Settembre 27, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La giornata della produzione di salsicce in garage mantiene viva la tradizione di questa famiglia italiana

Perché mio fratello ha letto con gioia la classica canzone del festival, Questo è il periodo più bello dell’anno, All’inizio, come Edward e George Wile, ero entusiasta della tradizione invernale annuale della nostra famiglia.

Non è Natale a luglio, ma è un’occasione speciale che i nostri occhi affamati affrontano ogni anno quando la temperatura è giusta. Invece di radunarci intorno a un lucido albero ornamentale in una stanza addobbata per sfamare le persone per lunghe giornate con una tipica festa italiana, avevamo una dozzina di persone sedute nel garage seminterrato, raccolte attorno al lungo tavolo di maiali verdi nei rudi cortili.

Indossando un’armatura innovativa, diventiamo macellai per il giorno, contribuendo a trasformare il menu più ambito in un alimento base, la salsiccia Cassiodor. Servito caldo o freddo, il salame italiano stagionato, denso e stagionato, è uno dei preferiti anti-passaporto della famiglia, di solito consumato prima di altre portate.

“Il giorno in cui la mia famiglia è unita e felice. I ricordi di questo sono preziosi”.

Da parte di mia madre continua la tradizione di fare la salsiccia, in cui sua madre e mia nonna, Giuseppena Mercadante, guidano ormai diverse generazioni di produzione familiare, che avviene nel suo garage.

Mia nonna e il suo defunto marito Carmine sono emigrati in Australia nel 1958 dalla provincia di Crosano, nel sud Italia. Ispirandosi alle antiche tradizioni regionali della Basilicota, hanno iniziato a fare la salsiccia per dare a se stessi e ai loro amici un sapore di casa.

Mia madre e sua figlia Rita de Orazio raccontano di aver iniziato a fare le salsicce negli anni ’70. “Questa giornata è stata dedicata al lavorare insieme come una squadra e divertirsi. Tutti hanno avuto la loro parte. Il ruolo di papà era nel maiale. Ha lavorato come deposito in una piccola fabbrica di alimentari”, dice la mamma.

READ  Erostix sciopera l'accordo con Lione in Italia, aggiorna i comunicati internazionali - scadenza

“Affilava le lame delle lame. All’inizio, c’erano molte dita fasciate. Abbiamo migliorato man mano che abbiamo migliorato la capacità di taglio, e lui era incaricato di riempire le buste”.

La mamma ha detto che il ruolo di mia nonna era quello di condire la carne e poi ruotare le buste piene per fare ogni salsiccia. “Ci sono circa sei salsicce singole appese in ogni anello”, spiega la mamma.

Man mano che la famiglia si allargava – tre figlie, cinque nipoti e i rispettivi coniugi – aumentavano i ruoli e le dimensioni. Quest’anno abbiamo ordinato 23 chilogrammi di carne di maiale per fare le salsicce che hanno richiesto mezza giornata di lavoro. Ma la mia famiglia ha ordinato così poco, ci è voluto così tanto tempo.

“Abbiamo fatto solo una piccola quantità perché non avevamo l’attrezzatura giusta. Tutta la carne è stata tagliata a mano”, dice la mamma.

Per accelerare le cose, mio ​​nonno l’ha inventato. La mamma spiega: “Per riempire le buste, papà ha disegnato un imbuto fatto esclusivamente con il metallo di una scatola di olive. Abbiamo spinto la carne a mano. L’abbiamo guardata seriamente e non abbiamo iniziato a fare la prima metà della coscia. Un maiale di carne abbiamo investito in un minatore con allegati.”

Da quando il nonno è morto nel 2018, la nostra famiglia sta ancora imparando a preparare correttamente le nostre salsicce. La nonna assegna ad ogni membro della famiglia un compito a base di carne di un macellaio specializzato.

Dal tritare e sminuzzare la pancetta, all’aggiunta di spezie come peperoncino e finocchio e arrotolare la carne in grandi polpette, fino a riempire il composto con le interiora a macchina, ha disciplinato i nostri utensili, ma non senza una bella risata.

READ  Italia Euro 2020: Mancini sceglie la lista dei 26 giocatori finali of

La nonna dice: “La giornata non riguarda solo il lavoro di squadra, ma è una delle tante risate, battute e, naturalmente, mangiare.

“Per me, il giorno è quando la mia famiglia è unita e felice. I ricordi sono preziosi. Cosa posso chiedere di più?”

Ti piace questa storia? Puoi seguire l’autore @roamingflamingo.