Settembre 26, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La Nuova Zelanda dà il via alla primavera con neve improvvisa dopo l’inverno più caldo di sempre | Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda ha iniziato la primavera con la neve al livello del mare, con bagliori a Christchurch, Dunedin e persino a Wellington.

La dimissione improvvisa arriva dopo il Paese L’inverno più caldo e piovoso di sempreCon la nevicata, martedì le autostrade statali delle isole settentrionali e meridionali sono state chiuse.

Molte famiglie nella città più grande dell’Isola del Sud si sono svegliate con cortili bianchi e avvisi stradali nella più grande neve bassa dell’anno.

Neve nelle strade di Dunedin. Fotografia: Jairo Suarez Carrillo

“Settembre può ancora fare freddo in Nuova Zelanda. Riceviamo questi focolai invernali che provengono dall’Antartico”, ha affermato Dan Corrigan, meteorologo di MetService.

“È aria di origine antartica, che porta rovesci e massa d’aria invernale a nevicare a bassi livelli tra cui Christchurch e Dunedin … sicuramente un inizio di giornata molto invernale”.

Dunednett ha pubblicato delle foto sui social media, mentre l’agenzia di stampa Stuff ha documentato una serie di auto che scivolavano fuori strada in condizioni inaspettatamente ghiacciate.

Anche le città a nord di Canterbury e la periferia settentrionale di Christchurch stanno affrontando nevicate, le prime in pochi anni.

Nella capitale, Wellington, i sobborghi ad alta quota hanno segnalato lampi, mentre quelli a quote più basse sperimentano brividi ghiacciati.

L’eruzione antartica porta la neve a Wellington all’inizio della primavera – VIDEO

Nell’estremo nord, la neve ha chiuso le strade nell’alta regione centrale intorno a Taupo.

Un raffreddore improvviso è uno shock dopo essere stato caldo durante l’inverno.

La neve copre i mobili e la superficie da esterno
Neve nel cortile di Christchurch. Fotografia: Marian McCormick

L’agenzia di scienze climatiche Niwa ha confermato la scorsa settimana che l’anno ha battuto i record, il che significa che i tre inverni più caldi della Nuova Zelanda si sono verificati negli ultimi tre anni.

La temperatura media nazionale è stata di 9,8 °C tra giugno e agosto, 1,4 °C al di sopra della media 1981-2010.

I mari della Nuova Zelanda tollerano anche temperature più calde, con “le condizioni di ondata di caldo marino che continuano”.

Le condizioni meteorologiche hanno portato abbondanti nevicate sui campi da sci dell’Isola del Sud, mentre quelli dell’Isola del Nord sono morti di fame.

Frustrante per gli operatori del Monte Ruapehu, il tempo di questa settimana non è riuscito a fornire la neve necessaria per iniziare La peggiore stagione in oltre un decennio.

READ  L'Australia meridionale registra due morti per COVID-19, poiché il Labour accusa il Premier di "dirottare" gli aggiornamenti dei casi