Ottobre 21, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La crisi della catena di approvvigionamento nel Regno Unito colpisce la crescita delle imprese e la fiducia dei consumatori – Business Live | un lavoro

Buongiorno e benvenuti nella nostra continua copertura dell’economia globale, dei mercati finanziari e della catena di approvvigionamento del Regno Unito e della crisi aziendale.

La crisi della catena di approvvigionamento nel Regno Unito sta colpendo le imprese e la fiducia dei consumatori, mentre aumentano le preoccupazioni per l’inflazione, la crisi energetica e la carenza di motori per autocarri pesanti.

La crescita della produzione nelle aziende britanniche è rallentata per il quinto mese consecutivo a settembre, Ha raggiunto il livello più basso dalla chiusura di marzoSecondo la società di contabilità e consulenza aziendale BDO LLP.

BDO’s L’ultimo rapporto sulle tendenze di business mostra che l’interruzione della catena di approvvigionamento e la carenza di personale stanno minando le prospettive di ripresa economica, con aziende manifatturiere e di servizi che segnalano un rallentamento.

E in un segnale preoccupante per le famiglie, l’indice di inflazione al consumo BDO è balzato a un massimo di 10 anni a settembre, guidato da energia e combustibili più elevati. Ciò indica che i consumatori dovranno affrontare prezzi più elevati nei prossimi mesi, poiché le aziende trasferiscono i costi ai clienti.

Kali Crossthwaite, partner in BDO LLPDice che la grave carenza di manodopera nel Regno Unito e l’interruzione della catena di approvvigionamento stanno pesando sulla produttività:


In definitiva, questo potrebbe significare che i consumatori finiranno per pagare di più per meno questo inverno.

Molte aziende sono bloccate tra l’incudine e il martello. La pianificazione a lungo termine per l’economia post-pandemia e post-Brexit è fondamentale, ma le sfide significative che devono affrontare rendono sempre più difficile concentrarsi oltre questi problemi a breve termine. Il bilancio autunnale del cancelliere sarà monitorato da vicino alla fine di questo mese per vedere se il governo interverrà per ripristinare la fiducia che sentiva durante l’estate”.

La fiducia dei consumatori è scesa al livello più basso quest’anno, secondo un rapporto di PricewaterhouseCoopers questa mattina.

L’ultimo indicatore del sentiment di PricewaterhouseCoopers ha rilevato che l’aumento dell’inflazione, le preoccupazioni sulle catene di approvvigionamento e l’esaurimento delle scorte hanno ridotto l’ottimismo il mese scorso.

I sentimenti sono diminuiti in quasi tutti i gruppi di età, regione e dati demografici, il che indica che le persone stanno iniziando a sentirsi a disagio per la loro sicurezza finanziaria.

Ciò ha riportato l’indicatore ai livelli pre-pandemia (a +3, un numero leggermente maggiore di intervistati pensava che nei prossimi 12 mesi sarebbe stato meglio che stare peggio).


Indice di fiducia dei consumatori di PricewaterhouseCoopers Foto: PricewaterhouseCoopers

La maggior parte degli intervistati ha affermato di aver visto scaffali vuoti nei supermercati e si aspetta che la carenza di scorte peggiori con l’avvicinarsi del Natale.

Il sondaggio ha anche riscontrato una diminuzione dell’intenzione di spendere per articoli costosi, come mobili ed elettrodomestici, con meno persone che si aspettano di spendere 3 a 1 che dovrebbero spendere di più, un altro segno che l’ottimismo dei consumatori è diminuito.

Lisa Hooker I mercati di consumo portano a PricewaterhouseCoopers, avvertendo che le prossime settimane saranno “buone o interrotte”:


È improbabile che i fattori inflazionistici che hanno smorzato il sentimento si riducano a breve termine, in particolare per generi alimentari, servizi pubblici e benzina. In combinazione con gli attuali problemi che queste industrie devono affrontare per quanto riguarda l’offerta, stiamo iniziando a vedere che stanno influenzando la vita quotidiana dei consumatori, e quindi il sentimento e la domanda.

Per i settori della vendita al dettaglio e dell’intrattenimento, i tempi non potrebbero essere peggiori. Dopo la delusione dell’anno scorso, i rivenditori e le aziende di ospitalità hanno urgente bisogno di un lungo vantaggio fino a Natale. Anche senza blocchi, dovranno convincere i consumatori a rinunciare ai risparmi per avere qualche speranza di tornare ai livelli pre-pandemia.

Per molti, le prossime settimane passeranno o andranno in pezzi: è possibile affrontare la carenza di conducenti e alleviare lo stress della catena di approvvigionamento? Quando si risolverà la crisi dei distributori di benzina? L’aumento dei prezzi dell’energia porterà a pressioni inflazionistiche più diffuse e alla riluttanza dei consumatori a spendere? “

Ieri, il Tesoro ha rimproverato il segretario agli affari Kwasi Koarting dopo aver suggerito che stava consultando il cancelliere, Rishi Sunak, per sostenere le aziende che lottano con l’aumento dei prezzi dell’energia.

Si dice che rappresentanti di aziende di industrie chiave, tra cui acciaio e carta, abbiano detto a Kwarteng in una riunione di venerdì che molti di loro sono “a giorni di distanza” dal dover fermare la produzione a causa dell’aumento dei costi. Una fonte ha detto che il ministro degli affari ha chiesto al suo team di aiutare a lavorare su un elenco concordato di proposte che potrebbero essere inoltrate al Tesoro nei prossimi giorni.

Tuttavia, fonti del Tesoro hanno negato che il ministero abbia finora ricevuto proposte o addirittura discussioni sul sostegno alle industrie principali in difficoltà, nonostante le affermazioni di Kwarteng alle emittenti domenica mattina.

Oggi verrà assegnato anche il Premio Nobel per le scienze economiche. Il Agenzia di stampa Francia Dice che macroeconomia, salute e mercato del lavoro sono alcuni degli argomenti che potrebbero essere premiati, con un numero di donne con la possibilità di vincere il premio tradizionalmente dominato dagli uomini:


I possibili vincitori includono l’americana Anne Krueger, ex n. 2 e per breve tempo amministratore delegato del Fondo monetario internazionale (FMI), nonché ex vicepresidente per l’economia e la ricerca presso la Banca mondiale.

La sua connazionale Claudia Goldin, la cui ricerca si è concentrata sulla disuguaglianza e sulla forza lavoro femminile, è un’altra favorita per essere diventata la terza donna a ricevere il premio.

Altri potenziali vincitori sono la collega americana Janet Currie, nota per il suo lavoro sull’impatto dei programmi governativi contro la povertà sui bambini, o l’economista belga del lavoro Marianne Bertrand e la microeconomista americana Susan Athey, che è stata la prima donna a vincere il prestigioso John Bates Clark Prize. . Medaglia 2007.

programma di lavoro

  • 9 am GMT: produzione industriale italiana per agosto
  • 10:45 GMT: Premio Sveriges Riksbank per le scienze economiche assegnato in memoria di Alfred Nobel 2021
READ  Una società americana acquista il leggendario quartier generale della McLaren F1