Maggio 23, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La nave delle generazioni: come fai a far viaggiare l’umanità tra i mondi?

Konstantin Tsiolkovsky ha introdotto l’idea di un tipo di Arca di Noè spaziale destinata a inviare gli esseri umani in viaggio per migliaia di anni, nel suo articolo del 1928 Il futuro della Terra e dell’umanità. Un concetto che sostiene con il suo famoso detto: “La terra è la culla dell’umanità, ma non trascorri tutta la tua vita in una culla”. Per quanto riguarda la fantascienza, la prima menzione di un’astronave generazionale è apparsa nel 19° secoloE il secolo con il romanzo Viaggio a Venere (1897) di John Munro. Fino agli anni ’90, è stata l’influenza cosmologica sostenuta da Tsiolkovsky, in cui l’umanità è destinata a popolare la galassia, spingendo gli autori a inviare i loro eroi ed eroine per esplorare le frontiere dello spazio. Allora, è un rocker! Di fronte al cambiamento climatico, sempre più preoccupante, lasciare la Terra non è più un’opzione ma una necessità… Non è sempre facile da realizzare. Le difficoltà, infatti, sono tante: l’ambiente chiuso, le risorse limitate, le regole rigide, la mancanza di terra… Poiché la nave potrebbe tentare di svolgere il suo ruolo di scienziato su piccola scala, il pianeta rimane la fonte di illusioni che si esacerbano per distanza.

>>Leggi anche: Il viaggio interstellare si farà con le vele?

La nave delle generazioni: cento persone in un barattolo di latta

Come capirai, la fantascienza contemporanea vede la Generation Ship come una capsula di salvataggio. Questo è ciò che incuriosisce Gatien Gambin, dottorando in lettere comparate e studi culturali il cui argomento di tesi non è altro che immaginazione del piano spaziale b. “Per piano B intendo i casi in cui l’opera è parte di una grave crisi ambientale, o in cui viene messa in discussione l’abitabilità dell’ambiente”, definisce il dottorando. A bordo che tipo di astronave l’umanità può sperare di scappare? Un esempio notevole è il cilindro O’Neill, dal nome del fisico che ha avuto l’idea con i suoi studenti all’Università di Princeton. È apparso per la prima volta nel 1974 a La fisica oggiGerard O’Neill rese popolare la nave due anni dopo nel suo romanzo città spaziali. Ha un raggio di 15 km e una lunghezza di 30 km … L’edificio che hai immaginato è gigantesco! È costituito da due cilindri a rotazione inversa, necessari per creare gravità artificiale sotto l’influenza della forza gravitazionale. Ci sono molti altri concetti di navi generazionali, ma ogni volta la rotazione continua.

READ  Questi 4 benefici per la salute del burro di arachidi

Una volta che la nave è disponibile, come si scelgono i passeggeri? ” a Aurora Nel 2015, Kim Stanley Robinson ha immaginato una competizione planetaria in cui sono state selezionate 2.000 persone su 20 milioni di volontari, per rappresentare l’intera Terra”, spiega Jatien Gambin, entrambi nel romanzo Astronomia (2009) Stephen Baxter o nel film i viaggiatori (2021), il posto è riservato in via prioritaria a giovani formati al solo scopo di fare questo viaggio. Ma in ogni caso, il numero di selettori sembra essere del tutto insufficiente per attraversare senza soluzione di continuità le intensità spaziali. “Siamo contattati regolarmente da autori e registi che vogliono convalidare il loro lavoro”, afferma Frederic Marin, astrofisico del CNRS presso l’Osservatorio astronomico di Strasburgo. Dal 2017 lavora nel tempo libero con un piccolo team di ricercatori sull’Heritage Project, che mira a simulare l’evoluzione delle popolazioni attraverso le generazioni nel modo più accurato possibile. Il codice che ha sviluppato con la moglie Camille Belovy, Project Manager per Data Scientist in Analytical Chemistry e Senior Associate, permette inizialmente di stimare il numero di passeggeri necessari per raggiungere Proxima Centauri b – 4,24 anni luce di distanza.. “in un viaggio che è durato quasi 6.300 anni. , abbiamo avuto un minimo di 98 persone. Tuttavia, secondo le nostre simulazioni, è probabile che il modello ideale sia di circa 500 passeggeri”, riassume Camille Belovy. Resta da tenere conto delle difficoltà inerenti a un tale viaggio …

© Ilona Ignatova/Shutterstock

Dalla sua altezza di 828 metri, il Burj Khalifa sembra un missile… o addirittura una nave da generazioni?

