Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La crescita del commercio sta sostenendo le esigenze dei consumatori e delle piccole imprese durante una crisi del costo della vita

  • Il 32% degli adulti nel Regno Unito afferma di essere disposto a partecipare più frequentemente al riscatto se è in grado di guadagnare o risparmiare denaro dalle proprie azioni, rispetto a solo un quarto di questi. Europa.1

  • Il 40% degli adulti identifica la riduzione dei rifiuti, degli imballaggi o della plastica come motivo principale per partecipare all’economia commerciale.2

  • Quasi un quarto (23%) delle piccole imprese nel Regno Unito offre già opzioni di rivendita.3

  • Visa ha lanciato lo spazio di e-commerce digitale per aiutare le persone e le piccole imprese a esplorare e conoscere meglio le loro attività di e-commerce per consentire comportamenti più sostenibili.

  • Ciò si basa sulla partnership strategica tra Visa e la Ellen MacArthur Foundation, che sta esaminando come l’infrastruttura globale dei pagamenti può evolversi per supportare i nuovi sistemi di economia circolare.

LondraE il 8 dicembre 2022 /PRNewswire/ – Il nuovo Regno Unito e EuropaUna ricerca condotta a livello globale per Visa rivela che la crisi del costo della vita e gli effetti del cambiamento climatico stanno inducendo le persone nel Regno Unito a riconsiderare le loro attuali abitudini di acquisto e a cercare modi più sostenibili per acquistare e vendere prodotti e servizi.4

La ricerca Opinium condotta per Visa ha rilevato che il 90% delle persone intervistate in tutto il Regno Unito aveva già svolto almeno un’attività di ri-commercio: un modo più innovativo di acquistare, riutilizzare e condividere beni e servizi. Tuttavia, c’è una mancanza di comprensione tra i consumatori che molti dei loro comportamenti stanno già lavorando verso un futuro più sostenibile, e adottando questi comportamenti più spesso accelererai i cambiamenti in quest’area.

Il 6 rupie

Visa si riferisce a comportamenti di rinegoziazione che includono la rivendita, il rifornimento, la riparazione, l’affitto, la restituzione e la ridistribuzione, definiti come condivisione, scambio o vendita per meno cose di cui non si ha più bisogno o di cui si ha in abbondanza, come Sei rupie. fuori th Sei rupieE il Rivendita È il comportamento più noto e compreso di tutti con oltre il 47% dei consumatori che rivende almeno due volte l’anno. Più di una su cinque (23%) delle piccole imprese nel Regno Unito offre già opzioni di rivendita e il 37% prevede di farlo in futuro. Più di un quarto (29%) dei consumatori è motivato a pagare per gli articoli da riparare, rinnovare o adattare perché a lungo termine farà risparmiare denaro. I consumatori sono più motivati ​​a partecipare aggiustare Per prolungare la vita di prodotti di alta qualità. Ricaricare I consumatori lo usano per ridurre gli sprechi, con il 20% degli intervistati che lo fa in linea con i propri valori. Di ritorno Implica il ritiro o l’accettazione dei prodotti alla fine del loro ciclo di vita e, insieme alla rivendita, è una delle attività più probabili da offrire alle aziende britanniche.5

Motivazioni dei consumatori – L’ascesa dell'”imprenditore ambientale”

READ  Solo perché sono vecchio non significa che sono in pensione

L’ultimo studio di Visa e Opinium mostra che riconoscere le opportunità finanziarie della business intelligence e comprendere il potenziale di risparmio sui costi sono fondamentali per incoraggiare l’e-commerce. Il 32% degli adulti intervistati ha affermato che si impegnerebbe in attività di e-commerce più frequentemente se potesse trovare un modo per guadagnare dalle proprie azioni, come creare un’app per vendere vestiti o mobili usati o ricevere incentivi in ​​denaro per ridistribuire il cibo in eccesso. Infatti, più della metà (53%) degli adulti nel Regno Unito che hanno preso parte a un programma di e-commerce afferma di aver già risparmiato con esso.

