Giugno 14, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La mancanza di concessioni e regolamenti sta influenzando il riscaldamento globale in Italia

Bandiera italiana su Roma, Italia (fonte: Flickr / Pocheco, Creative Commons)

L’Unione Geotermica Italiana sottolinea gli aspetti chiave che impediscono il contributo della geotermia alla trasformazione energetica dell’Italia.

In una lettera al nuovo ministro del Cambiamento ambientale in Italia, Roberto Singolani, The Unione Geotermica Italiana (Union Geodermica Italiana) sottolinea la necessità di una pianificazione energetica efficace che includa le tecnologie geotermiche. La mancanza di chiarezza sugli incentivi a sostenere l’energia geotermica e altre tecnologie di energia rinnovabile è un argomento controverso in Italia, segnaliamo.

Negli anni, la mancanza di incentivi o prestazioni limitate e leggi più adeguate hanno fortemente limitato lo sviluppo delle tecnologie geotermiche in Italia, ponendo fonti sulle capacità operative della filiera industriale italiana, influenzando gli investimenti già pianificati e limitando la crescita del mercato e dell’occupazione. La riduzione della produzione va a scapito dell’efficienza energetica e dell’ecosistema globale perché l’energia geotermica fornisce soluzioni efficaci, sostenibili e flessibili al problema dell’approvvigionamento di energia termica ed elettrica. UGI persegue piani concreti per il riscaldamento globale a breve e lungo termine e chiede un incontro di approfondimento – così la dott.ssa Adele Mancella, Presidente dell’Unione Geotermica Italiana

Lettera:

L’Unione Geotermica Italiana (UGI), a nome dei suoi membri (enti e associazioni, accademici e professionisti nel campo della geotermia), si congratula con voi per il vostro lavoro e accoglie con favore l’azione annunciata dal Presidente della Repubblica Italiana. Un motivo di speranza e soddisfazione. L’istituzione ministeriale che vi è stata affidata fa parte della visione riconoscente annunciata dal nuovo governo.

Accettiamo pienamente l’impegno dichiarato al completamento del Piano Nazionale di Recupero e Recessione (PNRR) in relazione ai suoi obiettivi strategici e il compito europeo di prepararsi all’accelerazione del cambiamento energetico in Italia per ottenere una riduzione del 55% delle emissioni dei cambiamenti climatici entro il 2030.

Come per tutti i documenti di pianificazione energetica attualmente in fase di sviluppo, ci aspettiamo che venga posta la giusta enfasi sulle tecnologie geotermiche per la pianificazione. [According to separate news, the plan indeed foresees some geothermal elements]

READ  Tragedia in funivia in Italia, arrestato attivista bielorusso, la più grande superluna di quest'anno | Nei film

In particolare, citiamo due principali applicazioni della generazione di elettricità e del riscaldamento e raffreddamento degli ambienti: due settori che sono ancora forti in Italia dipendono dai combustibili fossili. L’energia geotermica fornisce soluzioni efficaci, sostenibili e flessibili. Un elemento base per la pianificazione di un mix di energie rinnovabili si parla in Italia da molti anni e ancora oggi fatica a realizzarsi appieno.

Per scopi precisi e immediati, portiamo alla vostra attenzione alcuni guasti che non solo rallentano, ma per molti versi ostacolano lo sviluppo della geotermia. [projects] In Italia.

1. Mancanza di offerte efficaci

  • Nel campo del riscaldamento gli incentivi sono solo parzialmente utilizzati dalle tecnologie geotermiche, e soprattutto servono aiuti finanziari per far fronte ai costi iniziali degli impianti. Le prestazioni eccellenti consentono loro di riprendersi rapidamente dalle prestazioni iniziali. Il bonus del 110% è un ottimo strumento di incentivazione che riteniamo possa essere utilizzato per consentire il pieno sviluppo di sistemi e professionisti, anche sotto forma di garanzia, nel lungo periodo. [heat] Settore pompe di calore geotermiche (sistemi di trasferimento di calore geotermico). Non esistono invece incentivi efficaci per migliorare il teleriscaldamento e il teleraffrescamento nelle aree urbane, il cui utilizzo porta già alla selezione della pianificazione urbana e della politica industriale in altri paesi europei.
  • Nel settore elettrico, l’esclusione geopolitica dal sistema di supporto finalizzato al finanziamento di risorse e tecnologie rinnovabili (mandato FER1) e la lunga attesa del mandato FER2 hanno disabilitato il supporto alle tecnologie geotermiche. Sulla scia dell’ordine di Millbrook, è noto da notizie di stampa che le concessioni agli impianti geotermici pilota non saranno più disponibili per il biennio 2020-2022: se confermate,
    Tra le fonti rinnovabili ci sono già le tecnologie geotermiche a bassa motivazione, che saranno le uniche tecnologie rinnovabili in Italia ad essere escluse dagli incentivi. Un caso unico in Europa e nel mondo.
READ  Il Presidente della Repubblica Italiana presenta l'Ordine della Stella al professor Hanoi

