Agosto 12, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La Premier League respinge la richiesta di rinvio della partita di Leicester City tra paure COVID-19, notizie sportive

Il Leicester ha ricevuto una richiesta di posticipo della partita di giovedì con il Tottenham a causa dello scoppio del virus Corona, che è stata respinta dalla Premier League, secondo il manager Brendan Rodgers.

Parlando alla sua conferenza stampa pre-partita mercoledì, Rodgers ha detto che gli mancheranno nove giocatori a causa di casi positivi di Covid, malattia e infortunio.

Le ultime due partite del Tottenham, contro il Rennes in European Conference League e il Brighton in Premier League, sono state annullate a causa dell’epidemia che ha visto almeno otto giocatori e cinque membri dello staff contagiati.

Anche il viaggio del Manchester United a Brentford, previsto per martedì, è stato rinviato a causa di molteplici casi al campo dello United.

“Abbiamo esaminato la cosa, ma sfortunatamente per noi non abbiamo ottenuto un’esenzione”, ha detto Rodgers.

Leggi anche: Fa male vederti ritirato dal calcio professionistico: Lionel Messi reagisce al ritiro di Aguero

“Come squadra e club, abbiamo sempre voluto supportare tutta l’azione, ma quando abbiamo bisogno di un po’ di supporto in una situazione difficile in cui ci troviamo, non siamo riusciti a ottenerlo”.

Il Leicester ha perso sette giocatori nella sconfitta per 3-2 della scorsa settimana contro il Napoli, che li ha portati a ritirarsi dall’European League e a battere il Newcastle 4-0 domenica.

Rodgers ha affermato che le assenze extra nel fine settimana erano legate all’infezione, non ad altri casi di coronavirus.

Ma il nordirlandese ritiene che le lesioni siano state causate dalla fatica con la sua squadra allargata a causa dell’epidemia di Covid.

“C’era molto scetticismo sulla partita contro il Newcastle di domenica, ma per il bene del gioco e dei tifosi, mi sono fatto avanti”, ha aggiunto Rodgers.

READ  Pronostici, scelte, come vederli, diretta Juventus e Genoa: Pronostici Serie A 6 maggio 2022

“Da allora abbiamo avuto più infortuni. Non hanno niente a che fare con il Covid ma è perché i giocatori si infortunano perché non possiamo cambiare rosa e rosa per via del numero di giocatori che abbiamo già”.

Rodgers si è unito a un gruppo in crescita di manager della Premier League che cercano di chiarire il numero di casi positivi necessari per posticipare la partita.

La Premier League deve ancora accettare o negare le richieste di rinvio caso per caso.

Il Tottenham sta affrontando ritardi nelle partite poiché la loro ultima partita di Premier League prima che l’epidemia a Burnley fosse rinviata a causa del maltempo.

Anche il manager del Tottenham Antonio Conte ha detto che avrebbe preferito posticipare la partita, ma crede che il potenziale arretrato della partita sia dietro la logica della Premier League.

Leggi anche: L’attaccante del Barcellona Sergio Aguero annuncia il suo ritiro dal calcio a causa di problemi cardiaci – guarda

“La Premier League non ha voluto rinviare la partita contro il Leicester”, ha detto l’italiano. “Forse perché dobbiamo giocare con Burnley e Brighton e abbiamo rimandato due partite prima”.

Conte avrà alcuni dei suoi giocatori di ritorno disponibili per la selezione al King Power, ma ha detto che non può avviarli a causa dell’impatto del virus e dell’autoisolamento sulla loro forma fisica.

Conte ha aggiunto: “(Alcuni) giocatori sono tornati ad allenarsi e altri sono ancora isolati. Per i giocatori che sono tornati ad allenarsi hanno bisogno di un po’ di tempo per essere in forma e ritrovare una buona forma fisica.

“Quando hai il Covid non solo 10 giorni, con questo virus rendi il tuo corpo meno forte. Ecco perché devi andare piano”.

READ  Calciomercato Tottenham: Pierluigi Giulini in prestito precampionato dall'Atalanta | notizie di calcio