Luglio 28, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La colata di fango giapponese seppellisce dozzine di case ad Atami, a ovest di Tokyo

Tokio: Una potente frana ha portato un’inondazione di acque nere e detriti che si è schiantata contro file di case in una città a ovest di Tokyo dopo le forti piogge di sabato, lasciando almeno 19 persone disperse, hanno detto i funzionari.

Il portavoce della prefettura di Shizuoka, Takamichi Sugiyama, ha affermato che decine di case potrebbero essere state sepolte ad Atami, una città famosa per le sue sorgenti termali.

L’emittente pubblica NHK ha indicato il numero dei dispersi a 20, ma Sugiyama ha affermato che la prefettura ha confermato almeno 19 persone, anche se ha affermato che il numero potrebbe aumentare.

Il governatore della prefettura di Shizuoka, Hita Kawakatsu, ha detto ai giornalisti che la guardia costiera ha trovato due corpi sommersi nella frana di fango in mare, ma le morti non sono state annunciate ufficialmente.

“Offro le mie più sentite condoglianze a tutti coloro che hanno sofferto”, ha detto, aggiungendo che saranno fatti i massimi sforzi per salvare vite umane.

La pioggia pesante ha colpito parti del Giappone all’inizio di questa settimana. Gli esperti hanno affermato che lo sporco è stato rimosso, aumentando il rischio di frane in un paese ricco di valli e montagne.

In questa foto di Satoru Watanabe, fango e detriti coprono la strada dopo una forte pioggia ad Atami sabato 3 luglio 2021, a seguito di una frana. a lui attribuito:Satoru Watanabe

Sugiyama ha detto che è piovuto molto nella zona tutta la mattina. Ha aggiunto che le SDF si uniranno ai vigili del fuoco e alla polizia nell’operazione di salvataggio. Avvisi di evacuazione emessi in una vasta area

READ  Una donna bloccata in California con il suo fidanzato morto dopo un viaggio fallito nella Valle della Morte

Le frane sembravano aver colpito più volte, quasi alla velocità di un’auto, intorno alle 10:30 ora locale (11:30 AEST). Il filmato mostrava una potente colata di fango nero che rotolava lungo il fianco della montagna, demolendo e schiacciando case e spazzando le auto sul suo cammino. I vicini indifesi guardavano con orrore, alcune registrazioni sui loro telefoni.