Agosto 3, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La natura ti fa bene

L’uccello che canta, gli alberi che stridono sommessamente, la piccola bestia che si nutre e il ruscello che scorre. Camminare nei boschi fa molto bene, dovrebbe far bene alla salute.


Mary Tyson

Mary Tyson
Giornalismo

La Société des Institutions de plein air du Québec (SEPAQ) ha chiesto al dottS Louis Perrier e un team di ricercatori del Montreal Heart Institute per condurre una revisione completa della letteratura scientifica per vedere se questo è vero.

dice il dottor.S Bahrir, MD, professore presso il Dipartimento di Medicina dell’Università di Montreal e direttore scientifico associato del Dipartimento di Prevenzione presso il Montreal Heart Institute. Volevamo vedere se c’era qualche scienza a sostegno di questo. ”

FOTO MARTIN TREMBLAY, PRESS

considerato dS Louis Perrier e il suo team hanno valutato studi che dimostrano scientificamente i benefici per la salute della natura. Sì, le prove ci sono.

La risposta è si. Ma c’è ancora molto da scoprire e, in particolare, da cosa dipendono i benefici della natura?

Quali sono le componenti della natura? Questo è quello che mi ha attratto di più. Sono spazi verdi? il colore ? Dovrebbero esserci molti alberi per chilometro quadrato? è poco rumoroso? tipo di suono?

considerato dS Louis Perrier

considerato dS Bherer e il suo team hanno condotto una ricerca approfondita in un ampio database, MEDLINE/PubMed, per trovare studi sul problema utilizzando parole chiave come cura della giungla o terapia naturale.

Hanno quindi creato una gerarchia tra gli studi (più di un centinaio) in base alla forza delle loro prove scientifiche.

FOTO EDOUARD PLANTE-FRÉCHETTE, archivio stampa

Toccare la natura è rilassante. Ora ci sono studi scientifici che lo dicono.

ricorda dS Bahrir. Studiare è divertente ma non convince. Quando viene riprodotto da diversi team, in diversi paesi, in diversi laboratori, ne siamo convinti. ”

READ  Omega-3: integrazione e rischio di tremore?

Benefici fisiologici

Foto di Hugo Sebastian Hubert, archivio stampa

Connettersi alla natura, come qui al Devil’s Mountain Regional Park, dovrebbe aiutare a ridurre la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna.

per dS Bherer e il suo team, la prova più forte è stata trovata sul lato dei benefici fisiologici.

L’esposizione alla natura riduce la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e la risposta del sistema nervoso simpatico e aumenta la capacità del sistema nervoso parasimpatico.

considerato dS Louis Perrier

“È il sistema simpatico che potenzia le tue capacità quando ne hai bisogno, aumentando la frequenza cardiaca, ad esempio”, aggiunge. Il sistema parasimpatico mira a ridurre la risposta fisiologica quando è il momento di rilassarsi o dormire la notte. ”

Ci sono anche alcune prove molto forti di ridotta ansia nei partecipanti esposti alla natura, aggiunge. Le prove sono più deboli quando si tratta degli effetti della natura sulla depressione o sulle capacità cognitive. considerato dS Bherer e il suo team erano particolarmente interessati alla dose necessaria per vedere i benefici.

“Dobbiamo andarci tre volte a settimana?” Per 10 minuti? Trenta minuti? 1:30 ? L’evidenza è più forte quando ti esponi per 120 minuti o più, ma d’altra parte, altri studi mostrano che inizia a mostrare benefici dopo soli 10 minuti. ”

FOTO EDOUARD PLANTE-FRÉCHETTE, archivio stampa

Un giorno possiamo prescrivere una breve passeggiata alle cascate Waber, nel Parco La Mauricie, per migliorare la sua salute.

considerato dS Bherer lo paragona all’esercizio fisico: ci sono “dosi ideali”, ma una volta che lo fai un po’, ci sono effettivamente benefici per le persone sedentarie. A suo parere, ci sono prove scientifiche sufficienti per descrivere l’esposizione alla natura. È ancora necessario conoscere il dosaggio da prescrivere.

READ  Chi sono le 14 startup e-health che invaderanno il mercato statunitense con Business France?

“Non trovo molto convincente dire alle persone di fare una passeggiata nei boschi. È come dire alla gente: ‘Fai esercizio’. Non è convincente. Devi dire alla gente cosa fare, con quale intensità, quanti volte alla settimana. Ecco. Stiamo entrando in una prescrizione, ma ciò richiede prove scientifiche sufficienti. Questo è ciò su cui mi piacerebbe lavorare. ”

Studio SEPAQ

Lo scorso autunno, SEPAQ ha intervistato i propri clienti sul benessere delle attività all’aperto. La stragrande maggioranza dei visitatori ha dichiarato di aver sperimentato effetti positivi sulla propria salute mentale (87%) e fisica (84%).

Foto di Bernard Brault, archivio stampa

Prezioso contatto con la natura al Parc national des Îles-de-Boucherville

Tuttavia, l’azienda statale ha voluto avere un quadro scientifico della questione chiamando il team d فريقS Bahrir. Il portavoce della SEPAQ, Simon Boivin, ha affermato che lo studio ha sottolineato l’importanza dell’attenzione dell’azienda sul collegamento delle persone con la natura dal punto di vista della salute pubblica.

“SEPAQ vuole anche contribuire allo sviluppo delle conoscenze sui benefici della natura per la salute pubblica in modo che altre organizzazioni possano trarne vantaggio nei rispettivi campi”, afferma Boivin. L’azienda ritiene che più i benefici per la salute derivanti dal contatto con la natura sono conosciuti, documentati e dimostrati, più i quebecchesi saranno in grado di sfruttare ogni aspetto di ciò che le loro aree naturali possono offrire loro. ”

Leggi il rapporto I benefici della natura per la salute pubblica