Maggio 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La guerra in Ucraina potrebbe far salire i prezzi di pane, pasta e mangimi

I carri armati e i missili russi che assediano l’Ucraina minacciano anche le forniture alimentari e il sostentamento delle persone in Europa, Africa e Asia che dipendono dai vasti e fertili terreni agricoli della regione del Mar Nero, nota come il “cestino del pane del mondo”.

Gli agricoltori ucraini hanno dovuto trascurare i loro campi mentre milioni di persone fuggono, combattono o cercano di sopravvivere.

Chiudono i porti che inviano grano e altri prodotti di base in giro per il mondo per essere trasformati in pane, pasta e mangimi.

E si teme che la Russia, un’altra potenza agricola, possa porre fine alle sue esportazioni di grano a causa delle sanzioni occidentali.

E sebbene finora non ci siano state interruzioni globali delle forniture di grano, i prezzi sono aumentati del 55% dalla settimana prima dell’invasione tra le preoccupazioni su cosa potrebbe accadere dopo.

Se la guerra si prolunga, i paesi che dipendono dalle esportazioni di grano a prezzi accessibili dall’Ucraina potrebbero trovarsi a corto di risorse a partire da luglio, ha detto all’Associated Press il direttore dell’International Grains Council Arno Petti.

Ciò potrebbe portare all’insicurezza alimentare e gettare più persone nella povertà in luoghi come l’Egitto e il Libano, dove i sistemi alimentari sono dominati dal pane sovvenzionato dal governo.

I contadini raccolgono con il loro raccolto in un campo di grano
La Russia e l’Ucraina rappresentano quasi un terzo delle esportazioni mondiali di grano e orzo.(AP: Vitaly Timkev)

In Europa, i funzionari si stanno preparando a una possibile carenza di prodotti dall’Ucraina e a prezzi più elevati per i mangimi per il bestiame, il che potrebbe significare che più carne e latte costeranno di più se gli agricoltori sono costretti a trasferire i costi sui clienti.

READ  La Svizzera vota per impostazione predefinita la donazione di organi | Svizzera