Settembre 26, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La Gran Bretagna mette in guardia dal fare affidamento sul gas russo alla riunione dei ministri del G7

Sabato, il massimo diplomatico britannico ha dato il benvenuto a Liverpool ai ministri degli esteri del G7, avvertendo che i “paesi liberi e democratici” devono liberarsi del gas e del denaro russi per preservare la loro indipendenza.

Il Segretario di Stato Liz Truss ospiterà il Segretario di Stato americano Anthony Blinken e altre controparti del Gruppo dei Sette nazioni industrializzate per colloqui nel fine settimana nella città portuale inglese nordoccidentale mentre il club delle nazioni ricche affronta crescenti tensioni con Russia, Cina e Iran.

Con la crescente preoccupazione per l’accumulo di truppe russe vicino all’Ucraina, Truss ha affermato che la riunione del G7 sarebbe una “dimostrazione di unità tra le principali economie che la pensano allo stesso modo e saremo assolutamente forti nella nostra posizione contro l’aggressione e contro l’aggressione nei confronti dell’Ucraina”. .”

Truss ha detto ai media che qualsiasi mossa militare contro l’Ucraina sarebbe un “errore strategico” con “gravi conseguenze” per Mosca. Gli Stati Uniti e i suoi alleati della NATO temono che il movimento di truppe e armi della Russia nella regione di confine possa essere un precursore dell’invasione e affermano che imporranno severe sanzioni all’economia russa se ciò accadrà.

Mosca nega di voler attaccare l’Ucraina e accusa Kiev dei suoi presunti piani aggressivi.

Truss ha affermato di voler lavorare con altri paesi “per assicurarsi che i paesi liberi e democratici siano in grado di avere un’alternativa alle forniture di gas russo”, riferendosi al controverso gasdotto Nord Stream 2 che trasporta il gas dalla Russia alla Germania.

L’incontro di Liverpool sarà il primo incontro internazionale del nuovo ministro degli Esteri tedesco, Annalena Barbock, una politica ambientale ambientalista che in precedenza si era opposta a Nord Stream 2.

READ  I preti cattolici di Josephine sono formati per posizioni in tutto il mondo

La Gran Bretagna non è fortemente dipendente dal gas russo, ma la City e il mercato immobiliare londinese sono importanti hub per il denaro russo. Le autorità britanniche sono state a lungo accusate di ignorare i soldi ottenuti illegalmente da tutto il mondo.

Truss ha insistito sul fatto che la Gran Bretagna era pronta a prendere in considerazione nuove misure economiche per proteggere i suoi “valori fondamentali”.

“Ci sono decisioni che il mondo libero ha preso… a breve termine per ottenere energia a basso costo o finanziamenti a basso costo, e questo ha un costo a lungo termine per la libertà e la democrazia”, ​​ha detto. “E non possiamo commettere di nuovo quell’errore.”

I diplomatici discuteranno anche della mostra di muscoli della Cina nell’Indo-Pacifico e dei suoi sforzi tardivi per vaccinare il mondo contro il coronavirus durante l’incontro, l’ultimo grande evento dell’anno della Gran Bretagna come presidente del G7.

L’incontro dei massimi diplomatici di Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Francia, Germania, Italia e Giappone arriva mentre i negoziatori si riuniscono a Vienna per cercare di rilanciare un vacillante accordo internazionale sulle ambizioni nucleari dell’Iran.

Truss ha avvertito questa settimana che i colloqui di Vienna erano “l’ultima possibilità per l’Iran di aderire” all’accordo, che mirava a frenare il programma nucleare iraniano in cambio di sollievo dalle sanzioni economiche. Ha vacillato dopo che l’allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha ritirato gli Stati Uniti dall’accordo nel 2018 e l’Iran ha iniziato a intensificare l’arricchimento dell’uranio.

In un discorso al think-tank di Chatham House, Truss ha esortato l’Iran ad aderire all’accordo, “perché siamo determinati a lavorare con i nostri alleati per impedire all’Iran di ottenere armi nucleari”.

READ  Previsioni di mercato delle armi con calibro 3D per il 2022 e previsioni fino al 2029

Anche i cambiamenti climatici e le tensioni nei Balcani occidentali, in Afghanistan e nella Corea del Nord sono all’ordine del giorno dell’incontro, che vedrà riuniti i ministri degli esteri e dello sviluppo dei paesi del G7.

Spesso è difficile trovare l’unità tra i membri del gruppo. I ministri degli esteri del G7 si sono incontrati l’ultima volta a Londra a maggio, rilasciando una dichiarazione che accusava la Cina di danni economici e violazioni dei diritti umani contro i musulmani uiguri, ma offrendo poche misure concrete per affrontare una Pechino sempre più potente.

La Gran Bretagna è desiderosa di lavorare più a stretto contatto con i paesi asiatici come parte del “miglio indo-pacifico” dopo che il Regno Unito ha lasciato l’Unione europea lo scorso anno, per aumentare il commercio britannico e come contrappeso all’egemonia della Cina. Truss ha convocato i ministri dell’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico alla riunione di Liverpool, anche se molti si uniranno a distanza a causa della pandemia di coronavirus.

Per i ministri presenti di persona, il Regno Unito ha scelto un luogo ricco di storia e cultura britannica.

Si incontrano al Liverpool Museum nei cantieri navali della città, un tempo simbolo della portata globale e del potere economico della Gran Bretagna, e poi del declino post-industriale. Ora l’area sul fiume Mersey è un esempio di rinnovamento urbano del 21° secolo come distretto ricreativo e culturale, completo di un museo dedicato ai figli più famosi della città, i Beatles.