Settembre 25, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La Russia respinge il rapporto sulla vendita di VR46 ai sauditi

Valentino Rossi

Valentino Rossi ha respinto un rapporto affermando che è in trattative per vendere la squadra VR46 al principe saudita Abdulaziz bin Abdullah Al Saud.

VR46 è stato collegato all’emiro nonostante un apparente accordo di sponsorizzazione con la compagnia petrolchimica statale Aramco, accordo sul quale ci sono ancora alcuni dubbi.

Tuttavia, un rapporto dall’Italia sole 24 ore All’inizio di questa settimana, ha affermato che Rossi stava anche negoziando per vendere l’intera squadra, con una proposta di 150 milioni di euro.

Questo è stato fissato per il campione in pensione dai media italiani nel Gran Premio Michelin di questo fine settimana in Stiria, dove ha smentito le voci.

“Non è affatto vero che vogliamo vendere la VR46 ai sauditi”, ha detto Rossi dopo le prove libere di venerdì al Red Bull Ring.

“Questa è solo una notizia inventata, non ci pensiamo nemmeno.

“Ci piace, abbiamo tutto il nostro mondo là fuori ed è qualcosa che non ho idea di come sia andata a finire.”

Tanal Entertainment Sport & Media, la holding di proprietà del principe che ha annunciato la sponsorizzazione di Aramco ad aprile, ha informato lo scorso fine settimana che avrebbe tenuto una conferenza stampa nei prossimi giorni.

Questa conferenza stampa, che coprirà un’ampia gamma di attività ma con un focus speciale sulla partnership VR46, non ha ancora avuto luogo.

“Per quanto riguarda Tanal, non so molto di questa conferenza stampa”, ha detto Rossi.

“In VR46 lavorano i nostri avvocati e commercialisti, che cercano di fare tutto.

“Ma forse non sono la persona giusta per parlare di queste cose, perché in una certa misura lo so”.

READ  Recensione: DSSO affascina il colore e la danza

L’esatto rapporto tra Aramco e VR46 è ancora sconosciuto, dato che l’azienda ha negato di essere a conoscenza di qualsiasi accordo.

Immagine VR46 rilasciata da Tanal Entertainment Sport & Media ad aprile

Nelle ultime settimane è emersa una teoria secondo cui Rossi potrebbe scegliere di continuare la sua carriera guidando per la sua squadra per attirare supporto alternativo, e anche i discorsi del suo campo hanno suggerito che potrebbe tornare di nuovo.

Il 42enne ha già deciso di ritirarsi, lasciando un posto da prendere al fianco dell’uscente Luca Marini, che è stato arruolato nell’Esponsorama di quest’anno prima che la VR46 prendesse effettivamente il suo posto sulla griglia.

Marco Besecki è ancora convocato dal team Moto2, secondo il presidente della VR46 Racing Pablo Nieto, nonostante abbia già firmato per la SRT.

Nel frattempo, Rossi ha nascosto le voci secondo cui il suo ex compagno di squadra Monster Energy Yamaha Maverick Vinales, che sta uscendo dal team aziendale del produttore Iwata, potrebbe correre per lui.

“Ci piace molto Maverick perché è un grande pilota, e poi sono sempre andato molto d’accordo con lui quando eravamo compagni di squadra”, ha detto l’italiano.

“C’è molto rispetto tra di noi, ma abbiamo pensato di fare questa squadra per far venire i piloti da [VR46] Academy Racing Questo è il nostro programma”.

Quanto a Bezzecchi, Nieto ha ammesso a World TV mentre si allenava per il Gran Premio Michelin in Stiria: “Questa situazione è difficile da gestire perché siamo VR46 Academy, gestiamo tutti questi giovani piloti e dobbiamo mettere sul tavolo le migliori opzioni per questi cavalieri.

READ  ArtWalk alla Liberty Station festeggia 16 anni con un evento gratuito - NBC 7 San Diego

“Sappiamo di avere anche una nostra squadra, quindi è una situazione difficile.

“Vogliamo avere il meglio per il pilota e per la squadra. Dobbiamo pensare a tutto. Ovviamente l’ultima idea è sempre dei piloti e dobbiamo decidere cosa fare e vedere quali sono tutte le opzioni”.

Nessun risultato è stato ancora raggiunto nelle trattative, con il solo ritiro di Rossi annunciato il giorno prima sulla pista d’azione del Red Bull Ring.

“La prima opzione è che Marco sia il secondo pilota, ma non è presto perché la notizia era solo della scorsa settimana, quindi dobbiamo parlare di più e vedere”, ha spiegato Neto.

“Ma è la prima scelta e ci piace.”

Se dovesse finire alla SRT, Bezzecchi probabilmente riempirà solo la metà dei posti vacanti dato che Franco Morbidelli sembra destinato a trasferirsi nel team Yamaha ufficiale invece che a Vinales.