Giugno 16, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La Commissione vuole assistere l’Italia dopo l’arrivo degli immigrati nel fine settimana

La Commissione Europea sollecita i Paesi Ue a venire in aiuto dell’Italia dopo l’arrivo dei migranti in mare.

Parlando ai giornalisti lunedì (10 maggio), il commissario europeo per gli interni Yalwa Johansson ha detto che la recente visita dovrebbe essere spostata in altri Stati membri.

“L’Italia ha bisogno di unità e chiedo agli altri Stati membri di sostenere la ricollocazione”, ha detto. “So che è decisamente molto difficile nelle epidemie, ma penso che possa essere gestito”, ha aggiunto.

La chiamata è arrivata quando i media italiani hanno riferito che circa 1.400 persone erano arrivate domenica nell’isola meridionale italiana di Lampedusa.

Sebbene dall’inizio di quest’anno siano arrivate circa 11.000 persone, questo numero è ancora basso rispetto all’elevato numero di arrivi nel 2015.

“Stiamo parlando di numeri che possiamo gestire”, ha detto Filippo Grandi, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati, che era con Johansson.

Johansson ha parlato con il ministro dell’Interno italiano Louisiana Lamorge all’inizio della giornata.

I suoi servizi si rivolgono ad altri ministri dell’UE nella speranza che acconsentano a prendere gli immigrati.

I paesi dell’UE spesso organizzano ricerche e soccorrono volontari, navi mercantili e libici.

Non è la prima volta che la Commissione europea fa un tale appello.

“Abbiamo bisogno di un accordo temporaneo per affrontare la situazione”, ha detto Johansson.

Nel suo nuovo accordo su migrazione e asilo, presentato lo scorso settembre, la Commissione ha avanzato un’idea per integrare meglio il “meccanismo di unità più prevedibile per lo sbarco”.

Johansson ha detto che il primo incontro sull’idea è avvenuto “poche settimane fa”.

Ma quando è stato premuto sull’opportunità di un’operazione di salvataggio guidata dallo stato nel Mediterraneo, ha detto che la questione più importante è impedire la partenza.

READ  Un posto per l'Italia | Australiano occidentale

Grandi ha assunto una posizione molto attiva.

“E ‘importante che ci sia un modo nel mare di salvataggio guidato dallo stato per essere sicuri, prevedibili, organizzati e ben integrati. Questo non è il caso in questo momento”, ha detto.