Giugno 16, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La Malesia impone un blocco quasi totale dopo l’aumento dei casi di COVID-19

Kuala Lumpur: Il primo ministro malese ha annunciato un blocco quasi totale del coronavirus nel paese, interrompendo le attività sociali ed economiche per due settimane per contenere il peggioramento dell’epidemia.

Il primo ministro Muhyiddin Yassin ha affermato che la decisione di attuare la chiusura iniziata il 1 giugno è arrivata dopo che il numero di nuove infezioni ha superato per la prima volta le 8.000 venerdì, sollevando il timore che la malattia possa andare fuori controllo.

Questa settimana è stato prelevato un tampone da un ragazzo presso il centro di test COVID-19 a Kuala Lumpur.Attribuisci a lui:AP

Il governo all’inizio di questo mese ha imposto un blocco parziale fino al 7 giugno e ha smesso di chiudere le attività per prevenire una potenziale catastrofe economica. Ma le nuove infezioni sono aumentate dall’ultimo Eid al-Adha, passando per la prima volta a 6.000 il 19 maggio e salendo a 8.290 venerdì.

Questo porta i casi totali nel Paese a 549.514. Venerdì il ministero della Sanità ha anche riportato 61 decessi in più, portando il numero a 2.552 – quasi il 40% registrato solo questo mese. I casi totali e i decessi in Malesia sono aumentati di quasi cinque volte rispetto all’intero anno scorso.

Mohieldin ha dichiarato in una nota che tutte le attività commerciali saranno chiuse dal 1 al 14 giugno nella prima fase della chiusura completa, ad eccezione dei servizi essenziali.

Ha affermato che in caso di diminuzione dei casi giornalieri, alcuni settori economici potranno riaprire nella seconda fase, che dovrebbe durare quattro settimane. Successivamente, il Paese tornerà agli attuali controlli, con tutte le imprese autorizzate a operare ma non le attività sociali.

READ  Centinaia di persone tengono una fiaccolata a Hong Kong per celebrare la repressione di Piazza Tiananmen nonostante il divietomen

Caricamento in corso

Muhyiddin ha promesso che il governo sosterrà il sistema sanitario per garantire che non collassi e per aumentare le vaccinazioni.