Agosto 12, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La difficoltà di promuovere la musica africana in Europa – Promoter

Henri Imhill, un promotore di intrattenimento con sede in Italia, ha affermato che promuovere l’intrattenimento africano in Europa può essere troppo stressante. Raccontare Il sabato batte“Promuovere l’intrattenimento africano in Europa è molto difficile perché introdurre la propria cultura e la propria musica in un’altra società richiede coerenza, duro lavoro e credibilità. Inoltre, integrare la propria cultura, avviarla e far sì che la società ospitante ami e segua la musica non è facile compito.”

Ma ha aggiunto che credibilità e trasparenza aiuterebbero a costruire un cerchio in Europa. Ha detto: “L’Europa ha persone da tutto il mondo ed è anche competitiva. Una volta che uno diventa credibile e affidabile, alla fine avrà successo.

Ecco perché bisogna fare tutto il possibile per convincerli (gli europei). Inoltre, bisogna essere trasparenti. Una volta che ti fidi di qualcuno, lo seguiranno ovunque. È una bella sensazione conoscere persone di altre culture sulla musica africana. Vedere persone da tutto il mondo cantare e ballare sulle canzoni africane dà più gioia e motiva a fare di più”.

Earl Bugatti, media manager del promotore dello spettacolo, ha anche notato che Emehel ha organizzato concerti per artisti internazionali come Snoop Dog e The Game.

Ha aggiunto: “Emehel ha anche preso il controllo del tour europeo per artisti nigeriani come Iyanya, Rudeboy di P Square, Flavor, Korede Bello, Wizboy, Skales, Kizz Daniel, Timaya, J Martins, Phyno, Runtown, Omah Lay e 2Baba. “

Tutti i diritti riservati. Questi materiali e altri contenuti digitali su questo Sito non possono essere riprodotti, pubblicati, trasmessi, riscritti o ridistribuiti in tutto o in parte senza l’espresso consenso scritto di PUNCH.

Contatto: revisore dei conti[at]punchng.com

READ  Le sanzioni russe colpiscono i piccoli produttori di moda italiani