I benefici ambientali sono anche un importante motore per i consumatori. Visa ha scoperto che più di quattro adulti su cinque nel Regno Unito si sono attivamente impegnati in attività ecologiche negli ultimi tre mesi, con la stragrande maggioranza (90%) che ha riferito di ritenere che l’utilizzo di meno imballaggi abbia avuto un impatto sull’ambiente e sulla società. Con il 40% che identifica la riduzione dei rifiuti, degli imballaggi o della plastica come motivo principale per partecipare all’economia commerciale, è chiaro che la combinazione di preoccupazioni ambientali e costi guida l’adozione del ri-commercio.

lavorare insieme

In qualità di rete di pagamenti globale, Visa intende rendere più facile, più conveniente e più facile per le persone e le aziende prendere in considerazione il riscatto nelle loro scelte quotidiane. Lavorando con partner strategici come la Ellen MacArthur Foundation, un’organizzazione filantropica internazionale che promuove l’economia circolare, progettata per eliminare rifiuti e inquinamento, far circolare prodotti e materiali e rigenerare la natura, Visa si impegna ad accelerare la transizione verso un’economia più circolare e rigenerativa.

Visa ha creato un file Lo spazio del re-commerce digitale Per aiutare le persone e le imprese a saperne di più, con risorse educative su come abbracciare i sei elementi della ri-commercializzazione: rivendita, riparazione, locazione, ricarica, restituzione e ridistribuzione. Come passo successivo, Visa intende sviluppare un laboratorio di analisi comportamentali. Attraverso la sperimentazione e il lavoro con clienti e partner per scoprire i risultati, il laboratorio mira a scoprire modi attuabili per implementare soluzioni del mondo reale e consentire alle persone di adottare comportamenti più sostenibili nella loro vita quotidiana. “Il nuovo Behavioral Insights Lab condurrà esperimenti per promuovere questa ambizione, con la Ellen MacArthur Foundation che assicurerà che i suoi principi di progettazione circolare siano incorporati e che le opportunità di pre-concorso possano essere sviluppate attraverso la sua rete”, afferma. Joe MurphyCEO di rete, Ellen MacArthur Foundation.

Mandy Agnelloamministratore delegato, UK&I, Visa

“È stimolante vedere che i consumatori del Regno Unito stanno aprendo la strada nell’abbracciare i comportamenti di rinegoziazione e il loro desiderio di saperne di più sulla spesa sostenibile. Il passaggio da un’economia lineare a un’economia rigenerativa richiede un cambiamento sociale significativo, ma ponendo aspettative elevate e ripensare le nostre abitudini con l’aiuto dell’istruzione Tutti possiamo compiere questa transizione verso un futuro più sostenibile. Attraverso il Recommerce Behavioral Insights Lab di Visa, siamo entusiasti di lavorare con i partner per scoprire soluzioni concrete che consentano alle persone di rendere l’economia circolare un parte più grande della vita di tutti i giorni.”

READ  Determina se vale la pena risparmiare sui biglietti aerei più economici

Opportunità per le piccole imprese – È stato dimostrato che il re-trade stimola il business

Man mano che le preferenze dei consumatori cambiano, cambiano anche le opportunità per le imprese. Si stima che entro il 2030 la transizione verso un’economia circolare nel Regno Unito costituirà un’opportunità economica di 82 miliardi di sterline.6con dati che indicano che questo è già avvertito dalle aziende.7 Le piccole imprese del Regno Unito riferiscono che l’offerta di e-commerce è legata alla crescita aziendale, segnalando che le loro entrate sono cresciute in media del 17% negli ultimi due anni, con risparmi sui costi di circa il 12%. La maggior parte dei consumatori (55%) ha indicato di avere maggiori probabilità di acquistare prodotti o servizi da aziende che li aiutano a impegnarsi in attività di ri-commercio, con una percentuale che sale al 63% tra le persone di età compresa tra 18 e 34 anni. Ciò è stato notato dalle aziende, con il 37% che ha affermato che la domanda dei clienti è stata il principale motore dell’introduzione di un modello di e-commerce.

Tuttavia, mentre il futuro delle pratiche commerciali sostenibili è promettente, la partecipazione all’economia commerciale non è ancora comune. Il 38% degli adulti ha dichiarato che lo avrebbe fatto una volta che le attività fossero diventate più facili e convenienti da utilizzare, e più della metà di coloro che hanno partecipato (51%) ha affermato che la loro motivazione era quella di ridurre il disordine rispetto alle priorità incentrate sulla sostenibilità.

Per ulteriori informazioni sulla Re-Commerce Initiative di Visa e sull’adesione a Visa per modellare e accelerare la transizione verso un’economia più circolare, visitare: https://www.visa.co.uk/recommerce.html

Note ai redattori

A proposito di ricerca

Ricerca commissionata da Visa e condotta da Opinium con 8.000 consumatori europei e 2.000 decisori europei per le PMI, nel mezzo 19 ottobre 2022 E il 25 ottobre 2022. I dati sono stati raccolti utilizzando un sondaggio online nel Regno Unito, FranciaE il Germania E il Polonia.

