Dicembre 5, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La Cina sta rispondendo alle restrizioni per i viaggiatori imposte in più di una dozzina di paesi a causa della diffusione del coronavirus

La Cina ha reagito alle restrizioni all’ingresso imposte ai viaggiatori cinesi dall’Australia e da altri paesi, affermando che qualsiasi misura per controllare il coronavirus deve essere “proporzionata” e “basata sulla scienza”.

Arriva dopo che il governo federale ha annunciato che i viaggiatori dalla Cina all’Australia dovranno sottoporsi a un test COVID-19 prima della partenza e mostrare prove di un risultato negativo.

Decisioni simili sono state seguite da un certo numero di paesi, inclusi gli Stati Uniti e il Regno Unito, e altri paesi hanno seguito l’esempio.

Durante una conferenza stampa, al portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin è stato chiesto della posizione della Cina sulle restrizioni.

“La Cina ha sempre creduto che per tutti i paesi le misure di risposta al COVID dovessero essere basate sulla scienza e proporzionate senza influire sui normali viaggi, scambi e cooperazione tra le persone”, ha affermato Wang.

Il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha recentemente affermato che le restrizioni imposte da alcuni paesi in risposta all’epidemia di coronavirus in Cina sono comprensibili data la mancanza di informazioni da Pechino.

Il signor Wang ha risposto che “esperti medici autorizzati” di vari paesi hanno affermato che le restrizioni all’ingresso per i viaggiatori dalla Cina erano “non necessarie”.

READ  Morti multiple dopo il crollo di un locale "improvvisato" durante la corrida

“La Cina, vista la tendenza del popolo cinese ad andare all’estero, riprenderà il turismo in uscita verso Paesi dove le condizioni lo consentono”, ha aggiunto.

I passeggeri si preparano a salire a bordo di un aereo in un aeroporto nella provincia di Jiangxi, nella Cina centro-settentrionale.
Le autorità di tutto il mondo stanno limitando o prendendo in considerazione restrizioni per i viaggiatori dalla Cina con l’aumento dei casi di coronavirus.(AP: Ng Han Guan)

Paesi che impongono restrizioni ai viaggiatori cinesi

Le autorità di tutto il mondo stanno limitando o prendendo in considerazione restrizioni per i viaggiatori dalla Cina mentre i casi di COVID-19 aumentano dopo aver allentato le regole “zero COVID”. La Cina ha respinto le critiche ai suoi dati COVID.

Più di una dozzina di paesi hanno già imposto nuove norme di viaggio ai viaggiatori provenienti dalla Cina.

Ecco un riepilogo dei paesi che hanno imposto test COVID obbligatori e altre regole sugli arrivi dalla Cina:

stato unito I test COVID-19 saranno obbligatori per i viaggiatori provenienti dalla Cina dal 5 gennaio.

Tutti i passeggeri aerei di età pari o superiore a due anni dovranno presentare un risultato negativo al test non più di due giorni prima di lasciare Cina, Hong Kong o Macao.

I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno affermato che i cittadini statunitensi dovrebbero riconsiderare i viaggi in Cina, Hong Kong e Macao.

Regno Unito Dal 5 gennaio sarà richiesto un test COVID-19 negativo prima della partenza per i viaggiatori provenienti dalla Cina.

Francia I viaggiatori provenienti dalla Cina dovranno presentare un risultato negativo del test COVID meno di 48 ore prima della partenza.