Agosto 7, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La crisi economica in Italia potrebbe arrecare danni seri agli Stati Uniti e ai mercati globali

Ricordi come la crisi del debito sovrano greco di 12 anni fa sconvolse gli Stati Uniti e i mercati finanziari globali? Prepararsi per un’altra crisi del debito europeo questo autunno, ma questa volta in Italia, un paese con il terzo mercato mondiale dei titoli di Stato e un’economia 10 volte più grande della Grecia.

Non è mai il momento per l’Italia di subire una grande crisi politica. Ma questo accade in un momento particolarmente inopportuno. Il debito pubblico italiano, che rappresenta il 150% della sua economia, ha raggiunto il massimo storico. Allo stesso tempo, la sua economia è stata colpita dal passaggio della Banca centrale europea a una politica monetaria più restrittiva per combattere l’inflazione e dall’armamento russo delle sue esportazioni di gas naturale come parte della sua guerra contro l’Ucraina. Ciò rende difficile vedere come l’economia italiana, indurita dalle turbolenze politiche, riuscirà a uscire dalla sua montagna di debiti.

Il crollo della coalizione di governo di Mario Draghi, l’ex presidente della Banca Centrale Europea, ha innescato l’ultima crisi politica in Italia. Questo apre la strada a elezioni parlamentari anticipate, possibilmente a settembre o ottobre. Ciò significa anche una grande incertezza politica, anche perché potrebbe portare alla formazione di un nuovo governo fascista guidato dalla Fratellanza d’Italia, che non è noto per sostenere l’Unione Europea.

Il crollo della coalizione di governo di Mario Draghi, ex capo della Banca Centrale Europea, ha innescato la crisi politica in Italia.
AP
Il tracollo economico italiano potrebbe avere effetti dannosi sull'economia europea.
L’Italia è stata tenuta a galla dagli acquisti della Banca Centrale Europea del suo debito pubblico.
Bloomberg tramite Getty Images

La pandemia di Covid ha causato gravi danni all’economia e alle finanze pubbliche italiane. Finora, l’Italia è stata tenuta a galla dagli ingenti acquisti di debito pubblico italiano da parte della Banca centrale europea nell’ambito del programma di acquisto di emergenza pandemica. Infatti, nel 2020 e nel 2021, la Banca Centrale Europea ha acquistato l’intera emissione di debito netto del governo italiano.

READ  La riapertura dei confini alimenta la speranza di ripresa nelle città della California | California

Sfortunatamente per l’Italia, l’acquisto di obbligazioni della BCE nell’ambito di questo programma è terminato nell’ambito del passaggio della banca verso una politica monetaria più restrittiva per affrontare il problema dell’inflazione in Europa. Questo spostamento include anche l’aumento del tasso di interesse di 50 punti base di giovedì nella politica della Banca centrale europea, che è più ampio del previsto e il primo aumento in 11 anni.

Nelle ultime settimane, la crescente incertezza politica in Italia ha portato a una forte svendita dei suoi titoli di Stato. I rendimenti di queste obbligazioni sono saliti a quasi il 4 per cento, più di due punti percentuali in più rispetto ai rendimenti dei titoli di stato tedeschi. Rendendosi conto che una tale svendita potrebbe presto trasformarsi in un altro round della crisi del debito sovrano dell’eurozona, giovedì la Banca centrale europea ha anche introdotto lo strumento di protezione della transizione. In linea di principio, utilizzando questo dispositivo, la Banca Centrale Europea potrebbe nuovamente acquistare ingenti quantità di obbligazioni italiane quanto necessario per mantenere i tassi di interesse italiani a un livello ragionevole. Ma può farlo solo se vengono soddisfatte una serie di condizioni rigorose.

Il crollo dell'economia greca è stato disastroso per l'economia globale.
La crisi del debito italiano viene confrontata con la crisi del debito greco del 2008.
AP

Tra questi c’è la necessità che la Banca Centrale Europea sia convinta che il Paese stia gestendo correttamente le sue finanze pubbliche e che il suo debito pubblico sia su un percorso sostenibile. Ciò potrebbe rivelarsi difficile per il debole governo italiano in vista delle controverse elezioni parlamentari. Potrebbe essere più pericoloso se un partito populista ottiene generose promesse elettorali in quelle elezioni.

Anche i governi italiani più stabili faranno fatica a rimettere in sesto le finanze pubbliche del Paese, soprattutto se la carenza di gas naturale russo getterà l’Italia in una profonda recessione economica. Come dimostrato in passato, qualsiasi tentativo di restringere il bilancio italiano potrebbe ritorcersi contro. Non avendo più una propria moneta da svalutare per promuovere il settore dell’export, l’Italia potrebbe scoprire che stringere la cinghia aggraverebbe la sua stagnazione e quindi ridurrebbe la sua riscossione delle tasse.

READ  Aggiornamenti in tempo reale: la crescita dei prezzi delle case nel Regno Unito rallenta a maggio

Tutto ciò probabilmente indica una significativa volatilità nel mercato obbligazionario italiano nei prossimi mesi in vista delle elezioni parlamentari, poiché gli investitori mettono in dubbio la capacità a lungo termine del Paese di ripagare il proprio debito.

Questo potrebbe essere di grande importanza per gli Stati Uniti e per i mercati finanziari globali. Nel 2010, la crisi del debito sovrano greco ha scosso i mercati finanziari globali. Immagina quanti danni potrebbe fare la crisi del debito italiano. Dopotutto, l’economia italiana fa impallidire quella greca e ha più di 2,5 trilioni di dollari di debito pubblico.

Desmond Lachman è Senior Fellow presso l’American Enterprise Institute. È stato vicedirettore del dipartimento di sviluppo e revisione delle politiche del Fondo monetario internazionale e capo economista per i mercati emergenti presso Salomon Smith Barney.