Dicembre 4, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La Corte Suprema respinge la petizione di Donald Trump per intervenire a Mar-a-Lago

La Corte Suprema, giovedì, ha respinto l’ex presidente Donald TrumpUn appello per entrare nella battaglia legale per la sua ricerca da parte dell’FBI Florida Proprietà.

I giudici non hanno commentato diversamente sul rigetto della richiesta di emergenza di Trump.

Trump ha fatto pressioni sulla corte su un caso riguardante documenti riservati sequestrati in una perquisizione autorizzata da un giudice federale a Mar-a-Lago.

La Corte Suprema ha respinto la petizione di Donald Trump per entrare nella controversia legale sulla perquisizione da parte dell’FBI della sua proprietà in Florida. (AFP)

Il team di Trump ha chiesto ai giudici di ribaltare una sentenza del tribunale di grado inferiore e consentire a un arbitro indipendente, o maestro speciale, di rivedere quasi 100 documenti con tag classificati catturati l’8 agosto alla ricerca di Mar-a-Lago.

La mossa di giovedì sembra ridurre significativamente il potenziale impatto del maggiore delle operazioni speciali sulle indagini penali in corso del Dipartimento di giustizia sui documenti riservati.

La Corte d’Appello federale aveva già ripristinato l’accesso del dipartimento ai documenti riservati, che era stato l’obiettivo principale degli investigatori.

La decisione della Corte Suprema di rimanere fuori dalla lotta garantisce che il signore speciale non avrà accesso a quegli stessi documenti dell’FBI e del Dipartimento di giustizia per valutare se le accuse penali siano fondate.

L'”Antico Gigante” scoperto dai contadini ha fatto scalpore tra i turisti

Il mese scorso una giuria di tre giudici della Corte d’Appello degli Stati Uniti ad Atlanta per l’Undicesimo Circuito ha delineato una revisione speciale da parte di un maestro di una fetta molto più ampia di documenti non classificati.

I giudici, inclusi due nominati da Trump, si sono schierati con il Dipartimento di Giustizia, che ha affermato che non c’era alcuna base legale per il maestro speciale per condurre la propria revisione dei registri classificati.

Ma gli avvocati di Trump hanno affermato nella loro domanda alla Corte Suprema che è necessario che il master speciale acceda ai record classificati “per determinare se i documenti recanti gli hashtag sono effettivamente classificati e, indipendentemente dalla classificazione, se tali record sono documenti personali o presidenziali record.” “.

Il Dipartimento di Giustizia ha dichiarato in un deposito della Corte Suprema che la richiesta di Trump era infondata.

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha aperto la strada al rilascio dei documenti presidenziali dalla Casa Bianca di Trump a un comitato del Congresso che indagava il 6 gennaio 2021.
L’offerta di Trump è stata respinta dalla Corte Suprema degli Stati Uniti. (AFP)

L’FBI afferma di aver sequestrato circa 11.000 documenti, di cui circa 100 con hashtag, durante la perquisizione.

La squadra di Trump ha chiesto al giudice della Florida Eileen Cannon di nominare un maestro speciale per fare una revisione indipendente dei documenti.

Cannon ha quindi nominato un giudice veterano di Brooklyn, Raymond Deere, per esaminare i documenti e separare quei documenti che potrebbero essere protetti da richieste di privilegio avvocato-cliente e dirigente.

Il Dipartimento di Giustizia si è opposto alla capacità di Derry di rivedere i record riservati, portando l’Undicesimo Circuito a schierarsi con il circuito.

Il dipartimento sta anche appellando completamente la decisione di Cannon all’Undicesimo Circuito.

READ  Imran Khan, primo ministro del Pakistan, rimosso con un voto di sfiducia