Il Bistro Italiano, inviando una mail alla comunità e mettendo un cartello sulla porta del ristorante mercoledì 18 gennaio.

Nato nella regione settentrionale italiana dell’Emilia-Romagna e trasferitosi in Colorado nel 1990 per studiare in quella che allora si chiamava Mesa State University, ha scritto Gualierzi. “Mi hai davvero fatto sentire parte di questa comunità ed ero così orgoglioso e onorato quando sono diventato cittadino americano 10 anni fa.”

Gualerzi ha spiegato nella sua e-mail di aver recentemente ampliato il “sogno” dei due di Hull per avviare un’attività di confezionamento e vendere alcuni prodotti da bistrot nei negozi di alimentari (ha detto che Guy Fieri le ha dato l’idea quando ha visitato Il Bistro per lo spettacolo Food Network, ” Diners, Drive-Ins & Divs”) .

Questo lavoro, chiamato La cucina di Prunellache opera da una struttura separata.

“Non c’era modo per me di perseguire quest’altra attività e gestire anche il bistrot, quindi abbiamo collaborato con gli chef con cui lavoravo in quel momento in modo che possedessero una percentuale del ristorante”, ha scritto Gualerzi.

Gwalrzi ha continuato scrivendo che il rapporto con gli chef, di cui non ha fatto il nome, si era “deteriorato rapidamente e inaspettatamente” negli ultimi due giorni e che non c’era modo di andare avanti.

“Ho sciolto la partnership ma questo non mi ha lasciato nessuno a gestire il bistrot. Sono coinvolto anche nell’altro progetto e ho dei partner che ho affidato a Brunella’s Kitchen per prendere in considerazione anche loro”, ha detto Gualerzi. “Ho dovuto scegliere tra i due e ho perso il Bistro anche se mi ha spezzato il cuore.”

READ  I mercati europei si avviano verso un'apertura al rialzo; La guerra in Ucraina resta al centro dell'attenzione
La lettera è stata pubblicata fuori da Il Bistro Italian, il 18 gennaio 2023.

Gualerzi ha aperto Il Bistro nel 1998, appena quattro anni dopo essersi laureato. Questo è stato anche l’anno in cui ho incontrato Hall, che era il direttore del ristorante The Winery a Grand Junction. I due si sposarono un anno dopo e Hall si unì a Il Bistro nel 2000.

Il giorno di San Valentino del 2000, Gualerzi ha debuttato “Rosetta”, un piatto di pasta con prosciutto al rosmarino e provolone servito in una salsa di pomodoro piccante. Rosetta è diventata il piatto d’autore del ristorante, è la prima voce del menu, e secondo febbraio 2022 Articolo a partire dal Sentinella quotidiana di Grand JunctionHo fatto il piatto più di 180.000 volte.

Il ristorante era uno dei locali preferiti. Visita Grand Junction Compreso Il Bistrot nella lista dei ristoranti “da provare”, con un’enfasi sull’uso da parte di Gualerzi di ingredienti locali e vini del Colorado.

Gualerzi ha affermato che Rosetta è uno degli elementi a cui lei e Hall danno la priorità nel loro nuovo lavoro.

Per ora, la coppia sta cercando di capire i prossimi passi. Gualerzi ha detto, nella sua e-mail, che il ristorante avrebbe restituito eventuali buoni regalo non utilizzati e che sarebbe stato aperto due giorni alla settimana, solo per poche ore alla volta, per vendere il vino e i liquori rimanenti.

“Non credo di conoscere le parole per esprimere tutti i sentimenti nel mio cuore in questo momento”, ha scritto Gualerzi alla fine della sua e-mail. “Il meglio che posso fare è un grande capitale [sic] Lettere, dal profondo del mio cuore, grazie! “


Kyle Cook è direttore dei media digitali presso Rocky Mountain PBS. Puoi accedervi all’indirizzo [email protected].

READ  L'Europa è sul punto di vietare il petrolio russo: cosa accadrà dopo?