Giugno 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La Ferrari investirà 4,6 miliardi di dollari per sviluppare veicoli elettrici e ibridi ma dice no alla guida autonoma

Mentre il mondo attende con impazienza il primo SUV in assoluto della Ferrari, il successivo lancio di Purosangue nel 2022, il produttore italiano di auto sportive ha anche annunciato la sua tanto attesa strategia di elettrificazione nel tentativo di ridurre i timori degli investitori. Tra le Tesla e le Porsche elettriche di oggi, la Ferrari sembra arrivare in ritardo sul vagone elettrico. Tuttavia, il CEO Benedetto Vigna ha recentemente annunciato che la Ferrari investirà 4,6 miliardi di dollari nello sviluppo di modelli completamente elettrici e ibridi plug-in, che dovrebbero costituire il 60% del suo portafoglio entro il 2026.

Benedetto Vigna, amministratore delegato della Ferrari

Vigna ha anche annunciato che la Ferrari riattrezzerà lo stabilimento di Maranello per la produzione di auto elettriche e l’assemblaggio di batterie. La prima Ferrari completamente elettrica dovrebbe essere messa in vendita entro il 2025. Tuttavia, rapporti recenti hanno indicato che mentre l’azienda è in procinto di produrre auto elettriche, è improbabile che la guida autonoma sia qualcosa che difficilmente vedremo in nessuna Ferrari . Mentre alcuni sistemi di assistenza alla guida continueranno ad apparire nelle loro auto, le funzionalità indipendenti di livello 5 sono importanti per la Ferrari.

Via Enzo Ferrari, Modena, Italia

Via Enzo Ferrari, Modena, Italia

Ciò può essere fatto risalire al recente annuncio di Vigna a Maranello, dove ha affermato che la chiave per la Ferrari sarebbe che le sue auto elettriche evocano lo stesso tipo di passione, come hanno fatto i furiosi modelli con motore a combustione nei decenni passati. Le auto elettriche della Ferrari attingeranno all’esperienza dell’azienda per assicurarsi che si distinguano quando si tratta di “densità di potenza del motore, peso, suono ed emozioni di guida”.
Tuttavia, le caratteristiche dell’auto elettrica fanno sì che anche la Tesla Model S offra un’accelerazione da corsa. Quindi il vantaggio in termini di prestazioni per cui la Ferrari è nota nel dominio ICE. Fino a quando la Ferrari EV non rompe il coperchio, le prestazioni della casa automobilistica italiana contro Porsche elettriche e nuovi giocatori come Rimac Automobile rimangono aperte alla speculazione.