Maggio 18, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La quarta dose del vaccino approvata dai ministri della Salute: chi è coinvolto e in quali circostanze?

Alcune persone ora possono beneficiare della quarta dose del vaccino Covid-19. Chi è coinvolto e quali sono le condizioni?

I ministri della Salute hanno deciso di introdurre una dose di richiamo per le persone con un’immunità indebolita. Infatti, secondo il parere dell’Immunization Task Force e del Supreme Health Council, le persone immunocompromesse potrebbero non avere una protezione adeguata, anche dopo la terza dose.

Per questo il Ministero della Sanità pubblica aggiunge un vaccino di richiamo. Si raccomanda di somministrare questa dose di richiamo entro e non oltre tre mesi dall’ultima iniezione.

Questa dose di richiamo può essere somministrata con un vaccino mRNA e può essere somministrata anche dopo la vaccinazione primaria con un vaccino non mRNA.

Le persone interessate riceveranno un nuovo invito a vaccinarsi nelle prossime settimane presso un centro vaccinale locale.

Più di 325.000 persone sono interessate dalla quarta dose. Queste persone, di età pari o superiore a 12 anni, sono immunocompromesse a causa di una malattia o di un trattamento sottostante. Il loro corpo reagisce in modo meno aggressivo dopo la somministrazione del vaccino.

La quarta dose è raccomandata per le persone con immunodeficienza innata, insufficienza renale cronica che richiede dialisi, malattie infiammatorie trattate con immunosoppressori, tumori che sono stati o sono stati in trattamento attivo negli ultimi 3 anni, pazienti pre-trapianto, trapianto di cellule staminali e organi pazienti trapiantati e HIV con una conta di cellule CD4 inferiore a 200 per mm3 di sangue.

READ  Festival della Scienza 2021 a Casemate 1/3 - Nel passato | eco