2. Mancanza di norme regolamentari adeguate

  • L’ordine per la progettazione e la costruzione dei geoscambiatori (cosiddetto “Ordine Sorveglianza”) basato sul decreto legislativo 28/2011 doveva essere approvato entro tre mesi dalla sua emanazione, e segue ancora un processo incerto nel mezzo.
  • Il processo di accreditamento per i progetti che utilizzano risorse geotermiche nell’interesse nazionale e locale è più complesso e ridurrà completamente i tempi formalmente previsti dalla legge. Al di fuori delle aree di offerta già disponibili, tuttavia, alcune delle domande di accreditamento completate hanno avuto tempi di approvazione molto lunghi e, nonostante il feedback tecnico positivo, nessuna delle dozzine di domande che hanno avuto luogo negli ultimi dieci anni è stata fruttuosa.

Queste lacune, oltre all’incertezza causata dalla data di scadenza prevista delle concessioni geotermiche per la produzione di energia, ostacolano lo sviluppo tecnologico e scientifico dell’applicazione elettrica e termica di importanti risorse rinnovabili come il riscaldamento globale. Ciò porta ad un calo degli investimenti e una conseguente mancanza di crescita tecnologica e occupazionale.

Nel settore energetico stanno minando gli investimenti programmati in nuovi impianti (sia in tecnologia flash che in totale ripristino) e nel potenziamento di quelli esistenti. Ciò ha un forte impatto negativo sul mantenimento e lo sviluppo di un settore, che oggi conta migliaia di posti di lavoro diretti e indiretti, oltre a migliaia di posti di lavoro derivati ​​da attività correlate. Per lo più italiani: l’energia geotermica aggiunge effettivamente tecnologie e funzioni nazionali al punto da parlare di un “italiano”. [value] Chain ”è difficile da applicare ad altre tecnologie energetiche rinnovabili italiane. Questi rischi caratteristici si perdono con gravi conseguenze economiche e occupazionali.

Nel campo del riscaldamento, soprattutto per quanto riguarda le applicazioni di calore negli edifici, le incertezze e le lacune determinano la crescita ingiustamente definita rispetto a quanto sta accadendo in altri paesi europei. Il sistema di produzione ridotto è dannoso per le prestazioni energetiche e ambientali complessive e influisce sulla crescita di un mercato solido e sul relativo impatto occupazionale, nonostante le eccezionali capacità dell’Italia e i riconosciuti vantaggi tecnologici, economici e ambientali del settore.

READ  L'italiano Sonego incontrerà il campione in carica Dijer nella finale di Cagliari

UGI è un’associazione indipendente creata per diffondere una conoscenza accurata delle implicazioni economiche, ambientali e sociali delle risorse del riscaldamento globale, delle tecnologie e dell’uso efficiente delle sue risorse e del suo sviluppo sostenibile presso il pubblico, gli operatori e i livelli politici e amministrativi pertinenti. Importante fonte di energia rinnovabile nazionale.

Deploriamo la minima attenzione o resistenza alle tecnologie geotermiche, e crediamo che ciò possa portare ad una più profonda sfiducia, innescata dal timore che la mancanza di conoscenza su un argomento così complesso si nutra e si rafforzi.

Saremmo lieti di portare alla vostra attenzione ulteriori informazioni e dati sugli argomenti qui menzionati contribuendo con idee ed esperienze ai lavori in corso per migliorare BNRR e la politica energetica. Dato il grande potenziale di riscaldamento globale in Italia, il nostro obiettivo è presentare misure concrete per il miglioramento della geotermia nel breve e lungo termine, dando un impulso decisivo alla rivoluzione energetica in Italia.

Rinnovando le nostre congratulazioni per l’ottimo lavoro, UGI è a disposizione del vostro ministero e richiede il primo incontro di approfondimento.

Cordiali saluti,
Consiglio UGI – Adele Mancella (Presidente), Ricardo Corsi (Vicepresidente), Bruno della Vedova, Renato
Pontificio, Antonio Trivella, Maricio Vecoro (Tesoriere), Giampolo Vecchi

Lettera originale in italiano (PDF)

Comunicato Stampa_Unione Geotermica Italiana_9 marzo 2021