Febbraio 3, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La risposta cinese al COVID per determinare il futuro dell’economia globale

Negli ultimi tre anni, con lo scoppio del covid, la chiusura delle frontiere, la chiusura delle frontiere e l’alto tasso di disoccupazione, i consumatori cinesi sono stati sulla difensiva e hanno ridotto drasticamente le loro spese. La speranza è che i viaggi e la spesa discrezionale aumentino in modo esponenziale ora che l’economia si è aperta.

Caricamento in corso

Le autorità stanno anche facendo il possibile per aiutare ad accelerare la crescita fuori dalla contrazione con politiche fiscali e monetarie più espansive e abbandonare almeno due delle politiche tipiche di Xi.

Nell’agosto 2020, nel tentativo di frenare una bolla guidata dal debito nel mercato immobiliare cinese, Xi ha introdotto una politica delle “tre linee rosse” che ha fortemente limitato l’influenza degli sviluppatori.

Il settore immobiliare (che una volta rappresentava circa un terzo del PIL cinese) è crollato insieme a molti grandi sviluppatori, lasciando bloccati gli acquirenti di appartamenti che hanno pagato anticipatamente le loro proprietà e i governi locali che dipendono meno dalle vendite immobiliari che dalle entrate.

Nonostante i tentativi di sostenere il settore, incluso fornire più finanziamenti e liquidità agli sviluppatori più affermati e finanziamenti agevolati ai potenziali acquirenti, è rimasto bloccato e stressato.

Ora, sembra che le autorità stiano per cancellare, o almeno indebolire, le linee rosse e consentire ad alcuni sviluppatori di aumentare la loro influenza dando loro più tempo per mettere ordine nei loro bilanci.

Allo stesso modo, le autorità sembrano fare marcia indietro dopo tre anni di repressione delle principali società tecnologiche cinesi. In caso di severe restrizioni sui giochi online, le autorità hanno concesso a Tencent Holdings l’approvazione per lo sviluppo di nuovi giochi.

READ  "Sei solo la tua religione?" La reazione molto australiana a un vincitore di $ 60 milioni in Powerball

Alibaba è stato uno dei primi bersagli della campagna di Pechino per tarpare le ali a un settore tecnologico che è cresciuto così potentemente attraverso un decennio di espansione quasi incontrollata.credito:AP

Il gigante Fintech Ant Group – la cui quotazione di $ 34 miliardi ($ 49 miliardi) è stata interrotta dalle autorità due giorni prima del lancio previsto per la fine del 2020 – è stato detto che potrebbe procedere con la raccolta di nuovo capitale.

La repressione delle grandi società tecnologiche e immobiliari faceva parte di uno spostamento dell’attenzione dall’approccio “furtivo” dei predecessori di Xi alle politiche redistributive più socialiste di “prosperità condivisa”. La Cina sta ora guardando a queste aziende per aiutare a rinnovare la crescita.

Un altro recente cambiamento di politica nella diplomazia internazionale. Sono finiti i “guerrieri lupo” e invece la Cina si presenta improvvisamente come un paese più gentile e meno minaccioso.

La lingua che i diplomatici cinesi usano verso l’Occidente, inclusi Australia e Stati Uniti, è cambiata in modo significativo. Sembra che il divieto sul carbone australiano possa essere revocato e simili divieti su vino, orzo e persino aragoste potrebbero essere abrogati, aggiungendo sostanza ai cambiamenti nel discorso.

Se i cambiamenti nella politica e nello stile siano stati guidati dall’enorme aumento delle infezioni da COVID, o dalla riuscita affermazione di Xi negli anni passati come leader della Cina per un terzo mandato senza precedenti, è una questione aperta. Gli approcci politici “audaci” che ora sta abbandonando potrebbero far parte della sua strategia per garantire questa estensione della sua leadership.

È importante, e non solo per la Cina, quanto bene o meno la Cina abbia affrontato l’enorme aumento delle infezioni da COVID che si è già verificato anche prima del periodo del capodanno lunare.

READ  Ricostruzione dell'aereo preferito di Perth, l'Antonov, dopo che fu distrutto in un attacco aereo russo in Ucraina

Caricamento in corso

Se riesci a tenere rapidamente sotto controllo il tasso di infezioni, anche se a un costo potenzialmente enorme in vite umane – ci sono modelli che suggeriscono che durante la riapertura si potrebbero perdere fino a un milione di vite – l’economia può riprendersi rapidamente e con forza.

Sarebbe una benedizione mista per il resto del mondo. Ciò contribuirà a stabilire un minimo per la crescita dell’attività economica globale e a rimuovere gli squilibri nelle catene di approvvigionamento globali, ma aumenterà anche la domanda di materie prime, in particolare le materie prime energetiche, ne aumenterà i prezzi, alimenterà l’inflazione e i tassi di interesse e complicherà l’energia equazioni di offerta in Europa.

La modesta crescita della Cina nell’ultimo anno ha visto la sua domanda di GNL diminuire drasticamente, dando all’Europa l’accesso al gas per sostituire il dominio russo prebellico delle sue forniture. È stato anche un fattore di abbassamento dei prezzi del petrolio, nonostante le sanzioni imposte al petrolio russo.

Se la Cina non può riaprire la sua economia e il numero di infezioni aumenta bene, la crescita globale sarà più debole (o la recessione globale più profonda). Anche la domanda di materie prime si indebolirà, insieme ai prezzi delle materie prime, e nemmeno le catene di approvvigionamento globali e l’economia globale funzioneranno.

Quindi, c’è molto di eccezionale su come si svilupperanno le improvvise inversioni delle politiche chiave di Xi, per la Cina e il resto del mondo. I prossimi mesi saranno o il punto di svolta per il sistema sanitario e l’economia cinesi o un precursore di qualcosa di completamente destabilizzante e devastante.

La newsletter Business Briefing offre storie importanti, copertura esclusiva e opinioni di esperti. Iscriviti ogni mattina della settimana.

READ  Taiwan esce dal lockdown e fa un passo avanti nella corsa ai vaccini