Settembre 23, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La Lega di destra propone un centro rimpatri al confine italo-francese

La Lega di destra in Italia propone di creare un centro di detenzione e rimpatrio per risolvere il “problema migratorio italo-francese” a Ventimiglia sul confine francese.

Flavio de Muro, deputato al Parlamento della Lega di destra in Italia, ha annunciato che presenterà una richiesta formale al ministro dell’Interno italiano Louisiana Lamorges per creare un centro di detenzione per risolvere il problema a Ventimiglia. Gli immigrati stanno affollando il confine italo-francese.

“La mia idea è che Ventimiglia potrebbe essere il posto migliore”, ha detto De Muro. “L’Italia ha già dieci di queste strutture. L’idea è quella di detenere non solo gli immigrati privi di documenti, ma anche gli stranieri che hanno chiesto asilo o protezione internazionale”, ha detto.

De Muro ha detto che il centro potrebbe “curare gli stranieri ei detenuti in attesa di giudizio che creano problemi di ordine pubblico. Attualmente si stima che il 30-40% degli immigrati a Ventimiglia sia irregolare”.

Tra gennaio e giugno 2021, secondo i dati citati da De Muro, sono stati emessi in totale 474 ordini di espulsione per immigrati privi di documenti provenienti dalla provincia di Imperia a Ventimiglia.

“Tuttavia, il governo dovrebbe attivarsi per dimostrare che è così. Non basta emettere un ordine di congedo per l’espatriato. Occorre disporre il trattenimento del migrante, quindi l’azione del Questore sarà essere molto efficace.”

Centro di allerta del sindaco di Ventimiglia ‘Non diventare un hotel’

Il sindaco di Ventimiglia Guidano Scallino ha commentato l’iniziativa della Lega e si è detto d’accordo, ma ha avvertito che il centro “non deve diventare un albergo confortevole dove gli stranieri possano entrare e uscire a suo piacimento”.

READ  Il veterinario americano tornò in Italia nel 1944 per salutare l'ultimo 'Pampini' visto

“Non siamo mai contrari all’accoglienza di bambini, donne e rifugiati o richiedenti asilo. I cittadini di Ventimigilia non possono essere scortesi quando sono ubriachi, litigano e dormono. Ora hanno paura di uscire la sera”, ha detto il sindaco. .

“Vorrei chiedere agli altri partiti della coalizione di dare una garanzia al Ministero dell’Interno prima di esprimere il mio definitivo assenso. In tal caso, dovremo scegliere una località lontana dai centri abitati. Al confine, per ottenere prima un respingimento dalla Francia”.