Agosto 15, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La città del sud Italia offre la cittadinanza italiana ai bambini stranieri

Il consiglio comunale di Cosenza nel sud Italia ha approvato all’unanimità una delibera che riconosce la cittadinanza onoraria ai figli e alle figlie di immigrati nati in Italia o che hanno completato un ciclo accademico completo nel Paese, secondo il principio Ius Soli.

Con voto unanime a favore di tutti i consiglieri in aula (20, tra cui il sindaco della città, Franz Caruso), il Consiglio comunale di Cosenza della Calabria ha approvato una mozione sullo Ius Soli, appoggiata a maggioranza.

Secondo il principio Ius Soli, la proposta riconosce la cittadinanza italiana onoraria ai figli di immigrati se nati in suolo italiano.

Quando è arrivato il momento di votare, i consiglieri del partito Fratelli d’Italia – il partito di estrema destra guidato a livello nazionale da Georgia Meloni – avrebbero lasciato l’aula.

Ciara Penna, la prima rappresentante a firmare la mozione, ha detto che il dibattito “ha portato al centro del dibattito il tema della cittadinanza e dell’uguaglianza. Ci aspettavamo che alcuni partiti politici fossero contrari, ma non ci aspettavamo questo vespaio. Loro l’ha agitato”.

Il sindaco dice che la città è un simbolo di unità

“La nostra è una città che traccia la sua storia ai principi dell’unità e dell’ospitalità”, ha detto il sindaco di Cosenza Caruso.

“La nostra città, il nostro Paese, non può avere discriminazioni o disuguaglianze. Chi vuole diventare cittadino italiano, che si sente italiano perché non nato qui o da genitori italiani, ha diritto a riceverlo su sua richiesta. Vogliamo rappresentarci i principi della pace, della libertà e dell’autonomia del popolo».