Febbraio 5, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La Nuova Zelanda si prepara a cancellare il barbecue di Jacinda Ardern tra problemi di sicurezza | Nuova Zelanda

Jacinda Ardern è assolutamente adorabile Rituali del giorno di Waitangi Ospitare un barbecue pubblico è probabilmente fuori dalla lista nel 2023 a causa di problemi di sicurezza, poiché la Nuova Zelanda si occupa di crescenti minacce e molestie da parte dei politici.

Dal 2018, Ardern, la sua famiglia e i ministri del suo gabinetto hanno indossato grembiuli e pinze per cucinare un barbecue gratuito per tutti coloro che si alzano presto per il servizio all’alba durante la festa nazionale della fondazione del paese, nei terreni del Trattato di Waitangi a Paihia.

Il National Waitangi Trust ha confermato all’Australian Associated Press che il prossimo anno non è in programma un barbecue Crescenti preoccupazioni per la sicurezza.

Un portavoce del governo ha affermato che non è ancora stata presa una decisione finale sul barbecue Waitangi del 2023, ma ha affermato che le preoccupazioni per la sicurezza erano molto presenti nelle loro menti.

La Nuova Zelanda ha sempre adottato un approccio rilassato e accessibile alla politica: i terreni del Parlamento sono interamente aperti al pubblico per visite, proteste o picnic; Gli edifici governativi sono aperti ai gruppi turistici e i politici sono generalmente accessibili e accessibili.

Ma lo scorso anno è stato caratterizzato da crescenti timori che i gruppi estremisti estremisti stiano cambiando l’ambiente di sicurezza.

I dati rilasciati a giugno hanno indicato che le minacce registrate dalla polizia contro Ardern erano quasi triplicate nel corso di tre anni, tra l’aumento dei movimenti di cospirazione e il contraccolpo contro le vaccinazioni.

Le misure Covid-19 della Nuova Zelanda sono state appropriate da alcuni gruppi marginali e il 2022 è stato segnato da proteste rabbiose, a volte violente, di gruppi anti-vaccino, anti-governativi e di estrema destra.

In un’occupazione di tre settimane del distretto parlamentare di Wellington a febbraio, i manifestanti hanno chiesto che Ardern e giornalisti venissero giustiziati o processati per crimini contro l’umanità.

La manifestazione è scoppiata in violenti disordini in cui almeno 40 poliziotti sono rimasti feriti, 100 persone sono state arrestate, sono stati appiccati incendi intorno ai terreni del Parlamento e lo stadio del Parlamento è stato demolito.

Questi cluster non sono stati completamente risolti anche quando la Nuova Zelanda ha abbandonato le misure anti-Covid. Almeno due uomini, entrambi arrabbiati per la campagna di vaccinazione del paese, sono stati arrestati quest’anno per aver ripetutamente minacciato di assassinare Ardern.

Con l’avvicinarsi dell’anno elettorale, i partiti politici stanno già iniziando a pensare a come affrontare i rischi per la sicurezza. Parlando alla conferenza del partito laburista a novembre partito laburista Il presidente Claire Szabo ha detto ai delegati che il partito offrirà sessioni sulla formazione degli astanti e sulle tecniche di de-escalation.

“La campagna del prossimo anno includerà alcuni elementi che preferiremmo non vedere”, ha detto. Attacchi, vandalismo, molestie, comportamento illegale e phishing dannoso.

Il vice primo ministro Grant Robertson ha dichiarato a settembre alla redazione che le minacce contro i parlamentari stavano diventando “più grandi e più gravi”.

Il Waitangi Day, il 6 febbraio, è la festa nazionale della Nuova Zelanda, che segna la firma del documento fondante della Nuova Zelanda, il Trattato di Waitangi nel 1840.

Ardern ha portato i suoi ministri di gabinetto a Paihia per diversi giorni ogni anno della sua premiership, tranne quest’anno quando un’ondata di Covid-19 ha costretto gli organizzatori a tenere celebrazioni virtuali.

Ha promesso di viaggiare di nuovo l’anno prossimo.

READ  Donna sbalordita dopo che il fidanzato le ha inviato un'e-mail con una banconota da 3,23 dollari per banane e pane tostato