Viaggio interstellare: le difficoltà si accumulano…

Il livello dell’acqua e del gas ei ricercatori non sono preoccupati. Il riciclaggio e il controllo dei processi chimici essenziali consentiranno una fornitura stabile. D’altra parte, come nutriamo tutto questo piccolo mondo attraverso le generazioni? Non dovresti fare affidamento su cibi secchi e surgelati che hanno una data di scadenza. E in ogni caso, riporli richiede un’enorme quantità di spazio! ‘ spiega Frederic Marin. Quindi il cibo deve essere raccolto in loco. Per fare ciò, il team sta studiando vari metodi possibili: geoponics (nel terreno), idroponica (nel substrato) e aeroponics (spruzzatura e raggi UV sulle radici esposte). Per aiutare a sceglierli, i ricercatori esaminano prima la dieta di un carnivoro. Oggi diffuso, fornisce molti dati medici. È anche il più restrittivo, poiché è necessario trasportare il bestiame. Infine, è preferibile utilizzare una miscela di colture diverse per una superficie necessaria di 0,45 km2 Per supportare 500 persone. Che effetto possiamo aspettarci sulla dimensione della nave? Frederic Marin rassicura: “Può essere lungo 320 metri e con un diametro di circa 220 metri. È tutt’altro che impossibile, basta vedere il Burj Khalifa! E quando si guarda ad altre diete, come il vegetarianismo, la ciotola si restringe ancora di più. ” Il grattacielo di Dubai è l’edificio più alto mai costruito dall’uomo… È alto 828 metri!

READ  Ecco i veri rischi per la salute: "Nei pazienti vulnerabili, attenzione alla sepsi!"

Si possono escludere problemi tecnici, ma per quanto riguarda la psicologia dei passeggeri? “Mimare gli esseri umani ha un comportamento esemplare, ben seguendo i vincoli sociali e demografici imposti. Sfortunatamente, in realtà non è così semplice”, afferma Camille Belovy. Per iniziare a vivere l’imprevisto, all’Heritage Project è stato aggiunto un elemento di caos. Questo si traduce, ad esempio, nella morte prematura di una persona senza un motivo valido. Ma il suo potenziale è limitato… “Le nostre leggi matematiche richiedono leggi sociali. Purtroppo non c’è nulla che si possa tradurre in un simbolo”, si rammarica Frédéric Marin. È quindi necessario tenere conto di questo limite insormontabile nell’analisi dei dati raccolti. Un’analisi per la quale il team può utilizzare una mano. “Il campo di ricerca è ancora piccolo, senza concorrenza, e facciamo fatica a definirci. In particolare, vorremmo includere ricercatori nelle discipline umanistiche, che ci mancano molto”, insiste Camille Belovy.

>>Leggi anche: Viaggio su Marte: quali sono gli effetti attesi sul corpo umano?

Youth for Climate Dimostrazione contro la politica climatica del governo belga.

© Alexandros Michailidis / Shutterstock

Manifestazione di “Young for Climate” contro la politica climatica del governo belga.

L’umanità senza la Terra, l’umanità è ancora?

Quindi l’anima umana resta incapace di contemplare il progetto del patrimonio. Questo è ciò che hanno capito autori e registi di fantascienza. ‘Giovani di i viaggiatori Prendi una pillola che permetta loro di rimanere calmi, anche docili. Non appena interrompono il trattamento, sentiamo che la rivoluzione sta arrivando. Revolution for Freedom”, introduce Jatien Gambin, un’affermazione che fa eco alle attuali questioni climatiche e alla rivolta Giovani per il climaLe generazioni più giovani si rifiutano di vivere in un mondo meno libero a causa della colpa degli anziani. a AuroraL’equilibrio non viene rotto dall’interruzione dell’assunzione della pillola ma dal raggiungimento del pianeta promesso. Sul sito, infatti, non c’è il paradiso che attende i coloni, ma il virus mortale. Quindi si formano diversi campi, compresi quelli dei sostenitori del ritorno sulla Terra. Il viaggio di ritorno che testimonia la transizione dell’umanità a causa dello squilibrio iniziato sul pianeta Aurora – sono solo 749 dall’anno 2000. La più insidiosa è la mancanza di influenza dovuta alla perdita della Terra. Questo è lo scopo della famosa pillola: soffocare i ricordi e le rappresentazioni mentali immaginate della natura. Per una “correzione”, i membri diAstronomia Accesso a dispositivi di realtà virtuale, pericolosamente regolamentati e limitati.

READ  20 secondi di questo esercizio sono sufficienti per aumentare il metabolismo del 43%

E se i placebo non bastano, c’è sempre il debito. Nel film Anyara (2018), I passeggeri sono visti prostrarsi davanti a una grande finestra che si affaccia sul vuoto cosmico. I personaggi di Robinson si suicidano pregando per il Grande Vuoto”, spiega Jatien Gambin. Lasciare andare la natura terrena è molto più difficile poiché spesso le generazioni successive hanno dimenticato perché i loro antenati se ne sono andati. Questo dà origine a miti abbastanza vicini alla verità. … “a maleducazione dei fantasmiRivers Solomon suggerisce che ci devono essere state inondazioni record sulla Terra. Il dottorando aggiunge. L’inferiorità che provano i viaggiatori è fonte di molte delusioni. La natura che sognano ogni notte non esiste davvero, nemmeno sul pianeta blu. “Hanno perso l’idea di natura, ma è un’idea costruita, un concetto cliché”, spiega Jatien Gambin. E per non rischiare di perderlo definitivamente, devi semplicemente decidere di tenerlo. Per evitare qualsiasi piano b.

>>Leggi anche: Il cervello: un lungo viaggio nello spazio che cambia struttura