Visa ha commissionato a GlobeScan, una società di consulenza e consulenza strategica indipendente, di condurre un sondaggio online per comprendere i comportamenti attuali delle PMI e dei consumatori, nonché la futura volontà di ri-commerciare. Lo studio ha intervistato 7.000 consumatori e 1.750 micro, piccole e medie imprese (PMI), utilizzando gruppi di ricerca online esistenti in 7 paesi: FranciaE il GermaniaE il GreciaE il ItaliaE il PoloniaE il Svezia, Regno Unito. Il campione di consumatori a livello nazionale rappresenta n = 1.000 adulti di età pari o superiore a 18 anni per paese, con quote definite per età, regione, sesso e istruzione. Le PMI sono definite come: imprese con meno di 250 dipendenti, con un fatturato inferiore a 50 milioni di euro nell’ultimo esercizio, ulteriormente suddivise in piccole (>10 addetti), piccole (10-49 addetti) e medie (50-249) dipendenti) aziende.

READ  Le forniture di gas da Gazprom a Germania e Italia superano i totali del 2020

* “Casi di studio, confronti, statistiche, ricerche e raccomandazioni sono forniti “così come sono” e sono intesi solo a scopo informativo e non devono essere utilizzati per fornire consulenza operativa, di marketing, legale, tecnica, fiscale, finanziaria o di altro tipo. Nessuna garanzia o dichiarazione è fatta per quanto riguarda la completezza o l’accuratezza delle informazioni contenute in questo documento, e non si assume alcuna responsabilità o obbligo che possa derivare dall’affidamento su tali informazioni.Le informazioni contenute nel presente documento non sono intese come investimento o consulenza legale, e i lettori sono incoraggiati a cercare consulenza di un professionista competente quando tale consulenza è richiesta.”

** “Questa presentazione contiene dichiarazioni previsionali ai sensi del Private Securities Litigation Reform Act del 1995 degli Stati Uniti che riguardano, tra le altre cose, [our future operations, prospects, developments, strategies, business growth and financial outlook]. Le dichiarazioni previsionali sono generalmente identificate da parole come “ritiene”, “stima”, “prevede”, “intende”, “può”, “progetta”, “potrebbe”, “dovrebbe”, “sarà”, “continuare” e altri di espressioni simili. Tutte le dichiarazioni diverse dalle dichiarazioni di fatti storici possono essere dichiarazioni previsionali, che parlano solo alla data in cui sono state fatte, non sono garanzie di prestazioni future e sono soggette a determinati rischi, incertezze e altri fattori, molti dei quali sono al di fuori della nostra limiti. controllabile e difficile da prevedere. Descriviamo i rischi e le incertezze che potrebbero far sì che i risultati effettivi differiscano materialmente da quelli espressi o impliciti in una qualsiasi di queste dichiarazioni previsionali nei nostri documenti depositati presso la Securities and Exchange Commission.

Informazioni su Visa

Visto Inc. (NYSE: V) è un leader globale nei pagamenti digitali, che facilita le transazioni tra consumatori, commercianti, istituzioni finanziarie e agenzie governative in oltre 200 paesi e territori. La nostra missione è connettere il mondo attraverso la rete di pagamenti più innovativa, conveniente, affidabile e sicura, consentendo alle persone, alle imprese e alle economie di prosperare. Crediamo in economie che includano tutti, ovunque, elevino tutti, ovunque e consideriamo l’accesso come la base per il futuro del movimento monetario. Scopri di più attraverso Sito web Visa.co.uk.

1 ricerca sugli oppiacei, ottobre 2022

2 ricerca sugli oppiacei, ottobre 2022

3 Ricerca GlobeScan, giugno 2022

4 ricerca sugli oppiacei, ottobre 2022

5 Ricerca GlobeScan, giugno 2022

6 Raggiungere l’ambizione climatica attraverso un’economia più circolare, 2021

7 Rapporto sul divario circolare, The Circle Economy, 2021

Cision

Cision

Visualizza il contenuto originale:https://www.prnewswire.co.uk/news-releases/the-rise-of-the-environmental-entrepreneur-recommerce-growth-is-supporting-the-needs-of-consumers-and-small-businesses- Durante la crisi del costo della vita 301697497.html