Settembre 27, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La paura si intensifica mentre si intensifica l’avanzata mortale dei talebani attraverso l’Afghanistan, il governo si organizza per rimuovere gli australiani

I veterani della guerra in Afghanistan esprimono disperazione per il rapido ritorno dei talebani nel paese devastato dalla guerra, poiché il governo federale afferma che sta lavorando per far uscire alcuni degli australiani rimasti.

il Gli Stati Uniti e il Regno Unito stanno inviando truppe nel paese per aiutare a evacuare personale e civili, mentre l’assistenza diplomatica viene fornita a dozzine di australiani che si ritiene siano ancora lì.

La scorsa settimana i combattenti talebani hanno preso il controllo di altre due grandi città, la decima e l’undicesima capitale afghana, cadendo sotto il controllo dell’ex nemico.

E i nuovi servizi segreti statunitensi indicano che i talebani stanno avanzando così rapidamente che gli insorti possono assediare la capitale nazionale, Kabul, entro un mese, e assumere il pieno controllo del paese entro la fine dell’anno.

Il gruppo islamista sta già rivendicando il controllo di Herat, la terza città più grande dell’Afghanistan, mentre Kandahar nel sud – la seconda città più grande e la casa spirituale del gruppo – potrebbe essere stata catturata.

Si ritiene che Tarin Kowt, la capitale della provincia di Uruzgan, dove gli australiani hanno prestato servizio per quasi un decennio, sia circondata dai talebani e potrebbe presto cadere.

Un anziano dell’esercito in pensione, che ha parlato con ABC a condizione di anonimato, ha detto che i veterani hanno guardato con orrore mentre il loro ex nemico reclamava le terre in cui un tempo servivano.

Il conflitto in Afghanistan ha visto la morte di 41 soldati australiani in servizio e molti altri feriti.

“Taren Kowt è circondato e probabilmente cadrà presto, così come Kandahar”, ha lamentato il veterano combattente afgano.

“Come alla fine, ha senso qualcosa? Almeno io non sono la madre di un figlio morto. Alcune cose non possono essere viste e dimenticate.”

Il segretario alla Difesa Peter Dutton ha confermato che i funzionari stanno lavorando in sicurezza per rimuovere gli australiani rimasti in Afghanistan, anche se non è chiaro come ciò possa essere ottenuto.

“Abbiamo già attirato un gran numero di persone”, ha detto venerdì a Nine Network.

Continueremo a farlo, soprattutto coloro che hanno fornito supporto alle nostre forze”.

Un soldato australiano fornisce protezione a Tarin Kowt
Una figura militare di alto livello in pensione ha detto che i veterani erano inorriditi dal fatto che il loro ex nemico stesse invadendo le terre in cui un tempo prestavano servizio.(

MOD: Caporale Ricky Fuller

)

il Le ultime truppe e diplomatici australiani sono partiti da Kabul a metà giugno Altre forze alleate si ritirarono dall’Afghanistan.

Dutton ha detto che il lasso di tempo per far uscire il resto delle persone dipenderà dalle circostanze individuali.

“Alcune persone non vogliono uscire perché stanno lavorando per una ONG o perché sono state coinvolte in qualche attività finora. Questo sarà un problema per loro”, ha detto.

Crescono anche le preoccupazioni Centinaia di afgani e le loro famiglie che hanno servito a fianco delle forze australiane Durante la guerra più lunga di questo paese, ma non sono ancora stati in grado di ottenere visti di rifugio sicuro per partire.

Stuart McCarthy, un altro ufficiale dell’esercito in pensione, ha detto ultimatum per salvare il resto Traduttori afgani e altri appaltatori dalle minacce mortali dei talebani È stato raggiunto rapidamente e il tempo stava per scadere.

READ  La Lituania esorta i funzionari pubblici a sbarazzarsi dei telefoni cinesi